Volete il notch? I migliori smartphone per chi ama la tacca sul display

Il notch è, poco ma sicuro, il trend di design degli ultimi dodici mesi. Portato alla ribalta dall’iPhone X nel settembre 2017, la tacca sullo schermo è presto diventata un “must” per tutti i nuovi modelli. Abbiamo già descritto in questo approfondimento che non si tratta solo di un requisito estetico ma ha anche valenze tecniche: qui scoprite perché.

Se dunque non potete fare a meno del notch, ecco alcuni consigli sui migliori smartphone in commercio con il display “tagliato”. Tenete anche conto che laddove iOS è ottimizzato per la tacca, Android anche nella più recente edizione 9 Pie ancora deficita di un utilizzo efficiente del notch. Fatta eccezione per il Pixel 3 XL, non a caso di Google, in cui la barra delle notifiche sfrutta sapientemente gli spazi disponibili.

Apple Xs, Xs Max e XR

Sono la naturale evoluzione dell’iPhone X per offrire prestazioni migliori e nel caso del Max anche un generoso display da 6,5″. Ne abbiamo parlato in questo approfondimento.

Google Pixel 3 XL

Lo smartphone by Google traccia la strada su come Android dovrebbe saper sfruttare il notch. Il reparto fotografico è eccellente, mentre l’ambiente in perfetto stile Android è elegante e reattivo. Eccellente il reparto fotografico. Ne abbiamo parlato in questo articolo.

OnePlus 6T

Uno dei migliori Android in commercio. Il notch è di tipo a goccia, quindi riduce al massimo l’ingombro e permette di ottimizzare l’area visiva. Le prestazioni sono al top, compreso il sensore d’impronte sotto lo schermo. Qui abbiamo descritto le nostre impressioni sul 6T.

LG G7

Bello, completo e riuscito dal punto di vista estetico. Il G7 vanta forse il migliore reparto musicale per smartphone. Ci è piaciuto molto e in questa recensione spieghiamo perché.

Huawei Mate 20 Pro

È lo smartphone da battere per design, ricchezza di funzioni e prestazioni. Ci è piaciuto subito per la qualità fotografica (qui potete vedere oltre 20 scatti realizzati con il Mate 20 Pro) e per le doti, come descritto nella nostra videorecensione.

Alcatel 5V

Sorprende il primo smartphone di Alcatel con il notch. Piace per l’estetica curata e le doti, ben bilanciate da un prezzo equilibrato. Lo abbiamo testato in anteprima e in questo articolo abbiamo affidato le nostre considerazioni.

Alcatel-5V_Spectrum-Blue_Packaging-view

Honor View 10 Lite

Il più recente smartphone di Honor non solo ha un display da 6,5″ con notch ma anche tante innovazioni interessanti, a iniziare dalla reattività del touschreen. Lo abbiamo descritto in dettaglio in questo articolo

Asus Zenfone 5

Il notch a prezzo interessante. Buon display da 6,2″, prestazioni nel complesso buone grazie alla bilanciata configurazione hardware con il processore Snapdragon 635 e fotocamere posteriori doppie. Qui lo abbiamo descritto in dettaglio.

Motorola One

Il primo smartphone con il notch di Motorola è anche quello con Android One, ovvero la versione “liscia” e priva di fronzoli del sistema operativo che permette di ricevere tempestivamente gli aggiornamenti. Il design è riuscito e nella parte posteriore c’è la dual camera. Lo abbiamo descritto approfonditamente in questo articolo.

Wiko View 2

Una famiglia composta da quattro modelli tutti con display con tacca di dimensione variabile per soddisfare qualsiasi palato. All’insegna del motto di “lusso democratico” qui abbiamo descritto nel dettaglio tutti i modelli disponibili.

Wiko_IFA2018

Xiaomi Mi 8

Il notch in salsa cinese è apparso per la prima volta sul Mi 8, poi è stato portato anche sugli altri modelli della serie (Pro e Lite) ed è proposto in abbinata a un hardware potente. Abbiamo recensito il Mi 8 in questo articolo.

Oppo RX17 Pro

Notch a goccia per l’Oppo RX17 Pro, nuovo nato del brand cinese. A bordo un reparto fotografico studiato per dare il meglio di sè in notturna, mentre le caratteristiche tecniche parlano di uno smartphone potente ma attento all’autonomia. Tutti i dettagli in questo articolo.