Beko

Ristorante Solidale, l’iniziativa nata per contribuire e sensibilizzare sulla riduzione del fenomeno dello spreco alimentare promossa da Just Eat (www.justeat.it) celebra il mese anti-spreco con l’iniziativa “SALVA SPRECO A DOMICILIO”, la prima raccolta digitale per donare a domicilio eccedenze alimentari e generi di prima necessità, integri, confezionati o in scatola, direttamente a domicilio, grazie al food delivery.

Quando, dove e come

Dal 5 al 28 febbraio, per ogni mercoledì del mese, a Milano e Torino, sarà infatti possibile prenotare direttamente a casa, come un vero e proprio “ordine digitale di food delivery al contrario”, un ritiro di generi alimentari di prima necessità, disponibili per essere donati a comunità e famiglie bisognose dislocate in città e servite in collaborazione con Caritas Ambrosiana e Caritas Diocesana Torino, e con il supporto logistico delle consegne di Ponyzero.

Dopo il successo dell’iniziativa “Piatto Sospeso” lanciata per le festività natalizie, Just Eat prosegue nel coinvolgimento in prima persona dei consumatori all’interno del progetto Ristorante Solidale, mettendo a loro disposizione la possibilità di partecipare nuovamente con un’azione concreta per contribuire a ridurre il fenomeno dello spreco alimentare tra le mura domestiche, supportando le persone in difficoltà.

Febbraio si trasforma nel mese anti-spreco e, nelle giornate del 7, 14, 21 e 28 (ogni mercoledì), permette a tutti coloro che risiedono a Milano e Torino di donare eccedenze e generi alimentari di prima necessità rigorosamente* conservati in casa integri, confezionati, in scatola, e con data di scadenza visibile, attraverso il food delivery, prenotando il proprio ritiro sulla pagina web www.ristorantesolidale.it/salvaspreco.

Sarà sufficiente inserire i propri dati, selezionare la città e il proprio CAP di residenza e scegliere il giorno del ritiro, inserendo il proprio indirizzo e gli alimenti che si deciderà di donare, scegliendoli dal menù proposto. Tra i prodotti protagonisti della campagna di Ristorante Solidale “Salva Spreco a Domicilio” ci sono pasta, riso, tonno in scatola, biscotti, sughi, dolci confezionati, ma anche eccedenze dalle feste come panettone e pandoro e surplus dai cesti natalizi, tutto conservati integri, in scatola, in confezione e con data di scadenza visibile. Una rosa di alimenti dettata sia dalle necessità nutrizionali delle comunità e sia delle più frequenti eccedenze alimentari presenti normalmente nelle case degli italiani durante l’anno e dopo le festività.

La scelta di determinati ingredienti e la decisione di lanciare l’iniziativa in questo mese dell’anno si inseriscono in una strategia di sensibilizzazione e volontà di fare cultura sul tema dello spreco alimentare da parte di Just Eat con particolare attenzione alle festività. Si tratta infatti di un momento dell’anno in cui le famiglie italiane acquistano un surplus di cibi rispetto alla media, spendendo 2,9 miliardi di euro, per imbandire la tavola della vigilia, del pranzo del 25 e del cenone di fine anno, di cui il 20% non viene consumato e viene gettato (Fonte: Codacons, dicembre 2017). Durante questo periodo di feste si verifica un’impennata del livello di spreco alimentare, trainato principalmente da frutta e verdura, con tonnellate di cibo sprecate che determinano un aumento del livello di inquinamento calcolato sulla base dell’impatto generato da 1 tonnellata di rifiuti alimentari, ovvero la generazione di 4,2 tonnellate di CO2.

Ponyzero supporterà Just Eat nella gestione delle consegne, recandosi ogni mercoledì del mese di febbraio dalle ore 1900 alle ore 2100 presso le abitazioni delle persone aderenti al progetto e portando le donazioni nei siti concordati da Just Eat con i due enti caritatevoli. Per agevolare la raccolta Caritas Ambrosiana ha infatti identificato quattro parrocchie milanesi e Caritas Diocesana Torino una residenza temporanea quali punti di appoggio dove i volontari si occuperanno dello smistamento dei beni raccolti che verranno poi distribuiti dal giorno successivo alle comunità coinvolte nel progetto Ristorante Solidale.

Siamo felicissimi di rinnovare il nostro impegno a sostegno della riduzione dello spreco alimentare e della nutrizione delle comunità bisognose con questo nuovo progetto sempre all’interno dell’iniziativa Ristorante Solidale, ormai attiva da oltre un anno e presente a Milano e Torino” afferma Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia. Con la campagna “Salva lo spreco a domicilio” vogliamo continuare a sensibilizzare tutti gli attori coinvolti in questo fenomeno critico dilagante, non solo quindi i Ristoranti Partner ma anche i consumatori e il loro rapporto con il food tra le mura domestiche.”

Ristorante Solidale, da poco giunto al traguardo del suo primo anno di vita con la donazione a Milano e Torino di oltre 1.300 pasti caldi nel 2017 e 400 piatti sospesi nel mese di dicembre che hanno aiutato oltre 1.200 persone, nel 2018 prosegue con l’obiettivo di estendere il progetto in nuove città per ampliare sempre di più i benefici ambientali, sociali e culturali dell’iniziativa.

* Non sono ammessi nella raccolta prodotti non confezionati o conservati in scatole danneggiate o aperte. Tutti gli alimenti dovranno presentare la data di scadenza visibile sulla confezione.