La conferenza stampa di Wiko al Mobile World Congress 2019 non è stata eclatante e scenografica come quelle a cui abbiamo assistito nei giorni scorsi. Ma è stata sicuramente concreta e pratica, come nel perfetto stile del brand francese (la sede è a Marsiglia): andare sul pratico e mettere bene in chiaro piani, ambizioni e prodotti. In poco meno di mezz’ora Wiko ha cambiato tutto, a iniziare dal logo ora più maturo, lineare e pulito per confarsi agli obiettivi di lungo periodo. Obiettivi che passano dall’imminente sbarco negli Stati Uniti, altro asset portante di un percorso di crescita che sta portando un marchio nato nel 2011 (in Italia è arrivato nel 2013) a cambiare pelle per diventare adulti e, forse, più consapevoli della propria forza. Non è un caso che in Europa Wiko occupi stabilmente il quarto posto nella graduatoria dei brand più venduti.

Il terzo aspetto che ha definitivamente celebrato il cambio di passo di Wiko è rappresentato dai prodotti. La nuova top di gamma View 3 riprende i concetti della precedente generazione portando prodotti, funzioni ed estetica a un nuovo livello di perfezionamento al fine di concretizzare le ambizioni internazionali e di brand awareness.

Prossima tappa: gli States

Finora Wiko è stato presente in oltre trenta paesi in Europa, Africa, Medio Oriente e Asia, raggiungendo traguardi importati. In Francia è al terzo posto con una quota del 12%; in Italia è al quarto posto con il 5%. In Thailandia vanta oltre 3 milioni di utenti, equivalenti a circa il 10% di market share (quinta posizione). Al Mwc 19 l’annuncio clou: l’ingresso nel mercato del Nord America con l’apertura di due sedi a Dallas (in Texas) e ad Atlanta (in Georgia). Al fianco di Sprint, il quarto operatore mobile degli Stati Uniti, Wiko ha già in pipeline per le prossime settimane il lancio di un nuovo device per il mercato statunitense.

Brandy Kang, Ceo di Wiko USA, spiga che “il mercato statunitense ha un enorme potenziale per il nostro brand. Le nostre capacità industriali e in ambito R&D, insieme all’eredità di brand europeo, offrono molte opportunità per anticipare e soddisfare poi le esigenze di carrier locali e partner. Il nostro obiettivo è quello di diventare rapidamente un player importante negli Stati Uniti”.

Questa apertura oltreoceano è sintomatica del processo di trasformazione che sta attraversando Wiko e che si dipanerà per tutto il 2019. James Lin, Presidente di Tinno & Wiko Group, ha dichiarato: “Stiamo compiendo grandi trasformazioni per migliorare costantemente i nostri standard. Nel 2019 abbiamo scelto di semplificare il nostro portfolio e di perfezionare l’esperienza utente, focalizzandoci sulla durata della batteria e sulle prestazioni del processore. Per farci trovare pronti per le sfide del futuro, il gruppo ha scelto di investire nella tecnologia 5G. Gli sforzi portati avanti si sono già tradotti nel conferimento di un Red Dot Award nel 2018 per lo sviluppo di un router Wi-Fi a 60 GHz in grado di assicurare una velocità di trasferimento fino a 1Gbps. Il gruppo si sta preparando a lanciare un ecosistema completo di prodotti 5G per il 2020”.

Violetta Jovanovic, Global Marketing & Communication Director, spiega come l’azienda “si è evoluta e ora si sta evolvendo come brand. Senza perdere i suoi valori fondamentali, il brand sta guadagnando in maturità e chiarezza. Il marchio non sta cambiando, anzi, si sta dimostrando ancora più vicino ai suoi clienti. Il dialogo e la centralità della nostra community saranno più che mai il cuore della strategia di Wiko”.

Ecco dunque che il nuovo logo mantiene l’iconica forma della W e il caratteristico colore “Bleen” ma ora assumono tratti decisi e più audaci. Il brand assume un carattere più riconoscibile e maturo, senza perdere le sue caratteristiche essenziali. Una nuova piattaforma di comunicazione supporterà il rinnovamento del marchio nei prossimi anni, a partire dal 2019 con il lancio dei nuovi prodotti e della collezione View 3.

View 3 Pro e View 3

Tutto ciò trova conferma nei nuovi flagaship View 3 Pro e View 3, che portano la View collection a un nuovo livello di miglioramento grazie al display ultra-wide, alla tripla fotocamera intelligente, alle batterie di lunga durata e alle prestazioni elevate.

Iniziamo proprio dal reparto imaging e dalle tre fotocamere posteriori: il sensore principale Sony Imx486 da 12 MP e pixel di dimensione di 1,25μm promette di realizzare scatti incredibili, nitidi e ricchi di colore, anche in condizioni di scarsa illuminazione. Il secondo obiettivo è un super wideangle da 13 MP con apertura fino a 120 gradi modulabile via software. Infine, la terza fotocamera è di profondità per assicurare un eccellente effetto bokeh grazie alla modalità AI-Artistic Blur.

La fotocamera frontale da 16 MP del View 3 Pro assicura una resa eccellente anche in condizioni di scarsa illuminazione. Dotata di tecnologia Big Pixel, questo sensore combina 4 pixel in 1 per catturare al meglio la luce. Infine, le funzioni AI si occupano di analizzare le condizioni di scatto e ottimizzare l’immagine finale.

Google a bordo

View 3 Pro e View 3 integrano entrambi Google Assistant per rendere più facile la vita di tutti i giorni grazie a nuovi comandi a controllo vocale. Questo per permettere agli utenti di scattare selfie, registrare video e molto altro completamente in modalità “handsfree”. Inoltre, l’integrazione di Google Lens permette di ottenere dettagli sulle immagini che si cercano, di svolgere operazioni più velocemente e di interagire con il mondo che ci circonda. Infine, Motion Photo permetterà di dare vita alle foto in Google Photos.

Autonomia super

Con una batteria da 4.000 mAh, e i processori ottimizzati in grado di ridurre il consumo energetico del 15%, View 3 Pro e View 3 assicurano un’autonomia che arriva fino a 2 giorni di utilizzo. Inoltre, grazie alla tecnologia di ricarica rapida Pump Express, View 3 Pro è pronto all’uso in pochissimo tempo.

Al fine di migliorare sempre di più l’autonomia degli smartphone e fornire al consumatore una certificazione di terze parti, Wiko rafforzerà la sua partnership triennale con SmartViser, ente riconosciuto nel Device Testing che testerà la gamma Wiko simulando un utilizzo reale da parte del consumatore, al fine di ottimizzare e valutare le loro prestazioni in base a un profilo utente medio. Il test includerà alcune modalità d’uso comuni, come lo streaming di musica e video, la navigazione sui social network e il tempo di stand-by.

Prestazioni rinnovate

View 3 Pro arriva a offrire uno spazio di storage fino a 128 GB, mentre la Ram da 6 GB è perfetta per non incappare in alcuna incertezza con le app. View 3 offre una configurazione di 3+64 GB. Il processore scelto per il Pro è il Mediatek Helio P60, octa core con un’unità di elaborazione AI con geometria a 12 nm. Sul View 2 trova posto il Mediatek Helio P22, sempre octa core con costruzione a 12 nm.

Sempre sulla variante Pro si può contare sul display da 6,3” con risoluzione FHD+ . Dal canto suo, il View 3 ha display HD+ da 6,26”. Entrambi i dispositivi sono “full screen” e si caratterizzano per una tacca più piccola e arrotondata funzionale solo a ospitare la fotocamera per i selfie.

Tutto ciò si somma al design curato. Il View 3 Pro è caratterizzato da una back cover in vetro con profilo specchiato che restituisce un elegante effetto sfumato. La scelta è tra due originali colorazioni Nightfall e Ocean. Il View3 con effetto glossy in simil-vetro è disponibile invece in tre varianti di colore: Night Blue, Blush Gold ed Electro Bleen. Nelle versioni Ocean ed Electro Bleen è presente anche un effetto luminoso: lo smartphone si illuminerà al buio in modo da essere sempre individuabile.

Gli accessori

I due smartphone sono accompagnati da una selezione di accessori:
– l’elegante cover Smart Folio con la sua area interattiva permette di rispondere alle chiamate e di passare da un brano musicale all’altro senza dover aprire la cover. Inoltre Smart Folio può fungere da supporto del device durante la visione di video o la lettura. È disponibile nel colore Volcanic Grey per View3 Pro e nelle varianti Pacific Bleen o Volcanic Grey per View3, con una patch extra riflettente;
– la Clear Case è una cover rigida sul retro e un profilo flessibile in grado di proteggere il dispositivo da graffi e urti leggeri;
– l’ultra resistente Vetro Temperato protegge da possibili graffi dello schermo, lasciando inalterata la sensibilità del touchscreen.