q95t
Serafirm

Due mesi di prova, perché abbiamo voluto usare il Q95T da 55 pollici come fosse un televisore da casa. Quindi guardando sul top di gamma Qled 4K di Samsung qualsiasi tipo di contenuto: dal digitale terrestre, a Sky Q, passando per lo streaming, il gaming e la connettività con lo smartphone e i dispositivi smart. Con la gamma Q95T 2020 il brand coreano ha portato alla massima espressione possibile i pannelli Lcd con architettura Quantum Dot Led (da cui la dicitura Qled) nella gamma dei pannelli 4K. Abbiamo testato il modello da 55 pollici (2.199 euro) ma c’è anche la variante da 65″ (2.699 euro).

La nostra videorecensione del Samsung Qled Tv Q95T da 55″

Le novità dell’edizione 2020 dei Tv Qled si focalizzano su alcuni aspetti peculiari, a iniziare dal design. L’estetica scelta da Samsung, secondo chi vi scrive, è la vera reason why per dotarsi di questo Tv. I bordi laterali dello schermo sono pressoché inesistenti e la cornice con frame in metallo azzera lo spessore laterale. Si ottiene l’impressione di azzerare la distanza tra spazio fisico e quello visualizzato sul televisore. O, in alternativa, se appeso ricorda un quadro a fil di cornice. In ogni caso, la parte frontale è occupata per oltre il 95% dal pannello televisivo: il Tv con cornice zero è ancora un sogno ma il Q95T ci arriva vicinissimo.

Bisogna anche considerare che dietro al pannello ci deve stare il pannello di illuminazione led, con tecnologia Ultimate Uhd Dimming Pro che provvede a regolare l’intensità della luce delle matrici di punti (Direct Full Array + a 120 zone) che si dipana sul retro di tutta la superficie del pannello e opera sulla base dell’energia piuttosto che sulla luminosità. Questo significa ottenere il duplice vantaggio di regolare luce e cromia in modo preciso con un occhio di riguardo all’efficienza energetica.

Se il Tv è originale e bellissimo, tanto da essere un oggetto di arredo anche da spento (ma non dimenticatevi l’Ambient Mode come descritto nella nostra videorecensione), il piedistallo è rimasto sostanzialmente invariato nel tempo. Mentre piace la scelta del One Invisible Connector che azzera le porte integrate sul Tv e le relega all’hub esterno, più comodo, pratico e accessibile per manovrare i collegamenti con i dispositivi esterni.

Il dialogo tra i due dispositivi avviene tramite il cavo argento che supporta trasferimenti ad alta velocità, tanto che le porte Hdmi possono gestire input in Ultra HD (4K) a 120 Hz.

Infine, la sezione sonora integrata ha speaker con una potenza massima di 60 watt. La funzione di amplificazione intelligente della voce permette di ottenere dialoghi più precisi e meglio ascoltabili. Il Q95T ha un reparto audio solido ma consigliamo di prevedere anche una soundbar per ottenere la perfetta sinestesia tra ottima visualizzazione e acustica definita ed estesa.

Samsung è smart con Tizen

La piattaforma per le funzioni di smart Tv si conferma essere Tizen nell’edizione aggiornata. Ricchissima la disponibilità di app aggiuntive, probabilmente per ampiezza è lo store di riferimento sui Tv (a parte i modelli affidati ad Android).

Il telecomando One Control semplifica al massimo l’accesso alle funzioni, mentre l’intelligenza artificiale subentra in due contesti. Da una parte con i comandi vocali attraverso Alexa, Bixby e Google Assistant. In sinergia con la piattaforma Smart Things è possibile delegare al Q95T il compito di gestire la smart home.

L’altro ambito nel quale interviene la IA è riservato alla calibrazione automatica del pannello e dell’audio. Il Qled Q95T adatta il volume sonoro e la calibrazione cromatica in base all’ambiente effettivo, con risultati spesso interessanti ma che potrebbero non soddisfare al massimo i puristi.

Samsung propone una serie di opzioni predefinite che appagano l’occhio e anche in modalità totalmente automatica il Tv raggiunge livello scenografici non indifferenti (merito anche della luminosità di 1000 nits, perfetta per i contenuti in Hdr con forti contrasti). Tuttavia se siete dei puristi dell’immagine, vi troverete a personalizzare i parametri con risultati che possono arrivare a spremere al massimo le superlative doti del televisore.

Nella nostra prova di lunga durata abbiamo apprezzato il nero preciso e l’elevata qualità dell’immagine, in ogni contesto. Persino con gli eventi sportivi o con lo streaming in Ultra HD più impegnativo. Il Q95T riesce sempre a mantenere un’elevata eccellenza di visione.

La gamma 4K in sintesi

I Tv Qled 4K di Samsung continuano a giocare il ruolo molto significativo nel portfolio prodotti di Samsung. Nel 2020 sono state introdotte diverse serie in un range che da 43 a 85 pollici: Q60T, Q70T, Q80T, Q90T e Q95T.

“Siamo nella nuova era dei display smart e quest’anno la richiesta di personalizzazione dei TV sarà ancora maggiore”, ha detto Bruno Marnati, Head of Audio Video di Samsung Electronics Italia. “La nostra gamma TV e audio per il 2020 è la più ampia, la più smart e la più coinvolgente, in grado di soddisfare, senza compromessi, le differenti esigenze e i diversi stili di vita”.

La qualità dell’immagine e del suono sono alla base dei Tv di Samsung, ma ciò che davvero distingue la line-up 2020 sono le funzionalità migliorate di AI “Smart Screen”. Queste caratteristiche – uniche Samsung – consentono alla gamma di quest’anno di offrire un’esperienza di visione senza precedenti. 

Quantum Dot AI combina il processore di contenuti 4K di Samsung con la piattaforma Tizen, in grado di fare l’upscaling di qualsiasi contenuto. Indipendentemente dalla sorgente o dalla risoluzione di partenza, i contenuti possono infatti ora essere visualizzati sfruttando la massima risoluzione.

Adaptive Picture analizza le condizioni di luce dell’ambiente circostante e i contenuti visibili sullo schermo per garantire una perfetta qualità dell’immagine, indipendentemente dal fatto che la televisione venga guardata in una stanza luminosa o al buio.

Active Voice Amplifier elimina la seconda maggiore distrazione dei consumatori europei quando guardano la TV, il rumore di fondo, riconoscendo automaticamente queste interruzioni e regolando di conseguenza il volume della voce del contenuto trasmesso.

Objecting Tracking Sound+ (OTS+) crea un effetto sonoro tridimensionale combinando il sistema audio multicanale del televisore con un algoritmo AI proprietario OTS+ abbina perfettamente l’audio con l’azione sullo schermo, offrendo un’esperienza di visione e ascolto ottimale.