emporia

A seguito della levata di scudi dei gamer, Sony Interactive Entertainment ha cambiato (fortunatamente) idea. O meglio, a dirla tutta ha fatto retromarcia. Ma cosa è successo? A seguito del disco verde sui preordini del videogioco Horizon Forbidden West, l’idea iniziale era quella di non offrire dei piani per l’upgrade di Horizon Forbidden West da Ps4 a Ps5. In nessun caso, né gratuitamente e neppure a pagamento per gli acquirenti del videogioco sia nella standard sia relativamente alla Special Edition. A seguito della decisione assunta, si è scatenato un autentico tam-tam mediatico. Al punto da indurre il colosso giapponese videoludico a “correggere” nettamente il tiro.  L’anno scorso era stato proprio il presidente di Sony Interactive Entertainment a promettere l’upgrade gratuito legato alle esclusive di lancio cross-gen, includendo nella lista ovviamente anche l’incriminato Horizon Forbidden West.

Sony: le conferme del presidente Jim Ryan

La retromarcia è, dunque, arrivata (e con notevole soddisfazione da parte dei gamer) proprio per voce dello stesso Jim Ryan. Che, attraverso il PlayStation Blog, ha comunicato l’intenzione di offrire l’upgrade gratis per Horizon Forbidden West. Queste le sue parole: “È chiaro che l’offerta che abbiamo annunciato all’avvio dei preordini ha mancato il segno. L’anno scorso, ci siamo impegnati per offrire upgrade gratuiti per i nostri giochi di lancio cross-gen, incluso Horizon Forbidden West. Pertanto, confermiamo la nostra offerta”. Poche parole, ma precise. A queste non è mancata una non meno rilevante nota a compendio in ordine alle nuove uscite che coinvolgeranno prossimamente le piattaforme Ps4 e Ps5. Ancora Jim Ryan. “Voglio inoltre confermare che d’ora in avanti i giochi cross-gen first-party PlayStation offriranno un’opzione da 10 dollari per l’upgrade digitale dalla piattaforma Ps4 alla Ps5. Questo si applicherà tanto al prossimo God of War quanto a Gran Turismo 7. Ma avrà valore ed efficacia per qualsiasi altra esclusiva cross-gen pubblicata da Sony Interactive Entertainment”. Meglio così.