windows 11
pioneerdj

Intel e Microsoft rinnovano la loro ormai storica partnership, che ha avuto grande rilevanza nell’evoluzione e nella diffusione del pc nell’ultimo trentennio, in occasione dell’arrivo di Windows 11, compatibile “per oltre tre quarti dei computer con Windows e processori Intel”. “Lo storico approccio al software, alla architettura del sistema e all’integrazione dell’hardware di Intel e Microsoft rende possibile la migliore esperienza degli utenti con il pc. La combinazione di tecnologie e piattaforme Intel e Windows 11 offre prestazioni e compatibilità senza eguali su Windows, e stiamo portando l’esperienza che le persone gradiscono di più dal telefono al computer grazie a Intel Core e Bridge Technology”, spiega Gregory Bryant, Intel executive vice president and general manager, Client Computing Group.

Cosa è Intel Core e Bridge Technology

Si legge nella comunicazione ufficiale dell’azienda di Sunnyvale: “I nuovi pc con processori Intel Core e il vasto portafoglio di Intel di proprietà intellettuali e piattaforme tecnologiche sono pronti per dare il massimo potenziale all’esperienza di Windows 11, consentendo alle persone di collaborare, creare e connettersi con modalità che per loro sono importanti”. Dunque, secondo il produttore di Cpu le nuove esperienze includono:

  • Intel Bridge Technology, che espande enormemente le applicazioni per mobile che funzionano perfettamente su pc, rendendo più semplice che mai compiere operazioni e giocare, tutto sull’unico schermo del computer.
  • Windows Snap e Thunderbolt 4 per la migliore esperienza con più monitor.
  • Windows e Intel Wi-Fi 6E, per essere connessi sempre e ovunque attraverso il pc; sono oltre 60 i notebook sul mercato già dotati di Wi-Fi 6E.

L’importanza di Bridge Technology

Continua l’informativa di Intel: “Grazie a Bridge Technology, il pc continua a offrire la più ampia scelta e le migliori esperienze per il più vasta di varietà di applicazioni. Intel Bridge Technology è un runtime post-compiler che abilita le applicazioni a girare nativamente su dispositivi basati su x86 e su Windows. La strategia di multi-architettura XPU di Intel offre la tecnologia più adatta per ogni carico di lavoro informatico grazie all’integrazione di core Cpu, tecnologia grafica, acceleratori di intelligenza artificiale, processori di immagine, e altro, in un’unica soluzione certificata”.

Conclude Intel: “Questi progressi dell’hardware, uniti alla co-progettazione del software con Microsoft, rende possibili alcuni dei migliori prodotti Windows sul mercato. Intel ha già certificate oltre 80 piattaforme Intel Evo basate su Windows realizzate da brand quali Acer, Asus, Dell, HP, Lenovo, LG, MSI, Samsung e altri. Intel prevede di offrire la più ampia varietà di esperienze informatiche per Windows 11 quest’anno e nei prossimi, con le piattaforme basate su processori Intel Core di decima, undicesima e future generazioni, per consumatori finali, aziende, scuola, appassionati e altri clienti”.