pioneerdj

La funzione del tablet varia a seconda del tipo di utente e delle sue necessità. Tra chi sostiene essere “solo” uno strumento di fruizione dei contenuti, e chi ne delega gran parte delle funzioni su cui si intersecano smartphone e pc (dalle videocall alla navigazione Web fino alla produttività in mobilità). Il fatto è che queste due tendenze di utilizzo oscillano nel tempo e man mano che si usa il device, quindi è bene dotarsi di un prodotto flessibile e scalabile nel tempo. Come nel caso del Lenovo Tab P11, tablet con display da 11″ e affidato ad Android 10.

La prima considerazione che si trae da questo tablet è la compattezza. Il profilo laterale è di 7,5 mm, mentre il peso è meno di 500 grammi. Non è molto più grande e spesso di un taccuino, in più si destreggia agilmente con qualsiasi app multimediale e di lavoro.

A farla da padrone è il display Ips da 11″ con risoluzione di 2.000×1.200 pixel (400 nits di luminosità) che “obbliga” a usare il Lenovo in modalità landscape (orizzontale). Il Tab P11 è pensato per dare il meglio con questa impugnatura e lo si evince da tre elementi strutturali: la webcam (8 Mpixel) è posta sul lato lungo in alto; in corrispondenza dei lati corti si trovano le due coppie di speaker che operano in simbiosi con l’app Dolby Atmos che permette di equalizzare i suoni in base agli ambiti di utilizzo (musica, film, intrattenimento e così via); nella parte inferiore del Tab P11 si trovano il connettore e i ganci per collegare gli accessori esterni, come per esempio la tastiera.

Lo schermo in modalità landscape è perfetto per lavorare ma anche per farsi catturare da sessioni di binge watching e dallo streaming video. Persino sul fronte gaming è capace di restituire non poche soddisfazioni a livello visivo. Merito di Lenovo che ha scelto un display ben calibrato a livello cromatico e con un generoso angolo di visione, due doti più importanti rispetto alla luminosità di picco di 400 nit.

Il pannello Ips scelto da Lenovo ha risoluzione circa 2K è la base della soddisfacente esperienza di utilizzo del Tab P11. Anche in senso verticale, perché riproduce sostanzialmente le medesime dimensioni di una pagina di libro, massimizzando la leggibilità di documenti, pagine Web e persino visualizzare le foto.

Android 10 allo stato puro e batteria da 7.500 mAh

Se l’app dedicata ai bambini permette di perimetrare l’utilizzo del tablet su misura per i più piccoli, Android 10 tenuto sostanzialmente in versione “stock” (con poche aggiunte più a livello di app pre-installate) sul Tab P11 è garanzia di compatibilità con le app per le call, il lavoro e lo studio. Oltre che per lo svago. Il tutto è sostenuto dal processore Qualcomm Snapdragon 662 (octa core a 2 GHz) assistito da 4 GB di Ram e 64 GB di storage. Il prezzo di questa configurazione giunta in prova è pari a 299 euro, mentre sullo store online di Lenovo si trovano altre due varianti.

La dotazione comprende anche l’alimentatore a 20 watt per la batteria integrata da 7.500 mAh, capace di tenere acceso il Tab P11 per una intera giornata produttiva e avere una buona riserva serale per leggere o per svagarsi.

Se, invece, si vuole usare il Lenovo Tab P11 per un sessioni più intense fatto di binge watching e gamging, considerate una intera stagione nel primo caso (6 puntate di Loki senza ricaricare) e dopo due ore di gioco (tra cui Asphalt 9, eFootball Pes e Call of Duty) l’autonomia residua della batteria superava ampiamente il 50%.

Rimanendo in tema multimediale, le quattro casse si esprimono al massimo con i film e l’audio. Così che la fruizione sia nel primo caso davvero di stile cinematografico, nel secondo caso non faccia rimpiangere uno speaker esterno.

Buona la definizione della webcam anteriore, perfetta per un utilizzo tipico da videocall. Buono anche il sensore posteriore, all’altezza di uno smartphone entry level. Il Tab P11 non è nato come tablet fotografico ma alla bisogna assicura buoni scatti per il social o per scopi lavorativi, di studio e di produttività.

Infine, interessante la scelta di dotare il tablet del sistema di riconoscimento biometrico dell’impronta digitale integrato nel tasto di accensione. La disposizione dei pulsanti del Lenovo Tab P11, compresi quelli per il volume, è chiaramente studiata per tenere il tablet in senso orizzontale: quando lo si gira in verticale per esigenze di visualizzazione, bisogna cercare con le dita i tasti e fare l’abitudine alla nuova impostazione.

Valutazione
Lenovo Tab P11 - 299 euro