review
pioneerdj

Il lavoro di chi vi scrive è fortemente centrato sulla grafica, sulla rappresentazione il più possibile veritiera dei colori e sull’accuratezza complessiva delle immagini visualizzate. Poi con il tempo e l’esperienza si acquisisce una naturale predisposizione per tre componenti fondamentali che migliorano il comfort complessivo: la tastiera, il mouse (trackap o equivalente) e il monitor. Ce n’è uno di base, che il sistema operativo ma la scelta avviene come elemento fondante su cui costruire il set di strumenti software e hardware. Se la tastiera deve essere comoda come un vestito fatto su misura, il monitor è quello che la differenza, per necessità e per sensibilità acquisita nel corso del tempo. Il FlexScan EV2795 di EIZO ha mostrato la sua vocazione qualitativa fin dalla prima accensione.

Ci siamo subito volontariamente affidati a questo monitor di EIZO per tutte le esigenze tanto lavorative quanto ludiche (non per il gaming, ma per la fedeltà cromatica di visualizzazione dei video e delle foto) perché il pannello assicura una fedeltà visiva che non ha paragoni. Certo, si dirà, stiamo parlando di un monitor con prezzo di circa 850 euro: vero, la qualità si paga e per un monitor di questo livello non è nemmeno un investimento così impegnativo. Il FlexScan EV2795 (bianco nella nostra prova ma c’è anche in versione black) è perfetto per tutte le esigenze di ufficio, di home working, di Dad e di editing fotografico e video per utenti che necessitano di colori fedeli e realistici. Che si traduce in bianchi precisi, neri profondi, colori calibrati e gestibili sui vari profili. Lo diciamo ancora una volta: non è un monitor gaming. Però è perfetto per lo streaming video, perché ha una resa paragonabile a quella dei Tv più blasonati.

Il merito è del pannello da 27″ con risoluzione di 2.560×1.440 pixel (densità di 109 ppi, formato 16:9): non è 4K ma la risoluzione è perfetta per l’ambito lavorativo al quale si rivolge. Sempre il display del FlexScan EV2795 di EIZO vanta caratteristiche tecniche importanti: contrasto 1000:1, luminosità eccellente di 350 candele per metro quadro (cd/mq), angolo di visuale di 178° e, soprattutto, trattamento opaco che evita sia di mostrare le ditate sia soprattutto di riflettere in modo fastidioso la luce, sia essa ambientale o proveniente da fonti artificiali (lampadine) o naturali (sole).

Per chi vi scrive l’aspetto più bello del pannello del FlexScan EV2795 di EIZO è rappresentato dai bordi ridotti al minimo indispensabile. E questa soluzione estetica che quasi azzera il confine tra mondo virtuale e mondo reale è una delle doti che più apprezza lo scrivente. In numeri: i due bordi laterali e quello superiori incidono per poco più di 7 mm, quello inferiore arriva a circa 1 cm perché ospita la barra per controllare le impostazioni Osd del monitor e gli speaker.

Le due feritoie poste da EIZO in basso ai lati ospitano gli altoparlanti, peraltro potenti. Mentre il volume si regola da uno dei segmenti verticali nelle prossimità del tasto di accensione frontale. Dai menu Osd del FlexScan EV2795 si possono anche definire i profili di visualizzazione, tra cui sono interessanti quelli sRGB che copre il gamut nativo di macOS, Windows e Linux, così da avere una rappresentazione precisa dei colori prodotti dalle applicazioni (soprattutto di photo e video editing) e dall’Os, e il Paper, che simula la resa della carta, ideale per chi opera con un output di questo tipo.

A ulteriore conferma della predisposizione per quest’ultima modalità di utilizzo, si consideri che il FlexScan EV2795 ha una struttura di tipo pivot che permette di ruotarlo di 90° sull’asse centrale al fine riprodurre una superficie superiore del 30% rispetto a un foglio di carta A3. Basta impostare il software di gestione del monitor del sistema operativo per adattare le immagini, ed è possibile visualizzare gli impaginati fino al formato A3 al 100% con simulazione della resa su carta. Geniale.

Un altro profilo colore interessante è quello Movie, utile per chi ha necessità di editing, e ci sono anche due preset (User 1 e User 2) personalizzabili. Sul FlexScan EV2795 non manca nemmeno la modalità EcoView che preserva le doti cromatiche del pannello ma riducendo i consumi effettivi, con tanto di indicazione dei watt e della conseguente CO2 “salvata”. Stando alle specifiche di EIZO, il monitor consuma circa 0,5 watt in stand-by e poco più di 16 watt in modalità standard (classe D).

A queste doti visive, che ci hanno conquistato fin dalla prima finestra aperta, si sommano caratteristiche che rendono l’EV2795 molto flessibile. A iniziare dal fatto che il collegamento tra il Macbook Air M1 aziendale e il monitor di EIZO è avvenuto via Usb-C sfruttando il cavo fornito in dotazione e una delle due porte integrate. Cavo che non solo ricarica la batteria del portatile (output gestito fino a 70 watt), ma alimenta anche lo switch Kvm posto sulla parte sinistra del monitor. In pratica sono tre porte Usb 3 in formato tradizionale a cui collegare periferiche, pendrive, mouse, tastiere e unità disco che sono configurate e lette ad alta velocità dal sistema operativo.

Le tre porte Usb sono sormontate dal jack da 3,5 mm per collegare cuffie e auricolari per le video conferenze. Mentre nella parte inferiore c’è l’Ethernet per collegare alla rete fissa il pc. Per la nuova generazione dei portatili muniti di solo porte Usb-C è una soluzione che risolve praticamente tutti i problemi di connettività esterna. Se ancora non bastasse, la porta Usb-C supporta la modalità Daisy Chain per collegare in sequenza più monitor FlexScan.

Non mancano le porte Hdmi e DisplayPort. Così che l’EV2795 possa essere collegato a qualsiasi sorgente o computer. Il tutto è integrato in modo elegante da EIZO nella parte posteriore del monitor dominata dal generoso sostegno regolabile in altezza e in basculamento per garantire il massimo comfort visivo, anche quando lo schermo ruota di 90°.

La qualità profusa da EIZO in questo modello di FlexScan EV2795 è anche percepibile dalla sezione dei cavi inclusi, dalle plastiche solide, dallo scorrimento leggero e silenzioso del supporto del display e da piccoli dettagli, come il vano ricavato nel supporto dove inserire i cavi affinché occupino meno spazio sulla scrivania.

Valutazione
EIZO FlexScan EV2795 - 850 euro