tim
pioneerdj

Nella fattura appena spedita a vari tipi di contratti relativamente alla fibra casalinga, il gruppo delle telecomunicazioni TIM ha aggiunto una bella nota, si fa per dire. Nella quale annuncia un aumento di 2 euro a partire dal prossimo 1° settembre. Uno aspetto positivo è legato al fatto che alla scadenza dei primi due anni dei contratti tipo TIM CONNECT la tariffa di 30 euro non subirà cambiamenti e/o variazioni. Piuttosto c’è da rilevare che sparisce solamente la rateazione mensile di 10 euro. Una soluzione che è stata creata per tenersi stretto il cliente almeno il tempo necessario per pagare il tecnico che deve provvedere a installare il tutto.

TIM: la comunicazione ufficiale

Di seguito pubblichiamo la comunicazione ufficiale diramata da Tim con la modifica dell’offerta.

COMUNICAZIONE IMPORTANTE – MODIFICA DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DELLA TUA OFFERTA
Dal 1° settembre 2021, per esigenze economiche dovute alla necessità di continuare ad investire sulle reti di nuova generazione, così da fornire livelli di servizio sempre in linea con le crescenti esigenze del mercato, il costo mensile dell’abbonamento alla tua offerta TIM CONNECT, che trovi evidenziato in blu nella pagina «Dettaglio dei costi» di questa fattura, aumenterà di 2 euro al mese (Iva inclusa).
Qualora non intendessi accettare la variazione contrattuale sopra indicata, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, hai il diritto di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il 31 agosto 2021, secondo le modalità indicate nell’apposito paragrafo sottostante “Modalità per esercitare il diritto di recesso ai sensi dell’art. 70, comma 4 del codice delle comunicazioni elettroniche”.
Inoltre, ferma restando l’applicazione delle nuove condizioni economiche a partire dal 1° settembre 2021, in via del tutto eccezionale, prolungheremo la possibilità di recedere dal contratto, anche passando ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, fino al 15 settembre 2021.