da Zurigo – Il 5G esce dalla fase di promessa ed entra in quella di impegno fattivo per metterlo a disposizione dei consumatori. La prima tappa di questo percorso si è concretizzata oggi, 10 aprile, a Zurigo, nel palazzo di Swisscom, operatore di primaria importanza in Svizzera. Il protagonista tecnologico di questo importante passo è Oppo, che ha organizzato l’esclusivo evento di lancio del 5G durante il quale le due aziende hanno annunciato i programmi per portare il primo dispositivo che supporta le reti di quinta generazione sul mercato svizzero in concomitanza con la nuove infrastrutture di rete cellulare. E non è tutto: Oppo ha colto l’occasione per presentare il suo primo smartphone 5G, ossia Oppo Reno 5G. È stato possibile vederlo dal vivo sul palco e testarlo ma le informazioni ufficiali sulla serie Reno saranno svelate il 24 aprile nell’evento dedicato (che iGizmo.it seguirà in diretta).

Tornando al prestigioso appuntamento svizzero, ha rappresentato di fatto la prima grande pietra miliare del “5G Landing Project” di Oppo, ossia l’iniziativa ad ampio raggio che si pone come obiettivo di favorire la collaborazione con gli operatori telefonici partner a livello globale e promuove l’implementazione di prodotti e servizi 5G, oltre a potenziare nuove modalità di utilizzo per i consumatori e connettere nuovi settori tra di loro. Swisscom si può fregiare del titolo di membro inaugurale del “5G Landing Project”, che Oppo ha annunciato al Mobile World Congress 2019 e che conta già numerosi gestori impegnati.

5G ubiquo

Dopo l’iniziale acquisizione dello spettro di frequenze, la rete Swisscom 5G dovrebbe essere successivamente estesa in tutta la Svizzera entro la fine del 2019. Supporterà la banda sub6 n78 e Reno 5G consentirà la connettività ovunque siano disponibili le reti di quinta generazione del gestore.

Un prototipo di Qualcomm che mostra la complessità interna di un dispositivo 5G (si noti il numero di antenne necessarie)

Ospite principale dell’evento a Zurigo è stato Henry Tang, Director of Standards e Head Standards Research Center di Oppo, che ha colto l’occasione per svelare la visione futura del brand: “Il 5G consentirà una connettività senza precedenti, perché cambierà il modo in cui interagiamo con il mondo che ci circonda. Ogni attore del mondo 5G trarrà beneficio dal passaggio alla nuova generazione e, a sua volta, avrà l’opportunità di avere un impatto corrispondente al futuro del settore”.

Tang ha continuato: “Oppo, dal primo giorno, ha cercato di rimodellare l’esperienza utente andando oltre le aspettative. Il 5G permetterà questo e molto altro ancora. Il successo nell’era 5G richiede un solido ecosistema di produttori di dispositivi, operatori, produttori di apparecchiature di rete e fornitori di applicazioni e contenuti, per guidare la crescita e portare esperienze rivoluzionarie ai consumatori. Siamo entusiasti di avere con noi partner solidi come Swisscom come parte del nostro 5G Landing Project. Con Reno 5G entreremo in un’era di connettività davvero smart. Siamo impazienti di essere un pioniere nell’era del 5G insieme a Swisscom e di avere un impatto che possa migliorare la vita degli utenti in Svizzera e nel mondo”.

Dirk Wierzbitzki, Head of Products and Marketing and Member of the Executive Board di Swisscom ha precisato che l’operatore è impegnato a “veicolare il futuro della connettività per gli utenti in Svizzera. Siamo lieti di fare un passo in avanti verso quel futuro insieme a Oppo poiché portiamo le prime reali esperienze 5G ai consumatori svizzeri con gli smartphone Reno 5G “.

Il punto della situazione sul 5G in Svizzera ha anche offerto l’occasione per una riflessione diffusa: la nuova infrastruttura è accompagnata da un nugolo di domande e “paure” sulle interferenze relative alla connettività e l’effettiva utilità. Decisamente concreta e interessante la risposta dei manager che si avvicendano sul palcoscenico nel palazzo di Swisscom: “sono le medesime domande che hanno contraddistinto il lancio del 3G e poi del 4G. Tuttavia ripercorrendo la storia di queste due tecnologie, si può tranquillamente affermare che il 5G ha un enorme potenziale di sviluppo e porta una ventata di profonda innovazione sia dal lato dei dispositivi, sia da quello dei servizi, cambiando radicalmente lo scenario della mobility e dell’Iot”.

“Il 5G è una potente leva evolutiva per gli smartphone soprattutto per le prestazioni di accesso alle risorse cloud e online.”

Oppo Reno 5G

Reno 5G è l’edizione studiata appositamente per trarre il massimo beneficio dalle reti 5G perché, spiega Oppo, “porterà le esperienze oltre la connettività attraverso l’innovazione rivoluzionaria nel design, nella fotografia e nelle prestazioni”. Le caratteristiche dello smartphone comprendono display da 6,6″ che occupa il 93,1% della superficie frontale grazie alla fotocamera a scomparsa a “soffietto”, che si solleva solo dal lato destro lasciando spazio al sensore per i selfie da 48 Mpixel (è il Sony Imx586 f/2.0) assistito dal flash. Questa originale ed elegante soluzione rappresenta un’evoluzione dello slider del Find X, perché assicura un elevato grado di silenziosità e una reattività ancora superiore. Con tutto il vantaggio derivante dal generoso touchscreen con bordi estremamente ridotti. Il meccanismo si solleva non solo per i selfie e il riconoscimento facciale, ma anche per attivare il flash posteriore che assiste il reparto fotografico.

Sul dorso infatti trova posto la tecnologia Hybrid Zoom 10x, che si affida a uno schema a tre ottiche. Un altro punto di forza di Reno 5G è il nuovo sistema operativo ColorOS 6, perfezionato e migliorato sotto tutti i punti di vista estetici e funzionali. Reno 5G è affidato al Soc Qualcomm Snapdragon 855, alimentato dalla batteria da 4.065 mAh con ricarica veloce Vooc Flash Charge 3.0 (un’ora circa per una ricarica completa).

Con il 5G lo smartphone è entrato in una potente fase di diversificazione dei servizi e dei dispositivi, perché il combinato disposto dato dalle prestazioni delle infrastrutture e dall’ecosistema esteso IoT offre terreno fertile per lo sviluppo di una innovativa interazione tra i dispositivi. Questo significa che il ruolo dello smartphone è cambiato nel corso degli ultimi anni ma è in procinto di cambiare radicalmente nell’immediato futuro. Parola di Oppo.

Test svizzero

Durante l’esclusivo evento di Swisscom è stato possibile saggiare dal vivo le capacità di Reno 5G. Attingendo alla rete 5G di Swisscom, gli smartphone hanno mostrato una velocità nettamente superiore a qualsiasi altro standard di connettività cellulare finora testato, in virtù della latenza azzerata e delle prestazioni eccezionali mostrate nelle prove. Il 5G ha anche permesso di saggiare gli occhiali in realtà aumentata con SoulCalibur6 giocato in live cloud (grazie al supporto di Shadow).

Oppo Reno 5G sarà disponibile in Svizzera presso gli Swisscom Shop a partire da maggio e sarà distribuito in altri mercati in tutto il mondo nei prossimi mesi. Per il mercato europeo, la serie Reno sarà ufficialmente lanciata il 24 aprile a Zurigo, presentazione che segue quella di Shanghai. I dispositivi Reno con 10x Hybrid Zoom e connettività 4G saranno in vendita in alcune città cinesi a partire dal 19 aprile. La versione 4G di OPPO Reno 10x Hybrid Zoom arriverà in Italia nei prossimi mesi.