Beko

Il nuovo Touch Journal 05/2020, la testata trade di Nelson Srl (la casa editrice di iGizmo.it), è già in distribuzione in formato cartaceo e si può sfogliare in anteprima in questa pagina. I numeri precedenti di Touch Journal sono disponibili nelle seguenti pagine:

Il tema portante di Touch Journal n.05 è rappresentato dalla parola “prossimità”: i consumatori e le aziende hanno confermato il valore del negozio territoriale. Questo format è importante per il suo ruolo di vicinanza al cliente finale, non solo in termini fisici ma soprattutto per la capacità di intessere una relazione sociale con le persone.

Nel numero trovano posto anche: il dossier sul white goods; lo scenario relativo agli auricolari true wireless; l’intervista a Roberto Omati, direttore generale di Expert Italia; il Rapporto Optime 2020; le novità in ambito gaming & entertainment e molto altro.

L’editoriale di Touch Journal

L’economia della socialità

In questa seconda parte dell’anno la vera sfida sarà di interagire con un consumatore che è cambiato, non in seguito ma a causa del lockdown. La cosiddetta “nuova realtà” ci restituisce un approccio al consumo più maturo e ragionato: era un percorso già in essere, è solo stato accelerato.

Le persone si muovono su due trend all’apparenza contrapposti ma strettamente legati. Da una parte sono state ridotte e, in molti casi, azzerate le barriere verso lo shopping online. Dall’altra, il punto vendita fisico territoriale, di prossimità, ha esaltato il suo ruolo, ne ha ribadito i vantaggi e la centralità nel tessuto cittadino e nelle abitudini personali, ha saputo reagire con flessibilità e prontezza agli imperscrutabili mutamenti del mercato. Secondo GfK, il 51% dei clienti finali cercano negozi che permettono di riscoprire il contatto umano attraverso il personale addetto di vendita. Il 49% dei consumatori si orienterà verso store che usano il digitale e l’intelligenza artificiale per potenziare l’esperienza d’acquisto fisica.

Il negozio di prossimità ha ribadito e rilanciato la sua importanza ma in questo spazio entrano ora consumatori più attenti, più pronti all’acquisto e più analitici nei confronti dei prodotti da scegliere. E l’e-commerce? Se bene innestato nel negozio fisico esalta il concetto di prossimità e permettere alle superfici di fare il passo decisivo la multicanalità reale.

Luca Figini – direttore responsabile di Touch Journal