tcl 10 pro
Note 20 banner big

Oggi trascorriamo tutta la giornata insieme a TCL 10 Pro, lo smartphone dal display mozzafiato forte dell’expertise di TCL nel settore tv. Iniziamo dalle caratteristiche fondamentali: lo smartphone vanta un display Amoled FHD+, curvo, da 6,47 pollici, sotto la scocca batte uno Snapdragon 675, accompagnato da una RAM da 6GB e da uno storage da 128GB, espandibile fino a 256GB con micro-SD. La batteria è da 4500mAh, l’interfaccia è la TCL UI basata su Android 10.

Ore 11.20 – Un risveglio lento (batteria al 93%)

Nonostante sia un giovedì lavorativo di un settembre dalle temperature già gentili, abbiamo deciso di prendere questa mattina con la calma che di solito si riserva alla domenica. In circa un’ora, abbiamo portato la batteria di TCL 10 Pro dal 46% al 99% e, tra un caffè e un chicco d’uva, abbiamo “giocato” con le impostazioni dello smartphone, personalizzandolo a nostro gusto.

Abbiamo scelto uno sfondo animato, impostato la dark mode e il display Always On, scelte che andranno a impattare sulla durata della batteria, ma che rendono lo smartphone più d’appeal, almeno secondo le preferenze di chi vi scrive. Smanettare con TCL 10 Pro è una delizia: lo smartphone risponde bene ai nostri input e ci permette di avere tutto configurato in pochi tap, restituendo una sensazione di fluidità che ci fa venire voglia di usare il device ancora più a fondo.

Due cose ci sono saltate subito all’occhio e ci hanno colpito positivamente: sia per l’Always On che per la dark mode si può programmare l’orario di accensione e spegnimento. Così, per esempio, se durante la notte si volesse sospendere la visualizzazione delle notifiche e dell’orario sul display in stand by, si potrebbe facilmente impostare così come si imposta un promemoria sul calendario.

Ore 13.18 – Il sottofondo perfetto per una mattina di lavoro (batteria all’82%)

La mattina sarà pure iniziata a rilento ma non ci si può certo esimere dai doveri. Dunque abbiamo conferito a TCL 10 Pro il compito di supportarci mentre lavoravamo alla velocità della luce per recuperare il tempo perso. Abbiamo attivato Spotify e scelto di riprodurre il nostro podcast preferito direttamente dallo smartphone.

TCL

La qualità del suono espressa dallo speaker di TCL 10 Pro, posto in basso vicino alla type-C è molto buona: l’audio risulta potente e ricco in dettaglio. Non si sacrifica niente: dagli alti, ai medi ai bassi tutto è rappresentato al meglio. Tra le impostazioni, abbiamo reperito la possibilità di attivare la funzione audio mono, adibita a combinare i canali durante la riproduzione audio. Attivandola, ci sembra che aumenti leggermente il livello degli alti, ma la trasformazione ci risulta pressoché impercettibile.

Con 44 minuti di riproduzione audio, aggiornamento e controllo account social, email e navigazione web la batteria è calata del 10% in circa 2 ore.

Nelle Instagram Stories dell’account ufficiale di iGizmo potete ascoltare 15 secondi di riproduzione a volume massimo.

Ore 16.31 – Due passi con TCL 10 Pro (batteria al 56%)

TCL

Ci siamo presi un’ora abbondante di totale relax insieme a TCL 10 Pro. Immersi nel verde del parco di City Life, a Milano, ci siamo soffermati sulla raffinatezza del design del device che stiamo provando. E raffinatezza ci sembra proprio la parola più esatta per descrivere le scelte estetiche operate da TCL. 10 Pro ha delle linee morbide e pulite, che si sublimano nei bordi curvi e nel finish satinato del vetro posteriore. Nella colorazione che abbiamo in test, Ember Gray, il grigio scuro della parte superiore degrada con eleganza verso un grigio quasi argentato sul finire della back cover. Di gusto anche la disposizione della fotocamera: orizzontale e perfettamente incastonata nella scocca. Sporgono solo di meno di un millimetro i flash laterali, ma è un piccolo compromesso che non si nota e non inficia il risultato complessivo.

La cornice in alluminio ospita a destra i tasti per la regolazione del volume e quello di accensione, a sinistra il pulsante per attivare l’Assistente di Google. In alto, da sinistra a destra, si apprezza il jack audio da 3,5mm, un sensore a infrarossi e il microfono. In basso, trova posto lo speaker mono, il microfono secondario, il vano per la sim (doppia o singola in accoppiata alla micro-SD) e la type-C.

TCL

Lo smartphone misura misura 158,5 x 72,4 x 9,2 mm e pesa 177 grammi: dimensioni contenute per un device che è comodo e agevole da usare, anche con una mano sola. Un aspetto compatto che lascia ampio respiro al display, fiore all’occhiello di TCL 10 Pro.

Nelle storie della pagina Instagram di iGizmo trovate una visione a 360° di TCL 10 Pro.

Ore 17.45 – Netflix & TCL 10 Pro (batteria al 51%)

Mentre la giornata volge al termine, abbiamo deciso di spostare la sessione giornaliera targata Netflix su TCL 10 Pro. Del resto, il display è la punta di diamante di questo smartphone, dunque a chi vi scrive pare giusto provarlo in tutte le sue sfaccettature. Anche perché il claim di TCL è “Display Greatness”, lo si legge anche sulla custodia in silicone che abbiamo trovato nella scatola, dunque le aspettative sono alle stelle.

Nello specifico, stiamo parlando di un Amoled da 6,47 pollici, FHD+ (1080 x 2340 pixel), con picco di luminosità di 986 nit. Il rapporto screen-to-body è del 93%, lasciando davvero tutta la parte anteriore in mano al display, che risulta interrotto da un sottile notch a goccia che ospita la fotocamera frontale.

Per rendere realtà l’obiettivo di raggiungere la “grandezza” promessa, il display è arricchito da due sistemi: l’HDR10 e il NXTVISION, proprietario di TCL. L’HDR10 lavora sull’immagine per ottimizzare i colori e illuminare la scena in modo realistico, dunque supporta nel momento in cui fruiamo contenuti in streaming. NXTVISION lavora invece sui dettagli, perfezionando la nitidezza, la saturazione e occupandosi anche del contrasto. Le due tecnologie lavorano in una perfetta sinergia, regalando colori ricchi di sicuro impatto visivo. Sia nelle foto che nella riproduzione video la resa è qualitativamente egregia, rendendo l’utilizzo dello smartphone una vera e propria goduria.

Nello specifico della nostra riproduzione su Netflix, abbiamo apprezzato soprattuto la qualità e la ricchezza dei dettagli, la precisione dell’immagine e la profondità dei colori.

Nelle storie della pagina Instagram di iGizmo trovate due video che esplorano il display di TCL 10 Pro.

Ore 19.44 – Prima di cena, un’occhiata alla fotocamera (batteria al 46%)

TCL 10 Pro è dotato di una fotocamera posteriore quadrupla, così costituita:

Obiettivo principale da 64 MP con apertura f/1.8 e sensore da 1/1.7”;

Obiettivo Super Wide da 16MP con apertura f/2.4 e angolo a 123° e sensore da 1/3”;

Obiettivo da 5MP adibito agli scatti macro con apertura f/2.2 e sensore da 1/5”;

Obiettivo da 2MP che si occupa della profondità con apertura f/1.8 e sensore fa 1/2.8”.

Vi sono poi i due flash led che aprono e chiudono il comparto, oltre a un autofocus laser.

La fotocamera frontale è invece composta da un obiettivo da 24MP f/2.0 e sensore da 1/2.8″.

Tra le funzionalità, la modalità Auto che permette di scegliere se scattare tra l’1x e lo zoom digitale 10x ibrido, in grandangolare oppure accedendo a una modalità che consente di attivare in contemporanea la modalità originale, ultra wide e il video in condizioni di scarsa luminosità e scegliere per quale modalità di ripresa optare. Si può poi scattare in Super Macro, in modalità panorama o in super esposizione (per catturare le scie luminose). Sia la fotocamera frontale che quella posteriore sono supportate dall’AI e consentono di applicare filtri agli scatti.

In generale la qualità delle foto ci appare buona: con la piena luminosità, i colori sono corposi, ricchi e dettagliati. Così come la precisione cromatica rispetto a quanto viene visto dall’occhio umano. Buono il bilanciamento del bianco e la resa del dettaglio, anche per scatti macro o sullo zoom (che comunque è destinato a perdere qualcosa). Quando la luminosità viene meno, la fotocamera continua a lavorare bene, anche se tende a esaltare le luci artificiali: il risultato complessivo rimane comunque gradevole.

I video si possono registrare fino in 4K a 30fps con la fotocamera posteriore, fino a 1080p con quella anteriore. Anche qui i risultati sono soddisfacenti con una qualità adeguata al comparto.

Nelle storie della pagina Instagram di iGizmo trovate un video girato con TCL 10 Pro.

Day 2 – Una bella sorpresa (batteria al 17%)

Ci siamo svegliati con ancora qualche percentuale di batteria residua e abbiamo dunque deciso di concludere il mattino del giorno due la nostra recensione, con alcune considerazioni.
Prima di tutto le prestazioni: lo Snapdragon 675 lavora bene e ci ha supportato egregiamente in tutte le operazioni, senza impuntamenti o lag di sorta. Sia nell’esplorazione di pagine web, nell’aggiornamento dei social, che nella riproduzione multimediale TCL 10 Pro si è mostrato sicuro e pronto a rispondere senza indugi alle nostre richieste. L’accoppiata con la batteria da oltre 4000mAh è vincente: lo smartphone è in grado di accompagnare durante tutta la giornata senza impensierire circa la carica residua.

Ci sono piaciute le personalizzazioni dell’interfaccia TCL. Le icone rotonde e animate sono la prima cosa che ci ha colpito positivamente, un piccolo vezzo estetico che però rende gradevole l’uso complessivo dello smartphone. Interessante la possibilità di attivare una cornice luminosa intorno ai bordi che indica una notifica e la personalizzazione dell’Always On, varia e che raggiunge un grado di customizzazione ulteriore: l’utente può infatti disegnare la configurazione preferita. Vi è anche la possibilità di clonare app, attivare e personalizzare il menu laterale con le app preferite, attivare la modalità a una mano e quella di gioco. Disponibile anche uno Smart Manager per l’ottimizzazione delle prestazioni dello smartphone e la possibilità di bloccare il device tramite sequenza, impronta e riconoscimento del volto: tutti metodi che ci hanno convinto per velocità e precisione. Buona anche la personalizzazione del menu, dove le app sono organizzate per categorie. Per esempio in comunicazioni, trovate i contatti, Facebook, le email, i messaggi, il telefono e Duo. Si possono ovviamente aggiungere App a piacimento ai vari sotto menu e ordinare la visualizzazione degli stessi per nome, etichetta, utilizzo, installazione, colore dell’icona e categoria. Forse, con un grado di personalizzazione ulteriore si potrebbe far decidere all’utente l’etichetta da assegnare alle varie categorie.

Conclusioni

L’esplorazione di TCL 10 Pro ci ha lasciato entusiasti di questo device. Dal design al display, dall’interfaccia alla batteria, dalla fotocamera alle prestazioni, TCL 10 Pro è uno smartphone bello da vedere e piacevole da utilizzare. Il lavoro compiuto dal brand per confezionare un prodotto in grado di competere nell’affollato panorama Android è innegabile: il posizionamento sotto i 500 euro è adeguato e lo rende ancora più appetibile in virtù della combinazione di caratteristiche ed esperienza utente.

Valutazione
TCL 10 Pro