IWS21

Unieuro S.p.A. ha comunicato di avere ricevuto (in data 24 maggio 2021), congiuntamente dai soci Iliad S.A. e Iliad Holding S.p.A., una richiesta di integrazione dell’ordine del giorno di parte ordinaria dell’Assemblea degli azionisti, convocata per il giorno 15 giugno prossimo.

I soci hanno richiesto, ai sensi dell’art. 126-bis, comma 1, primo periodo del d.lgs. n. 58/1998, l’inserimento del seguente nuovo punto all’ordine del giorno: “Nomina di n. 2 (due) Amministratori, previa rideterminazione da n. 9 (nove) a n. 11 (undici) del numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione. Deliberazioni inerenti e conseguenti”.

In particolare, Iliad S.A. e Iliad Holding S.p.A. sottopongono all’approvazione dell’Assemblea la seguente proposta di deliberazione:

  • rideterminare il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società, incrementandolo da 9 (nove) a 11 (undici);
  • nominare i signori Benedetto Levi e Giuseppe Nisticò quali nuovi amministratori della Società, che resteranno in carica sino alla scadenza del mandato dell’attuale Consiglio di Amministrazione, e dunque fino all’approvazione del bilancio al 28 febbraio 2022.

Dice ancora la nota ufficiale di Unieuro: “Prendendo atto che i candidati rinunciano sin da ora al compenso per la carica di amministratore ai sensi dell’art. 2389, comma 1, c.c., fermo restando il diritto al rimborso delle spese sostenute nell’esercizio delle funzioni”.

Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro si riunirà nei prossimi giorni per esaminare la richiesta e provvederà, nei termini e con le modalità di legge, ad adottare le opportune delibere nonché a mettere a disposizione del pubblico la relazione illustrativa predisposta dai soci unitamente alla documentazione a corredo.

Lo scorso 7 aprile Iliad è entrata nel capitale sociale di Unieuro S.p.A. acquisendo il 12% delle azioni, diventando di fatto il socio di maggioranza. In occasione dell’inaugurazione della nuova sede del retailer, nel cuore di Forlì all’interno di palazzo Hercolani, abbiamo chiesto a Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato della società, il significato di questa operazione finanziaria. Ecco l’estratto della risposta (mentre qui potete leggere l’intero articolo anche con le dichiarazioni di Bruna Olivieri, direttore generale dell’insegna):

“Nell’incontro che abbiamo avuto proprio a palazzo Hercolani con Xavier Niel, fondatore di Iliad, abbiamo avuto la conferma che l’investimento attuato nel capitale sociale è anche frutto della virtuosa collaborazione già instaurata sul canale tra le due società. Hanno dunque individuato in noi un’azienda su cui investire a lungo termine in quanto ritengo che sia stato percepito il fatto che siamo l’unico attore nel mercato italiano del retail della consumer electronics che può continuare a crescere e svilupparsi. Ci lega anche una comunanza di valori e interessi. Abbiamo avuto conferme che il mestiere di Niel è diverso dal nostro e non ha alcuna volontà di fare il nostro lavoro. Ma, anzi, l’intento di Iliad consiste nell’accompagnare Unieuro come primo azionista nella società e vediamo in questo il segno di riconoscimento di quanto abbiamo fatto finora e delle basi che stiamo gettando per il futuro. Lo ritengo un grande onore. Concludo dicendo che, come annunciato Iliad nel suo comunicato al mercato in occasione del superamento della soglia prevista dalla legge per l’acquisizione di quote societarie di aziende quotate, è valida l’intenzione di Niel di chiedere alla prossima assemblea l’integrazione della posizione nel Consiglio di Amministrazione“.