Beko

Anche Qualcomm sfonda la barriera dei 100 watt di ricarica con l’evoluzione della tecnologia Quick Charge arrivata alla release 5. L’azienda descrive in questo modo la nuova piattaforma: è la “più veloce tecnologia di ricarica pensata per device Android, che offre velocità per smartphone senza precedenti e migliore efficienza rispetto alle versioni antecedenti, abilitando al contempo una nuova architettura della batteria e funzioni di sicurezza”.

Quick Charge 5 arriva a erogare 100 watt, quindi permette di ricaricare uno smartphone da 0 al 50% in cinque minuti. Secondo Qualcomm rappresenta “la capacità di ricarica più veloce disponibile per telefoni cellulari”.

La tecnologia si avvale delle funzioni Qualcomm Battery Saver e Smart Identification relativamente alla capacità dell’alimentatore. In sostanza servono a raggiungere un’efficienza superiore a quanto disponibile oggi e a favorire l’estensione del ciclo di vita della batteria.

Ev Roach, VP Product Management di Qualcomm, spiega che “Quick Charge 5, la nostra soluzione di ricarica più veloce e più versatile al mondo, consentirà ai consumatori di utilizzare i propri dispositivi per periodi di tempo più lunghi, senza preoccuparsi dei tempi di ricarica. Siamo orgogliosi di espandere il nostro portfolio tecnologico e rendere la ricarica da 100 watt una soluzione commerciale. Lavoriamo a stretto contatto con i produttori per sviluppare device all’avanguardia in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori in termini di esperienze mobile più immersive e accessibili”.

L’ecosistema di Qualcomm

Quick Charge 5 è il 70% più efficiente dell’attuale Quick Charge 4 che accompagna i processori della serie Snapdragon di ultima generazione. Rispetto alla più diffusa e collaudata Quick Charge, garantisce ben 10 volte la potenza erogata. Questo perché l’obiettivo è ridurre al massimo il tempo di ricarica, senza però rinunciare alla sicurezza.

Per ottenere la Quick Charge 5 è stato necessario incorporare ben 12 livelli di protezione relativamente al voltaggio, al flusso di corrente e alla temperatura. Anche il connettore Usb è dotato di un sistema di controllo per non superare i 25 volt in ingresso e una gestione in erogazione per non eccedere i 30 volt. Il tutto con un occhio di riguardo alla dissipazione del calore: la 5 opera a 10 gradi centigradi in meno rispetto alla Quick Charge 4.

La tecnologia Quick Charge è disponibile su oltre 1.200 dispositivi e accessori. Finora è stata declinata nelle release 1.0, 2.0, 3.0, 4 e 4+ sui device animati da tutte le varianti di processore Snapdragon. La Quick Charge 5 sfrutterà il medesimo connettore Usb-C a 100 watt ma sarà retro-compatibile con le edizioni precedente semplicemente regolando la potenza in uscita.