whirlpool
irobot

Nato da un’idea dell’imprenditore e investitore Oscar Farinetti, Green Pea punta a creare un ambiente in cui i visitatori possono scoprire modi di vivere sostenibili. Dagli articoli per la casa all’abbigliamento ai veicoli elettrici insieme a spazi per il relax che includono uno splendido giardino, il nuovo store offre tutto ciò che serve per una quotidianità sempre più eco-friendly. Il Green Park di Torino è ospitato in un innovativo edificio di 15.000 m2 progettato da rinomati architetti, Cristiana Catino e Carlo Grometto, di ACC Naturale Architettura e Negozio Blu Architetti Associati. Il progetto architettonico incarna perfettamente lo spirito di Green Pea e mixa gusto per l’estetica e materiali sostenibili attuando  contemporaneamente pratiche green: utilizza per esempio l’energia dei suoi pannelli solari e genera persino energia dal passo dei visitatori. Proprio come per Green Pea, la sostenibilità è stata a lungo parte del DNA di Whirlpool: sin dalla creazione nel 1970 del primo dipartimento interno per la tutela dell’ambiente nel settore degli elettrodomestici, l’azienda ha posto la riduzione dell’impatto ambientale al centro del suo business.  

“Whirlpool e Green Pea condividono la stessa visione e credono fortemente che possiamo e dobbiamo sforzarci di migliorare la vita su questo pianeta”, ha dichiarato Paolo Lioy, Amministratore Delegato Whirlpool Italia. “Siamo convinti che ognuno di noi possa fare la sua parte, anche quando facciamo il bucato, prepariamo una cena o usiamo la lavastoviglie. Questo è il motivo per cui in Whirlpool ci sforziamo di guidare il settore verso pratiche sempre più sostenibili. Produciamo elettrodomestici realizzati con minor consumo di acqua ed energia e più facili da smaltire al termine del loro ciclo di vita. Basti pensare che in Whirlpool il tasso di riciclo è superiore al 90%: questo significa che praticamente ogni materiale può essere riutilizzato”. 

Whirlpool ha aderito al Protocollo di Kyoto nel 2003 ed è stato il primo produttore di elettrodomestici al mondo a fissare obiettivi di riduzione dei gas serra (GHG) che sono stati raggiunti e superati. Oggi, gli obiettivi di riduzione delle emissioni dell’azienda soddisfano o superano l’accordo di Parigi del 2015. Oltre a ridurre il proprio consumo di acqua del 40% e ad avere un programma “Zero Waste to Landfill” di prim’ordine con il 97,3% degli scarti della nostra produzione che vengono riciclati e riutilizzati, Whirlpool si è impegnata a utilizzare plastica riciclata nella fabbricazione dei suoi prodotti. 

Gli elettrodomestici dei marchi Whirlpool, presenti nello showroom di Green Pea, offrono ai consumatori la possibilità di vivere un’esperienza di consumo davvero unica: attraverso display interattivi e un approccio pratico con i prodotti, è possibile acquistare elettrodomestici in linea con una quotidianità sempre più sostenibile. Dai frigoriferi che conservano gli alimenti più a lungo, alle lavastoviglie che utilizzano aria naturale per l’asciugatura, alle lavatrici che risparmiano acqua e ai forni che cuociono più piatti contemporaneamente, gli elettrodomestici presenti a Green Pea spiccano per la tecnologia 6° SENSO di Whirlpool e per la tecnologia Hotpoint Active che aiutano a ridurre tempo, energia, consumo di risorse e uso di prodotti chimici nella quotidianità.  

“Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Whirlpool come partner Green Pea”, ha affermato Oscar Farinetti, fondatore di Eataly & Green Pea. “Green Pea è orgogliosa di offrire ai suoi clienti ottimi prodotti realizzati da partner che condividono la nostra convinzione nella necessità di produrre e consumare in armonia con la natura e costruire prodotti belli, duraturi e rispettosi. Whirlpool ha da tempo posto le politiche verdi al centro delle proprie attività e continua a puntare a livelli sempre più elevati di sostenibilità sociale e ambientale. Insieme, siamo entusiasti di consentire ai consumatori di condividere e sperimentare la nostra visione di un pianeta e di persone più felici e più rispettose”. 

La sostenibilità al centro di Whirlpool Corporation  

● Negli anni Novanta Whirlpool ha creato il primo elettrodomestico alimentato dalla tecnologia 6° SENSO, un set di sensori intelligenti che rilevano, monitorano e ottimizzano le risorse (acqua,  energia e tempo) per garantire sempre il massimo delle performance con il minimo consumo. Dall’inizio del 2020, il Gruppo sta lavorando per migliorare ulteriormente la tecnologia 6° SENSO per assicurarsi che possa sempre percepire, imparare dalle persone e anticipare le esigenze per regalare ancora più tempo. Sempre rispettando il pianeta. 

● Nel 2007, l’azienda ha lanciato il progetto Green Kitchen. Whirlpool ha progettato la prima cucina che riutilizza le risorse, passando da un elettrodomestico all’altro. Il frigorifero riscalda l’acqua per la lavastoviglie e la vasca della lavastoviglie mantiene l’acqua dell’ultimo risciacquo da utilizzare per il ciclo di lavaggio successivo. 

● La sostenibilità include anche la responsabilità di un’azienda nei confronti delle comunità in cui opera e l’impegno di Whirlpool nei confronti dell’Italia è strategico e a lungo termine: il paese ospita infatti la sede centrale di Whirlpool EMEA, che dà lavoro a oltre 5000 persone. Whirlpool è inoltre orgogliosa di essere leader di mercato e in assoluto il più grande produttore di  elettrodomestici in Italia, producendo oltre 4 milioni di unità, di cui l’80% esportato in Europa e  nel mondo. Whirlpool ha quasi 2000 fornitori che servono l’intero gruppo, con quasi un miliardo di acquisti effettuati in Italia. L’azienda ha investito oltre 500 milioni di euro tra il 2015 e il 2018; e, guardando al futuro, si impegna a continuare a investire 250 milioni di euro come previsto dal Piano Industriale 2019-2021.