BIG IMS21

La prossima attesa evoluzione di Windows è trapelata online. Ma, come ci tiene a precisare Microsoft, si tratta solo del menu Start, perché il nuovo sistema operativo, ossia Windows 11, nel suo complesso sarà svelato con un evento dedicato il prossimo 24 giugno. Le immagini e le informazioni disponibili sono però sufficienti per farsi un’idea del fatto che l’OS mira a rifarsi il trucco e a essere più moderno e al passo con i tempi. Gli screenshot pubblicati sul sito cinese Biadu mostrano una nuova interfaccia utente che vuole sganciarsi del tutto dal retaggio Windows e puntare dritto a un nuovo modo di interagire con i personal computer.

La nuova interfaccia utente di Windows 11 e il menu Start sono molto simili a quelli originariamente trovati in Windows 10X. Con questa edizione della piattaforma Microsoft ha compiuto un esercizio di semplificazione di Windows a supporto dei dispositivi a doppio schermo. Sembra quasi che questo progetto sia stato non tanto annullato, quanto piuttosto inglobato e reso centrale nello sviluppo della prossima generazione di Windows, la release 11 per l’appunto. Visivamente, i maggiori cambiamenti che si notano possono essere trovati lungo la barra delle applicazioni. Microsoft ha centrato qui le icone delle app, ripulito l’area del desktop e incluso un nuovo pulsante Start e menu.

Questo menu Start aggiornato è una versione semplificata di ciò che esiste attualmente in Windows 10, senza Live Tiles. Include app fisse e non fluttuanti, file recenti e la possibilità di spegnere o riavviare rapidamente i dispositivi Windows 11. Nel complesso è un ambiente molto più semplificato di quello che mette a disposizione Windows 10.

Se questa nuova scelta estetica di Microsoft non piace, c’è sempre l’opzione di riportare le icone e il menu Start dalla posizione centrale a quella classica a sinistra. Insieme con la modalità scura che è diventata una funzione a se stante: attivandola Windows 11 si stacca nettamente per eleganza e design dall’attuale Windows 10.

A testimonianza di ciò, si prendano gli angoli arrotondati delle finestre in Windows 11. Questi sono visibili nei menu di scelta rapida e intorno alle app e a Esplora file. Il menu Start stesso include anche angoli arrotondati. Ed è solo una delle versioni preliminari di Windows 11, che potrebbe ancora stupire per molti altri aspetti ancora “nascosti”.

Per esempio, sarebbe interessante vedere come tutte le app integrate nel sistema operativo abbiano adottato questa estetica e quanto sia cambiato il modo di lavorare con il sistema operativo. Anche su questo fronte, Windows 11 è chiamato a essere meno macchinoso e più semplice e reattivo.

Nonostante si tratti di una versione molto precoce di Windows 11, non mancano i widget che però sono ancora a una fase di primordiale e nelle schermate non sembrano intonarsi completamente al sistema operativo. Rimane fisso il loro ruolo di fornire un rapido accesso a notizie, meteo e altri contenuti web.

Windows 11 include anche nuovi controlli snap a cui si può accedere dal pulsante di ingrandimento su tutte le app. Sono gli equivalenti moderni della funzione di Windows a cascata che esiste da anni nel sistema operativo. È possibile agganciare rapidamente le finestre una accanto all’altra o disporle in sezioni sul desktop. Mentre non appaiono, quantomeno al momento, grandi aggiornamenti per Windows Store. Poiché si tratta di una versione trapelata in anticipo, è probabile che qualsiasi aggiornamento Microsoft stia pianificando non venga ancora visualizzato.

Secondo quanto riferito, negli ultimi mesi Microsoft ha lavorato a un nuovo app store per Windows e le voci suggeriscono che sarà un grande cambiamento rispetto a quello che esiste oggi. Il ceo di Microsoft Satya Nadella ha promesso di “sbloccare maggiori opportunità economiche per sviluppatori e creatori” con Windows e questo probabilmente arriverà sotto forma di un nuovo store.

Secondo quanto riferito, Microsoft sta revisionando il suo app store di Windows per consentire agli sviluppatori di inviare qualsiasi applicazione Windows, inclusi browser come Chrome o Firefox. Microsoft potrebbe anche considerare la possibilità di consentire a piattaforme commerciali di terze parti di sfruttare sistemi di acquisto in-app.

Microsoft sta anche migliorando l’esperienza Xbox in Windows 11. La nuova app Xbox è ora integrata in Windows 11, offrendo un rapido accesso ai giochi Xbox Game Pass, alle parti social della rete Xbox e all’Xbox Store. La barra di gioco Xbox e la modalità di gioco di Windows rimangono tutte le stesse di Windows 10 in questa build trapelata in anticipo.