Talent Garden fotografa i trend 2017 dell’Italia che fa innovazione

60
Italia-Innovazione-2017

Chi fa innovazione digitale in Italia? Chi sono i top influencer? Quali sono gli argomenti più discussi? Quali sono stati gli eventi che hanno animato la rete?

Per il quarto anno consecutivo sono queste le domande a cui risponde la ricerca “L’Italia dell’innovazione” realizzata da Talent Garden, la più grande piattaforma in Europa di networking e formazione per l’innovazione digitale. Focalizzando l’attenzione su quanto viene discusso, condiviso e, soprattutto, anticipato tra la community di innovatori e appassionati, il report è stato fino ad oggi in grado di identificare le macro tematiche che nell’anno successivo sono diventate mainstream, cogliendo l’attenzione di un pubblico sempre più allargato; il 2017 ha portato alla ribalta temi come #Fintech, #IoT #Bitcoin #Cybersecurity o #Crowdfunding, che il report 2016 fotografava infatti tra i più discussi. Per capire quindi i macro temi tecnologici e di digital transformation che interesseranno sempre più il Paese, sono stati analizzati circa un milione e mezzo di tweet, condivisi da oltre 300 mila utenti unici sugli e-magazine di riferimento per la comunità tech in Italia. I TEMI PIÙ DISCUSSI Al 1° posto della Top Ten degli hashtag più ricorrenti si trova la new entry #ai; al 2° posto compare #datascience, seguito da #iot, che si riconferma al 3° posto. Sale di una posizione, al 4°, #bigdata, seguito da #blockchain, #fintech, #startup, #bitcoin, #cloud, #cybersecurity.

#AI: determinante per la competitività. Grandi opportunità di impiego

Da un’analisi più qualitativa sul tema dell’#AI (intelligenza artificiale), che abbraccia anche machine learning e cognitive computing, emerge la consapevolezza del ruolo strategico per questa tecnologia nel definire vantaggi competitivi sul fronte business e nell’influenzare la vita quotidiana sul fronte consumer. Altro aspetto interessante è la correlazione tra l’impatto ancora limitato dell’Intelligenza Artificiale sulle aziende e la difficoltà a reperire sul mercato le giuste risorse e competenze, lasciando intravedere per i prossimi anni grandi opportunità di lavoro per chi si presenterà con una formazione adeguata a sviluppare queste tecnologie e a gestirne i ritorni.

#DATA SCIENCE: il data scientist non più un tecnico ma uno stratega

Anche l’analisi qualitativa dei flussi legati al #DATASCIENCE presenta risvolti interessanti sul fronte delle figure professionali operanti in quest’ambito. Il Data Scientist, ad esempio, non viene più percepito solo come “tecnico” o matematico, ma è sempre più riconosciuto come vero artefice della Data Driven Economy, uno statistico e informatico con forti competenze di dominio. Il suo lavoro diventa strategico, fondamentale e funzionale alla risoluzione di problemi complessi e all’identificazione e modellazione di nuove opportunità di business. Aumenta quindi il numero di aziende alla ricerca di queste competenze.

#IoT: più opportunità meno timori per l’impatto sul lavoro

Naturalmente anche l’#IoT (Internet of Things) viene discusso con forti correlazioni al tema del lavoro, oltre che della #cybersecurity. Prevale la convinzione che la comunicazione tra prodotti e processi possa aprire interessanti opportunità, ma allo stesso tempo c’è preoccupazione per i profili di sicurezza. Sembrano invece ridimensionati i timori sull’impatto negativo che l’automazione in campo industriale possa avere sull’occupazione, anche se viene comunque chiesta una maggiore attenzione alle istituzioni, che dovrebbero anticipare il cambiamento in atto con regolamenti e programmi.

#BLOCKCHAIN: una vita propria oltre le criptovalute

Il 2017 pare aver segnato un passo importante relativamente alla conquista dell’attenzione da parte di un pubblico più allargato, anche se ancora non mainstream, sulla tecnologia blockchain. Oggi fortemente legata a tema delle criptovalute, definisce però sempre più chiaramente il suo ruolo determinante per gli smart contract e applicazioni varie in ambito finanziario, formativo, legale, energy management, controllo della supply chain e della filiera produttiva.

HASHTAG DI GENERE: IOT conquista tutti. Crescono le donne

Guardando specificamente alla differenza di argomenti trattati a seconda del genere, il Report l’Italia dell’Innovazione di Talent Garden rileva che il 35% delle conversazioni Twitter in tema di innovazione è alimentato dalle donne (in crescita di 4 punti percentuali rispetto allo scorso anno), che dimostrano maggiore propensione verso argomenti come startup e IoT. Anche gli uomini si concentrano sui temi legati all’Internet of Things, ma l’argomento più discusso è quello dell’artificial intelligence.

CITTÀ: dove vivono gli innovatori

Anche quest’anno Milano si aggiudica il titolo di “città dell’innovazione”, posizionandosi sul gradino più alto del podio con il 40% dei tweet. Seguono Roma con il 15% delle discussioni totali e Napoli con il 9%, che quest’anno supera Torino, posizionata al quarto posto con il 7%. Come l’anno scorso, rimangono alte in classifica anche Bologna e Trieste. Siracusa sale in sesta posizione, mentre Palermo slitta dalla nona dell’anno scorso alla quindicesima.

EVENTI: i più twittati

Nel 2017 l’evento che ha raccolto il più alto numero di conversazioni a tema innovazione e digitale è il Mashable Social Media Day, tenutosi il 19-21 ottobre, con un totale di 13.685 tweet intorno all’hashtag #SMDAYIT. Altri picchi interessanti sono stati rilevati durante IBM Watson Summit, che ha coinvolto il numero più elevato di utenti unici in assoluto, Startup Italia Open Summit, SMAU, Internet Festival e Wired Next Fest.