Paladone

Sulle ali delle funzioni per il benessere e la salute, il mercato degli smartwatch ha spiccato il volo nel primo trimestre 2020. Lo confermano i dati stilati da Strategy Analytics. Su scala globale, le spedizioni sono aumentate del 20%, raggiungendo la quota di 14 milioni di pezzi. Il trend in notevole rialzo ha fatto segnare un passaggio da 11,4 milioni di unità a 13,7 milioni confrontando i primi tre mesi del 2019 con quelli di quest’anno. Gli smartwatch hanno incasellato vendite importanti anche sul canale online, grazie al fatto che hanno incontrato una domanda di consumatori fortemente interessati a monitorare le funzioni legate alla propria salute anche durante il lockdown.

Apple leader, Samsung insegue, Garmin fa boom

Numeri alla mano, la leadership di Apple resta indiscussa. La casa della Mela morsicata ha fatto la parte del leone, con una quota di mercato del 55%. Sono stati consegnati 7,6 milioni di pezzi di Apple Watch, il che ha prodotto un incremento nell’ordine del 23% rispetto ai 6,2 milioni del primo trimestre 2019. Performance rilevanti che consentono ad Apple di tenere a debita distanza gli inseguitori. Al secondo posto nella classifica si colloca Samsung con 1,9 milioni di smartwatch spediti, per un leggero incremento rispetto al primo trimestre del 2019. Tuttavia, il gruppo coreano leader nel settore smartphone, ha visto calare di un punto attestandosi al 14% la quota di mercato globale. La quota di mercato globale dei device di Samsung è scesa dal 15% al ​​14% nell’ultimo anno. Ma il vero successo lo ha collezionato Garmin, che si è riconquistata la terza piazza del podio dipo un paio di anni. Con spedizioni di 1,1 milioni di pezzi, Garmin ha registrato una crescita del 38%, con un conseguente incremento delle quote di mercato che vale l’8%. A trainare questa crescita i nuovi modelli potenziati, come il Venu con touchscreen a colori Oled, che stanno spopolando tra gli appassionati di sport e fitness in tutto il Nord America.

Smartwatch, le previsioni dei prossimi mesi

Ma adesso, che cosa succederà? Stando alle previsioni di Strategy Analytics , difficile immaginare che la curva al rialzo possa proseguire anche nel secondo trimestre. I lockdown estesi, specialmente in Europa e Stati Uniti, avranno una logica ripercussione negativa sul business di questi device destinato a rallentare in modo evidente nel secondo trimestre che si concluderà il 30 giugno. Tuttavia, è atteso un rimbalzo apprezzabile a partire dal secondo semestre, quando (si spera) sarà ritornata a prevalere la normalità nella vita dei consumatori. E dopo i mesi di costrizione tra le mura domestiche lasceranno il posto alla libertà di spostamento e movimento. Ci sarà voglia di wellness a tutto tondo, di stare all’aria aperta, di tornare a praticare sport. Il tema della salute e del suo monitoraggio sarà centrale. E dunque per gli smartwatch si schiuderanno nuove prospettive.