Paladone

Rivolgere l’attenzione a uno smartphone TCL significa avere a disposizione un device solido e affidabile, arricchito da tutte le caratteristiche che si pretendono da uno smartphone nel 2021. TCL 20 5G rientra perfettamente in questa descrizione: lo abbiamo testato per qualche settimana e, lungi dall’essere una sorpresa, TCL si riconferma foriera di smartphone che piacciono e convincono.

TCL 20 5G arriva con una RAM da 6 GB e uno storage interno da 128 GB, con interfaccia TCL UI basata su Android 10 aggiornato alla patch del 5 novembre 2020.

Design e display di TCL 20 5G

Su questo smartphone TCL abbandona la disposizione orizzontale della fotocamera ma non perde in eleganza: per l’occasione il comparto posteriore è stato sviluppato in verticale e alloggiato in una cornice che sporge di pochi millimetri dalla scocca. Una soluzione che incontra il nostro gusto e permette di utilizzare il telefono agevolmente a che quando adagiato su una superficie piana, con l’unico flebile movimento che si registra solo accanendosi sull’angolo in alto a destra, ma è davvero un’oscillazione di poco conto.

La scocca posteriore, che abbiamo apprezzato nella colorazione Mist Gray, ha due lavorazioni che rendono lo smartphone liscio al tatto e una finitura opaca, elegante e per niente sopra le righe. L’insieme trattiene lievemente le impronte, ma dona un allure originale e gradevole alla vista. Nella scatola abbiamo poi trovato una cover trasparente, utile a proteggere il telefono da urti e sporco.

TCL

Inferiormente si apprezza la type-C e gli speaker audio doppi. A destra trova posto il bilanciere del volume e il tasto di accensione e spegnimento che funge anche da sensore per lo sblocco tramite impronta digitale, a sinistra il tasto che richiama l’Assistente di Google e lo slot per la sim, doppia o nell’accoppiata sim + microSD. In alto si trova invece il microfono e un sempre apprezzato jack audio da 3,5 mm, per ascoltare la musica anche tramite le cuffie a filo.

Non è uno smartphone dalle dimensioni contenute: parliamo infatti di 166,2 x 76,8 x 9,1 mm per un peso di circa 206 grammi. Sono numeri che però permettono di fare posto a un display ampio e a una batteria che assicura un’eccellente autonomia.

TCL

Davanti svetta un bel display da 6,67 pollici FULL HD+ potenziato da NXTVISION, la tecnologia proprietaria di TCL che migliora le caratteristiche del pannello. Prima di addentrarci nelle specifiche, è da sottolineare la presenza di cornici sottili, che rendono l’esperienza del display ancora più coinvolgente e immersiva, parliamo di un rapporto screen-to-body di circa 84%. Lo schermo è un LCD IPS HDR10 a 450 nit e con un formato 20:9.

Da anni il brand ci ha abituato a ottimi display, forte anche del know-how sui televisori, e questo modello non fa eccezione. I colori stupiscono per brillantezza e ricchezza senza affaticare l’occhio, un connubio indovinato che rende gradevole eseguire ogni attività su TCL 20 5G.

Le impostazioni relative al display sono ricche e variegate. Tra queste segnaliamo la possibilità di programmare il passaggio alla Dark Mode e di attivare la modalità occhi sani, che filtra la luce blu e regola la temperatura del colore del display, così da non affaticare la vita. È inoltre possibile scegliere la luminosità adattiva, che ottimizza la luminosità a seconda della luce disponibile, e impostare la frequenza di aggiornamento a 60 Hz o lasciarla in mano alla regolazione del sistema, così da ridurre l’incidenza sulla batteria.

Attivare la modalità NXTVISION significa permettere al display di esprimere il suo pieno potenziale, sia nelle immagini che per quanto concerne video e giochi. Sempre da questo pannello, è possibile regolare la base gamut del display scegliendo tra le modalità Naturale, Vivido e Avanzate. Quest’ultimo sblocca una serie di impostazioni per agire autonomamente sulla saturazione del display e sulla temperatura.

Prestazioni e batteria

Sotto la scocca troviamo un processore con processo produttivo a 8nm Qualcomm Snapdragon 690 5G, un Octa-core con 2 core a 2.0 GHz Kryo 560 Gold e 6 core a 1.7 GHz Kryo 560 Silver, GPU Adreno 619L, affiancato da 6GB di RAM e 128GB di storage interno UFS 2.1 espandibile.

Il comparto garantisce allo smartphone una buona reattività: anche nelle fasi di test più spinte il telefono ha conservato una buona fluidità e non ha mai mostrato lag o incertezze, supportando tutte le attività con precisione e puntualità. Efficiente il multitasking, così come lo scroll di pagine web pesanti e il controllo e l’aggiornamento dei social. Lo smartphone si comporta bene anche con i videogiochi, offrendo un’esperienza visiva e prestazione di livello.

La batteria da 4.500 mAh offre un’autonomia che consente di arrivare alla fine della giornata senza particolari aggiornamenti, nel weekend con un utilizzo più lieve si arriva tranquillamente anche al giorno dopo. Presente la ricarica rapida a 18W e il QuickCharge 4.0+. 

Interfaccia

Oltre al già citato NXTVISION e alla modalità occhi sani, TCL UI è arricchita anche dalla possibilità di clonare app per accedere a più account da un dispositivo, il registratore schermo che si affianca a un parco di impostazioni completo per gli screenshot, la modalità gioco che consente di scegliere le impostazioni da dedicare al momento in cui si gioca, come il blocco delle notifiche e la luminosità costante, la modalità a una mano e il sistema cambia telefono per trasferire dati e informazioni dal vecchio smartphone a quello nuovo.

Preciso anche lo Smart Manager, che permette di ottimizzare le prestazioni dello smartphone liberandolo da file inutili e eseguendo una ricca diagnostica sull’hardware anche testando i singoli elementi, come bluetooth e temperatura della batteria. Per quanto riguarda lo sblocco, è presente il sensore di impronte digitali e il riconoscimento del viso, oltre a segni e tracciamenti classici.

Sempre apprezzata la modalità di organizzazione delle app, in cui l’ordinamento può essere impostato per nome, etichetta, utilizzo, installazione, colore dell’icona e categoria. Dal punto di vista di chi vi scrive, è una delle funzionalità più indovinate di TCL e una delle organizzazioni migliori sul mercato, che consente una navigazione agevolata tra le numerose app che affollano lo smartphone.

Fotocamera di TCL 20 5G

Il comparto fotografico posteriore di TCL 20 5G è così composto:

Una fotocamera principale grandangolare da 48 MegaPixel, f/1.8, lunghezza focale 26mm, dotata di PDAF;
Una fotocamera ultragrandangolare da 8 MegaPixel, f/2.2, lunghezza focale 16mm, con angolo di visione fino a 118˚;
Una fotocamera deputata alla macro da 2 MP, f/2.4.
Il comparto è poi sostenuto da un Flash LED.

Anteriormente, il dotch ospita una fotocamera grandangolare da 8 MegaPixel, f/2.0, lunghezza focale 27mm.

Tra le funzionalità della fotocamera dello smartphone TCL, oltre alla Auto che permette di passare dalla 1x al grandangolo con un tocco, c’è la modalità Ritratto e la Super Notte. Segnaliamo inoltre la Pro che consente di lavorare sulle impostazioni e la Super Macro e Pixel Elevati. Presente poi la modalità video e lo slow motion.

In condizioni di buona luminosità gli scatti sono gradevoli e ricchi di dettaglio. Precisi a restituire un’immagine fedele rispetto quanto registrato dall’occhio, offrono buoni risultati in ogni circostanza. Per gli scatti all’interno con luci artificiali, bisogna prestare attenzioni alle luci che talvolta potrebbero donare un’aura fin troppo gialla allo scatto, mentre la modalità macro si esprime meglio in condizioni di elevata luminosità. Buona anche la resa del grandangolo che non agisce sui bordi della foto e conserva una buona quantità di dettaglio.

In condizioni di buio o bassa luminosità la quantità di dettaglio espressa da TCL 20 5G rischia di perdersi. In questo caso viene in aiuto la modalità super notte, che limita lievemente il rumore sul cielo e contribuisce a esaltare i dettagli del soggetto e a valorizzare le sorgenti luminose. Peccato che non sia possibile sfruttare questa modalità anche per il grandangolo, che di notte appiattisce contorni e dettagli ma che tutto sommato lavora bene e fornisce risultati gradevoli.

I video si possono registrare in 4K a 30 fps o a 1080 e 720p a 30 e 60 fps e a 480P a 30fps. Passando al 4K, si perde la stabilizzazione, disponibile a 1080p a 30fps. Se il video non stabilizzato paga comunque qualcosa nel movimento, l’immagine resta buona, luminosa e con una buona dose di dettaglio.

Conclusioni

A meno di 300 euro, TCL mette sul piatto uno smartphone che ha tutto: dalla connettività 5G a un ottimo display, passando per una batteria che garantisce una buona autonomia e una fotocamera che sorprende soprattutto nella modalità Super Notte. Lo vediamo come lo smartphone ideale per chi vuole un buon equilibrio tra funzionalità e efficienza costruttiva, senza gravare eccessivamente sulle finanze.

Valutazione
TCL 20 5G