WhiteShark

Da domani 21 maggio, RaiCinema porta su RaiPlay otto film da vedere gratis. Prende così il via il progetto #IlCinemaNonsiFerma (“La Rai con il cinema italiano”), un unicum assoluto.

La strategia di RaiCinema

Rai Cinema è una società nata nel 1998 in base all’esigenza del gruppo di Viale Mazzini di costituire una società autonoma focalizzata sull’attività di produzione, acquisizione e gestione dei diritti del prodotto audiovisivo sui diversi canali della filiera cinematografica. Il suo amministratore delegato, Paolo Del Brocco, ha così spiegato l’iniziativa: “La centralità della sala cinematografica è sacra. Tuttavia, in accordo con i produttori, a fronte di questo momento di incertezza, abbiamo deciso di offrire un’opportunità a quei film che avevano un’uscita programmata, ma che difficilmente sarebbero riusciti a trovarne un’altra nel medio periodo. L’accordo perfezionato con RaiPlay punta sulle opere di registi emergenti”.

Le otto pellicole in formato streaming

A debuttare per prima sarà la pellicola intitolata ‘Magari’, autentico esordio in regia per Ginevra Elkann, che ha nel cast Riccardo Scamarcio e Alba Rohrwacher. Vale la pena sottolineare che degli otto film in programmazione, la metà è costituita da inediti, mentre gli quattro hanno avuto una breve uscita in sala. Il cartellone di RaiCinema prr RaiPlay prevede poi ‘Bar Giuseppe’ di Giulio Base dal 28 maggio, ‘La rivincita’ di Leo Muscato dal 4 giugno e ‘Abbi fede’ di Giorgio Pasotti, dal’11 giugno. A questa quaterna bloccata prima dell’uscita in sala a causa dell’emergenza Coronavirus, segue un poker a partire dal 18 giugno per arrivare al 9 luglio. In sequenza toccherà a ‘Lontano lontano’ di Gianni Di Gregorio, ‘Otzi e il mistero del tempo’ di Gabriele Pignotta ‘Dafne’ di Federico Bondi e, a chiudere, ‘Un giorno all’improvviso’ di Ciro D’Emilio.

Il futuro di raiCinema con RaiPlay

L’iniziativa messa a punto da RaiCinema per la piattaforma streaming della Tv di Stato costituisce un interessante esperimento pilota. Del resto, in vista della riapertura dei cinema dal 15 giugno, bisogna ancora comprendere appieno indicazioni e protocolli da seguire. Ma non solo. I film che sono stati bloccati a causa della pandemia a metà del loro sfruttamento, come ‘Gli anni più belli’ di Muccino e ’1917’ di Sam Mendes, Rai Cinema è intenzionata a riproporli.  Un dato è certo: l’iniziativa lascia comprendere che comunque RaiPlay in prospettiva potrebbe essere la prima finestra di sfruttamento una volta “smontata” la pellicola dalle sale. Un esempio recente? ‘Il sindaco del Rione Sanità’ di Mario Martone.

buddyphone