Beko

Letto da due italiani su tre, il volantino resta lo strumento preferito dagli italiani per le cosiddette decisioni d’acquisto. Rispetto al passato, la vera novità risiede nel fatto per la tipologia preferita è diventata la versione digitale rispetto a quella cartacea. Ma per il resto, il fascino indiscreto del volantino resiste. Non passa di moda. Spesso ne troviamo grandi quantitativi nella cassetta delle lettere condominiale o personale. Talvolta si manifesta fastidio per “tutta questa carta”, anche se le quantità sono diminuite, che viene comunque considerata “inutile”. E invece non è così.

Volantino: l’indagine Citynews con Comscore

Una conferma giunge dalla survey condotta dal Gruppo Editoriale Citynews con Comscore, la società statunitense che, con oltre 3.200 clienti nell’industria dei media e dell’intrattenimento e una presenza globale in oltre 70 Paesi, e intitolata: “Il Volantino e le decisioni di acquisto”. I dati alla mano di questo strumento di comunicazione adir poco “evergreen” sono il frutto di un’indagine effettuata dal 12 al 19 giugno e ha raccolto oltre 6.500 risposte complete. Come a dire un panel di analisi molto articolato e di valore.

Il sorpasso della versione digitale

E allora, quali sono i trend principali che sono emersi, a seguito delle risposte fornire dagli intervistati? Come accennato, premesso il volantino è un mezzo di informazione apprezzato dai consumatori italiani, emerge una preferenza per la versione digitale su quella classica, ossia cartacea: 71% contro 63% cartaceo. La dinamica più interessante e rilevante, invece, riguarda il “lettorato” (chiamiamolo così) per fasce d’età. Nel target giovane lo sfoglio è tutto in digitale, mentre la fascia di consumatori dai 55 anni in su ha un approccio sostanzialmente equipollente tra le due opzioni. Anzi, sono entrambe interessanti fonti di conoscenza.

Volantino e le motivazioni d’acquisto

In termini qualitativi, invece, l’indagine condotta da Citynews e Comscore tratteggia che l’apprezzamento per il contenuto è focalizzato su quei volantini che provengono dal punto vendita di fiducia. Il fattore “fedeltà” è soprattutto legato alle donne, che si confermano le principali pianificatrici degli acquisti familiari al supermercato. L’interesse degli uomini, invece, è più concentrato sulle offerte riguardanti tecnologia e fai da te. Infine, veniamo alle motivazioni che guidano all’acquisto, a partire dalla fase decisionale. La prossimità e la vicinanza del punto vendita è sempre rilevante, specialmente al Nord e Centro Italia. Di contro al Sud e nelle Isole si rileva una maggiore disponibilità agli spostamenti in presenza di un volantino con offerte realmente e veramente accattivanti. E soprattutto convenienti. Perché si sa che la leva promozionale spesso riesce a smuovere dal divano anche i più pigri.