Wiko
Note 20 banner big

Abbiamo trascorso una giornata di mare – che poi sono diventate due – insieme a View4 Lite, lo smartphone di Wiko che ha nell’ampia batteria da 4000mAh il suo fiore all’occhiello. Abbiamo messo alla prova proprio la batteria, mentre lo smartphone ci ha accompagnato nelle attività quotidiane: dal lavoro, blando ma presente anche ad agosto, alle foto e all’intrattenimento, che abbiamo dettagliato nella recensione live di seguito.

Qualche dato tecnico: Wiko View4 Lite ha dimensioni 167 x 76,8 x 8,45mm e un peso di 174 grammi. Ha dimensioni generose per un peso contenuto, che è la combinazione preferita di chi vi scrive. Ciò garantisce infatti la presenza di un display ampio, nello specifico uno schermo da 6,52 pollici IPS HD+ (1600 x 720 pixel) a 16,7 milioni di colori, ma senza rinunciare all’ergonomia. Il device infatti risulta leggero e ben equilibrato, consentendo l’utilizzo a una sola mano – facilitato da qualche accortezza lato software – e non ingombra durante le attività quotidiane.

Wiko View4 Lite è dotato di Android 10, aggiornato alla patch di sicurezza del 5 giugno 2020.

Ore 9.46 – Si parte, ma prima un po’ di energia (batteria 100%)

Appena staccato dalla carica, il Wiko View4 Lite è sottoposto alla prova della colazione. Al 100% della batteria, iniziamo da subito controllando i social, leggendo qualche notizia sui siti di informazione e scaricando Netflix, che ci eravamo dimenticati di aggiungere al nostro parco app. In casa, quindi sotto luce artificiale, la resa del pannello IPS è adeguata e con colori ben incisi e non sparati.
Abbiamo impostato la modalità scura, che risparmia la batteria e non affatica gli occhi, e lo sblocco tramite pin e segno. Manca la possibilità di utilizzare l’impronta digitale mentre il riconoscimento del volto si attiva dalla voce Funzioni Wiko nelle Impostazioni e per ora lo sblocco ci appare rapido e preciso, privo di incertezze.

Ore 11.08 – Ancora niente mare (batteria 94%)

Ancora almeno un’ora lontani dalla spiaggia, Wiko View4 Lite continua a farci compagnia mentre concludiamo il lavoro della mattina. In particolare, lo usiamo per allietare la mattina con qualche brano da Spotify. Lo speaker è posizionato in basso, a destra della type-c, e offre una buona qualità sonora. Il suono in uscita è alto, cristallino e ricco. Si registra una lieve perdita sui bassi, mentre i toni alti e medi sono ben riprodotti. In generale l’esperienza audio soddisfa ed è adeguata alla fascia di prezzo dello smartphone. Per un ascolto diretto, date un’occhiata alle nostre storie sulla pagina Instagram di iGizmo.

Ore 13.30 – E mare sia (batteria 90%)

Appena giunti in spiaggia, già accaldati e con i piedi appena doloranti per la sabbia rovente sotto il sole di agosto, ci siamo presi un attimo per osservare il design del Wiko View4 Lite. Posteriormente la scocca lucida in policarbonato nella colorazione Deep Blue crea un bell’effetto sotto la luce del sole.

La fotocamera posteriore è tripla, alloggiata in una cornice verticale elegante che non è a filo scocca ma sporge poco e che si inserisce perfettamente nell’estetica posteriore, senza stravolgerla ma anzi conferendo al risultato finale un equilibrio raffinato.

I tasti per l’accensione e lo spegnimento sono a destra, mentre il lato sinistro ospita il tasto per attivare l’assistente di Google. In basso troviamo il microfono principale, la porta USB 2.0 e lo speaker mono. In alto si apprezza una bella sorpresa: il jack audio da 3,5mm.

Anteriormente la soluzione scelta per ospitare la fotocamera è un notch a goccia, dunque la fotocamera si trova nel centro della parte superiore del display.

In generale, la combinazione tra materiali costruttivi e scelte estetiche, dà vita a un prodotto finale all’altezza delle aspettative. Ricordando sempre che stiamo parlando di un device di fascia bassa, disponibile a 129 euro, la sensazione in mano è quella di un prodotto realizzato con buoni materiali costruttivi, solido e affidabile.

Netflix in spiaggia? Perché no – batteria all’83%

Non è un’attività tipicamente da spiaggia, eppure nel 2020 non capita di rado di scorgere persone che concludono l’episodio della propria serie tv al mare, o di sentire bambini che chiedono la puntata del cartone preferito subito dopo il gelato. 

Anche noi abbiamo riempito qualche minuto di questo 13 agosto in spiaggia con questa attività alternativa gradita soprattutto nelle ore più calde, quando si tenta di celare ogni millimetro di pelle allo sguardo implacabile del sole estivo. Lo schermo IPS, alla massima luminosità possibile, ci ha supportato soprattutto all’ombra. Sotto la luce diretta del sole non è semplicissimo scorgere cosa avviene sul display, ma al riparo dei raggi solari la situazione migliora. Lo stesso si può dire dei social e delle pagine web. 

In generale, l’esperienza di fruizione è adeguata anche all’aperto. Sia dal punto di vista “visivo”, sia da quello delle prestazioni, che su Wiko View4 Lite sono affidate al processore Mediatek 6762D A25, un Octa-Core da 1.8 GHz con GPU IMG PowerVR GE8320. affiancato da una RAM da 2GB, una ROM da 32GB espandibili fino a 256GB tramite micro-SD. 

Il comparto svolge al meglio tutte le operazioni, in linea con la fascia di prezzo cui è presentato il device. In generale, lo scroll e il multitasking potrebbero godere di una maggiore fluidità, ma l’esperienza complessiva è comunque di buon livello. Anche tenuto conto il bilancio tra prestazioni e batteria, Wiko View4 Lite si sta comportando in modo preciso ed equilibrato. 

Ore 18.40 – Gli scatti nelle ore più calde (batteria al 75%)

Wiko View4 Lite vanta un comparto fotografico triplo così costituito: 

  • Sensore principale da 13 MP
  • Sensore di profondità da 2 MP che supporta negli scatti bokeh 
  • Sensore ultra-grandangolare da 5 MP con apertura fino a 114°

La fotocamera anteriore è invece da 5 MP. 

Finora abbiamo realizzato scatti nelle ore più calde della giornata, quindi con condizioni luminose ottimali. In tale contesto, Wiko offre scatti in linea con la fascia di prezzo. I colori sono buoni e ricchi e anche la qualità del dettaglio è adeguata. Non tradisce le aspettative neanche il grandangolo. Per quanto riguarda la ripresa video, a 1080p a 30 fps, vi rimandiamo alle nostre storie sulla pagina Instagram di iGizmo.

Ore 21.22 – Il tramonto con Wiko View4 Lite (batteria al 69%)

Quando il sole si prepara al tuffo verso Le Cinque Terre, è il momento giusto per concedersi un aperitivo in spiaggia che prende per mano e conduce con serenità all’ora di cena. E quale scenario migliore per provare di nuovo la fotocamera di View4 Lite, stavolta chiamata a immortalare il rosso di un altro epico tramonto estivo. Il contrasto tra il cielo acceso e il mare che sta per spegnersi, il sole che a poco a poco saluta in lontananza: condizioni romantiche che però possono mettere a dura prova la fotocamera di uno smartphone di fascia bassa. Wiko View4 Lite si è invece comportato bene anche in questo scenario, esaltando i rossi senza inasprirli e sottolineando i profili illuminati dagli ultimi tiepidi raggi di sole. La qualità di dettaglio è ancora buona, così come la nitidezza e la pienezza del colore.

Il video al tramonto potete apprezzarlo tra le storie Instagram di iGizmo.

Ore 10.57 – Il giorno dopo (batteria al 56%)

Questa mattina ci siamo svegliati con una bella sorpresa: la batteria su Wiko View4 Lite nel corso della notte ha perso solo un paio di punti percentuali. Abbiamo fatto fare le ore piccole allo smartphone, chiamato a sostenere la prova notturna.

La batteria rimane una garanzia e il comparto fotografico fa il suo dovere anche di notte, senza brillare ma in linea con le attese. Wiko View4 Lite è un telefono di fascia bassa, dunque il rumore e la perdita di dettaglio rispetto agli scatti in piena luminosità erano ampiamente prevedibili.

Dove le luci artificiali aiutano il risultato rimane buono, il rumore basso e la quantità di dettaglio soddisfacente. In una condizione particolare, dove al buio profondo del mare si accompagnano luci in lontananza, il dettaglio e la messa a fuoco non brillano di precisione. Nel complesso restano comunque scatti godibili e adeguati alla dotazione.

Ore 17.35 – Pomeriggio in relax per Wiko View4 Lite (batteria al 49%)

Oggi Wiko View4 Lite ha fatto la tipica giornata da spiaggia: relax, lettura e un po’ di musica.

Complice gli impegni lavorativi anche sotto l’ombrellone, lo smartphone di Wiko ha vissuto un pomeriggio più blando, in attesa della serata. Fedele compagno durante le ore di lavoro, è stato comunque un valido supporto per il controllo dei social, la riproduzione di qualche brano su Spotify e la lettura di qualche news.

Una bella sorpresa: abbiamo provato per qualche minuto la versione demo di Assassin’s Creed, che è risultata fluida e piacevole da utilizzare sia lato processore che lato display, senza un impatto eccessivo sulla batteria.

Ore 23.45 – Buona Notte Wiko (batteria al 20%)

La conclusione della giornata ha impegnato Wiko View4 Lite in maniera consistente: chiamate – l’audio in entrata è chiaro, ricco e senza sbavature – social, messaggi, lettura, musica e foto. Siamo riusciti a fare tutto senza intoppi e alla fine abbiamo concluso la seconda giornata con un buon 20%.

Conclusioni

La batteria di View4 Lite si conferma come da aspettative: capace di arrivare alle 48 ore con un uso quotidiano. Comunque, anche nell’uso più intenso non concede troppi punti percentuale. Il processore svolge bene tutte le operazioni e supporta al meglio nelle varie situazioni di utilizzo. Non ci si può attendere la fluidità del top di gamma, ma non bisogna dimenticare che tra le mani si ha un device da 129 euro. Anche il comparto fotografico è divertente da utilizzare e in condizioni di buona luminosità regala scatti gradevoli. In definitiva, Wiko View4 Lite è una buona soluzione per avere in tasca un device completo dai costi contenuti, o un secondo telefono che garantisce la certezza di avere sempre batteria a disposizione laddove il primo ci lasciasse a piedi prima della fine della giornata.

Valutazione
Wiko View4 Lite