emporia

La prossima generazione di processori di Samsung che animerà i Galaxy targati 2021 sarà svelata il prossimo 12 gennaio. Secondo le voci che si sono rincorse sul web, si tratterebbe della generazione Exynos 2100 e sarà il cuore dei Galaxy S21 che arriveranno in Europa.

Difficile stabilire la veridicità della seconda parte del ragionamento, che poggia su ipotesi non ancora confermate. Mentre la prima parte trova la sua ufficialità nel tweet di Samsung denominato #Exynos_is_back.

Il teaser non indica espressamente Exynos 2100 ma lancia un messaggio ben più chiaro: sarà un “Exynos completamente rinnovato”.

Le precedenti ipotesi circolanti sul Web volevano Samsung pronta a svelare i nuovi Exynos già entro lo scorso 15 dicembre, ma il brand coreano ha preferito posticipare a gennaio nei giorni che gravitano intorno al Ces 2021.

Ed è interessante notare come i nuovi Exynos precedano di poche ore la nuova gamma Galaxy S21, il cui annuncio è previsto per metà gennaio.

Affrondanto il discorso da un punto di vista tecnico, i nuovi Exynos adotteranno processo produttivo a 5 nm che garantisce un incremento di prestazioni e di efficienza energetica. Questa architettura è già applicata dall’Apple A14 Bionic (iPhone 12 e iPad Air 2020) e dal Kirin 9000 del Huawei Mate 40 Pro. Anche il Qualcomm Snapdragon 888 che animerà i futuri flagship Android è realizzato a 5 nm e sfrutta la tecnologia costruttiva di Samsung.

Il contesto di partnership tra produttori e costruttori si sta dunque facendo articolato. Anche perché oltre che sui Galaxy S21, il nuovo Exynos dovrebbe approdare anche sui modelli top di gamma di Oppo, Xiaomi e Vivo. Dunque lo scacchiere dei Soc impiegati nei dispositivi mobili inizia a essere più articolato di quanto lo sia stato finora.