iPhone
TCL

Ormai sono davvero poche le ore che ci separano dalla presentazione del nuovo iPhone, giunto alla generazione 12. Vi stiamo tenendo aggiornati su tutti i rumors che accompagnano quest’ultima finestra di attesa e che ormai sembrano lasciare poco spazio alle sorprese.

In queste ore c’è però una domanda che serpeggia tra i possessori di iPhone 11: varrà la pena effettuare l’upgrade al modello più recente?

Possiamo tentare di dare una prima risposta offrendo una panoramica su quanto sappiamo finora della nuova generazione, sempre tenendo presente che si tratta di speculazioni e che le specifiche reali saranno rese note solo durante l’evento del 13 ottobre.

Design e dimensioni del nuovo iPhone

iPhone
iPhone 11

Dopo anni di bordi arrotondati, il nuovo smartphone di Cupertino dovrebbe introdurre un design rinnovato che lo renderebbe più simile ai più recenti iPad e che dovrebbe ricordare le linee della generazione 4. Dunque spazio alla cornice metallica e ai bordi piatti, con angoli meno arrotondati e linee più marcate. Novità anche per quanto riguarda le dimensioni.

iPhone 11 era arrivato in tre varianti: iPhone 11, con display da 6,1 pollici, 11 Pro con display da 5,8 pollici e 11 Pro Max, da 6,5 pollici.

iPhone 12 dovrebbe aggiungere un’ulteriore variante: iPhone 12 Mini, con display da 5,4 pollici, iPhone 12 e 12 Pro con display da 6,1 pollici e iPhone 12 Pro Max da 6,7 pollici.

La novità più eclatante riguarderebbe il più piccolo dei modelli, che introduce il display dalle dimensioni più ridotte però privo di tasto fisico, venendo incontro alle esigenze dei fan del modello SE che però alle dimensioni contenute vorrebbero affiancare un design più innovativo.

L’incognita refresh rate su iPhone 12

Sebbene siano diverse le fonti che sembrano smentire questa specifica, c’è ancora chi sostiene che i nuovi smartphone della Mela Morsicata avranno display con refresh rate a 120Hz, una tecnologia che la Mela chiama ProMotion Display e che già si può apprezzare sui più recenti iPad Pro.

Sono diversi i device Android che implementano questa tecnologia e dai test effettuati la differenza nell’usabilità dello smartphone è percepibile: l’esperienza è più fluida, veloce e in generale più soddisfacente mentre si effettua lo scroll di una pagina o si salta tra un’app e l’altra.

La fotocamera

Come ogni nuovo flaghsip che si rispetti, anche la gamma 12 dovrebbe introdurre nuove specifiche sul fronte fotocamera rispetto alla generazione precedente. Per esempio, iPhone 11 vanta la Night Mode e una camera ultra grandangolare. Su iPhone 12 a queste potrebbe essere aggiunto un sensore ToF per catturare informazioni di profondità e quindi aiutare tanto nella realtà aumentata quanto aggiungere l’effetto bokeh ai video.

Il 5G

Apple ha scelto di chiamare l’evento del 13 ottobre “Hi, speed”, mettendo dunque l’accento sul concetto di velocità. Dai rumor appare ormai dato per certo che i nuovi iPhone saranno dotati di connettività 5G, l’ultimo ritrovato in termini di velocità di connessione. Un dato non trascurabile rispetto alla gamma 11, che supporta fino al 4G.