PlayStation 4: il firmware 4.0 porta in dote l'HDR Tuning

Sony aggiunge una nuova funzionalità su PlayStation 4: il firmware 7.0 porta in dote HDR Tuning, funzione che permette all’utente di godere di una migliore resa quando gioca con contenuti HDR.

Il Tone Mapping

Durante la post produzione, il contenuto subisce la cosiddetta color correction, durante la quale viene deciso a che livello impostare la massima luminosità della scena. Di solito si opta per i 1000 nits, ma si può andare anche oltre. E qui entra in campo il Tone Mapping: dato che non tutti i televisori HDR riescono ad arrivare a 1000 nits, il one Mapping adatta la luminosità del contenuto alle possibilità di visualizzazione del televisore.

Focalizzandoci sui videogiochi la luminosità massima della scena viene definita degli sviluppatori. Dunque, fino a oggi, erano i singoli giochi a dover definire, lavorando sul motore grafico del gioco, il limite dell’uscita, anche perché non esiste un riferimento standard tra motori grafici, giochi e applicazioni. Inoltre i produttori di TV, quando si attiva la modalità game HDR, applicano a loro volta un dynamic tone mapper che cambia i livelli.

Cosa introduce Sony su Playstation 4

Sony ha agito su questo aspetto inserendo un riferimento standard che sarà gestito dalla console, così i produttori di giochi non saranno più costretti più implementare un sistema che riadatta o modifica i livelli per ogni titolo.

Grazie a HDR Tuning l’utente può definire a livello di sistema la base di riferimento, quindi il nero, ma anche la luminosità di picco massima che il TV può visualizzare. Il motore si adeguerà alle caratteristiche della TV, evitando di mandare elementi che essa non sarebbe in grado di visualizzare, e quindi che diventerebbero un’unica macchia bianca.