Trasparenza e qualità. Sono questi due i concetti che hanno caratterizzato la presentazione di Samsung dei due nuovi servizi post-vendita dedicati ai clienti finali ed erogati attraverso la rete dei centri assistenza Samsung Customer Service. “Sono nove gli spazi in Italia dedicati espressamente a ospitare il consumatore finale e a permettergli di entrare in contatto con la nostra azienda”, spiega Carlo Carollo, responsabile del business Mobile in Italia per Samsung. “Sono un’estensione diretta della sede principale italiana: entrare in un Customer Service è come valicare la porta di Samsung Italia” perché “si entra in contatto con l’universo di servizi che mettiamo a disposizione dei consumatori: un ecosistema integrato di dispositivi e accessori che integrano o aggiungono funzioni innovative allo smartphone, al fine di ampliarne l’esperienza d’utilizzo; un personale preparato a fornire informazioni e suggerimenti per usare meglio i nostri prodotti; uno spazio dove ottenere la riparazione dei danni e il ripristino delle funzioni ottimali del dispositivo”, spiega Carollo.

Alla resa dei conti, questi centri d’assistenza sono la concretizzazione del concetto di “Galaxy experience”, ossia “connotare in modo distintivo e chiaro l’elevata esperienza di utilizzo dei modelli di Samsung per mantenere alta la percezione degli utenti esistenti e per attirare l’attenzione di quelli nuovi”. Sì, perché il servizi post vendita è cruciale, come spiega ancora Carollo: “Si entra in contatto in un momento critico nella vita del prodotto, quindi è fondamentale che il cliente finale sperimenti una assistenza fondata su certezza, comdità e correttezza. A ciò si aggiunge la volontà di coinvolgere le persone con luoghi di contatto arredati per vedere i nostri modelli in un contesto di utilizzo che vada oltre il conosciuto. Nei Samsung Customer Service si può entrare anche solo per avere una consulenza o farsi spiegare una funzione”. Tanto che nei prossimi mesi e per tutto il 2019 saranno organizzati “corsi dedicati agli over 60 all’interno delle superfici di cinque dei nove Customer Service. Questo perché i dispositivi mobili sono testimoni inter generazionali, mettono in contatto gli utenti di varie età e quindi vanno usati nel modo migliore”, conclude Carollo.

I centri interessati sono quelli di Milano, Torino, Napoli, Bologna e Como che ospiteranno fino al 10 dicembre 2019 i corsi di SAVE for Seniors, il progetto di volontariato aziendale di Samsung, nato per offrire le competenze tecnologiche del team di Samsung Electronics Italia a favore dell’educazione digitale degli over 65, grazie a sessioni che spaziano dall’uso sicuro dello smartphone alla possibilità di sfruttare le potenzialità dei dispositivi connessi per migliorare la propria vita.

Promesse mantenute

La parola passa a Vito Fortunato, Head of Service Division di Samsung Electronics Italia. In Italia sono attivi circa 300 centri d’assistenza monobrand: 100 per le tre linee di prodotto in cui opera il brand. Nel corso dei prossimi mesi diventeranno progressivamente Customer Service. L’obiettivo è dare vita a una rete di “luoghi d’incontro con i clienti finali. Bisogna considerare che il 30% delle persone che si approcciano ai nostri banconi non hanno bisogno di assistenza ma solo di risposte e soluzioni pratiche. Dunque, dobbiamo comprendere bene le necessità dei consumatori e snaturare le eventuali riserve legate al recarsi in un centro d’assistenza, come la non certezza della riparazione o i tempi lunghi”. A questi Samsung risponde con certezze: “Ripariamo tutti i danni entro un’ora, è un nostro format proprietario e si affida a una gestione lungamente perfezionata della logistica e delle tempistiche interne. Il tutto con un’altissima qualità di servizio, che non deve mai essere penalizzata dalla velocità di reazione. Vogliamo mantenere le nostre promesse, sempre, e garantire la massima trasparenza sui prezzi”. Tra giungo e settembre saranno aperti altri sei Samsung Customer Service.

Smart Repair

Coerentemente a tutto ciò, Samsung annuncia Smart Repair, un nuovo servizio acquistabile online (https://www.samsung.com/it/services/smart-repair/) che include la riparazione degli smartphone della famiglia Galaxy in caso di danni non coperti da garanzia. È possibile fare riparare lo smartphone presso un centro di assistenza autorizzato Samsung ad un costo conveniente usufruendo del servizio di ritiro e riconsegna del device compreso nel prezzo.

Per poter avvalersi del servizio è sufficiente accedere al portale dei servizi Samsung, selezionare il modello (Galaxy S10e, Galaxy S10, Galaxy S10+, Galaxy Note9, Galaxy Note8, Galaxy S9, Galaxy S9+, Galaxy S8 , Galaxy S8+, Galaxy S7, Galaxy S7 Edge, Galaxy S6, Galaxy S6 Edge, Galaxy S6 Edge+, Galaxy A6, Galaxy A6+, Galaxy A7 (2018), Galaxy A9 (2018), Galaxy J4+, Galaxy J6, Galaxy J6+), indicare la tipologia di danno e acquistare il pacchetto di riparazione appropriato grazie al configuratore automatico: il dispositivo verrà ritirato, riparato e restituito comodamente dove si preferisce.

I vantaggi di Samsung Smart Repair sono molteplici: i danni non coperti dalla garanzia, come la rottura dello schermo o del vetro posteriore, possono essere riparati in maniera efficace, grazie a tecnici specializzati che utilizzano esclusivamente ricambi originali Samsung, veloce, attraverso il portale dedicato dove è possibile avviare la procedura di richiesta di riparazione, e comoda, tramite il ritiro e riconsegna in tutta Italia dello smartphone.

Ora Samsung

Uno dei servizi più innovativi è Ora Samsung, la riparazione veloce degli smartphone Samsung entro un’ora, anche prenotando la riparazione tramite call center è possibile programmare il giorno e l’orario dell’assistenza e riavere lo smartphone funzionante dopo appena un’ora. Il 90% delle riparazioni di smartphone Samsung nei Customer Service avviene in meno di 60 minuti.