stati uniti
pioneerdj

L’amministrazione Biden vuole incrementare con “nuove restrizioni mirate” le azioni degli Stati Uniti verso la Cina. Sotto la lente d’ingrandimento ci sono alcune esportazioni di tecnologie sensibili sul suolo cinese. La richiesta avverrà in un contesto di collaborazione con gli alleati, ha detto mercoledì un alto funzionario statunitense in vista della prima telefonata di Biden, il nuovo Presidente a stelle e strisce, al leader cinese Xi Jinping.

Gli Stati Uniti inoltre non si muoveranno per revocare le tariffe commerciali cinesi imposte dall’amministrazione Trump prima di aver condotto “intense consultazioni e revisioni” con gli alleati, ha detto ufficialmente un funzionario degli Stati Uniti in occasione di un incontro con i giornalisti. “Manteniamo queste tariffe mentre conduciamo la nostra revisione perché non agiremo precipitosamente”, ha detto il portavoce.

La persona incaricata di incontrare i media è stata piuttosto chiara: “La principale critica del presidente Biden alla strategia Trump non riguardava il fatto che stesse diventando duro con la Cina sul commercio, ma che lo stava facendo da solo, combattendo anche i nostri alleati”. Il funzionario ha detto che non sono state ancora prese decisioni sull’opportunità di aumentare le tariffe e che ci sarebbero aree di “continuità” con le politiche di Trump.

La logica della continuità prevale su Biden

“Una di queste aree consiste nel garantire che non stiamo fornendo tecnologia altamente sensibile in grado di fare progredire le capacità militari della Cina. È una questione che tratteremo in modo dettagliato”, ha detto il portavoce, aggiungendo che l’amministrazione esaminerà nuove restrizioni mirate alle esportazioni di tecnologia in Cina in consultazione con gli alleati degli Stati Uniti.

Il funzionario ha detto che Biden mirava a lavorare rapidamente con i repubblicani per aumentare gli investimenti pubblici nei settori tecnologici cruciali per garantire il vantaggio economico degli Stati Uniti, compresi i semiconduttori, la biotecnologia e l’intelligenza artificiale.

Nella telefonata con Xi, Biden “ha sottolineato le sue preoccupazioni fondamentali per le pratiche economiche coercitive e sleali di Pechino, la repressione a Hong Kong, gli abusi dei diritti umani nello Xinjiang e le azioni sempre più assertive nella regione, anche nei confronti di Taiwan”, ha scritto la Casa Bianca in una dichiarazione.