Oppo Find X2 Neo: potenza, fluidità e un bel display a 699 euro
Beko

Oppo Find X2 Neo è il degno esponente di una tipologia di smartphone che non possiamo fare a meno di apprezzare: i device di fascia media che puntano al gradino più alto del podio. Dopo il suo top di gamma Find X2 Pro, di cui vi abbiamo parlato qui e qui, Oppo porta sul mercato un altro prodotto centrato: 699 euro di prezzo di listino che permettono di portare a casa uno smartphone completo sotto ogni punto di vista. 

Find X2 Neo arriva con la Color OS 7 basata su Android 10.

Design e Display di Find X2 Neo

La prima cosa che colpisce, nella colorazione Starry Blue che abbiamo avuto in prova, è il retro cangiante che si esprime in eccezionali gradazioni che vanno dal celeste, al viola e al blu.

Neo

Oppo realizza il retro con un processo che crea un effetto visivo in cui trame metalliche si uniscono al vetro, realizzando un gioco di luci e ombre gradevole alla vista. Sensazione che non viene inficiata neanche dopo un utilizzo intenso: il telefono infatti non sembra mantenere impronte e aloni, conservando intatta la bellezza della back cover. All’interno della scatola, comunque, è presente una cover trasparente.  

Neo

Rimanendo sempre sul retro, in alto a sinistra il comparto fotografico si dipana in senso verticale. La cornice che accoglie le quattro fotocamere sporge davvero poco e anche quando lo smartphone è poggiato su una superficie, non si esprime in effetti “traballanti”. Le linee dal retro al fronte sono bombate e curve ai lati.

Il bordo, che mantiene una gradazione sfumata, ospita a sinistra i tasti per la regolazione del volume, a destra quello di accensione e spegnimento. In basso invece si apprezzano slot per la sim, type C e speaker audio.

L’ergonomia è certamente un punto di forza di questo smartphone: è infatti spesso solo 7.7 mm e pesa 171g. L’utilizzo con una mano non richiede sforzi esagerati, nonostante un display che non si fa mancare niente in quanto a dimensioni.

Neo

Anzi, il display di questo smartphone lo rende un vero e proprio gioiellino. Find X2 Neo monta infatti un 6,5 pollici Oled con risoluzione FullHD+ (1080×2400 pixel), frequenza di aggiornamento fino a 90 Hz (si può scegliere se impostarla a 60Hz o a 90Hz) e picco di luminosità fino a 1100 nits. I bordi sono curvi e la fotocamera anteriore è alloggiata in un piccolo dotch in alto a sinistra, dunque non inficia in alcun modo l’esperienza dello schermo. Colori, contrasto e luminosità sono equilibrati e anzi colpiscono per qualità. Per la resa dei colori, si può scegliere tra una modalità vivace e una modalità delicata (sRGB, che offre una minor rappresentazione dei colori e delle sfumature). 

Find X2 Neo non ha un led di notifica, ma è possibile impostare l’orologio a schermo spento che mostra anche le notifiche in standby.
Sotto il display poi è presente il lettore ottico per lo sblocco tramite impronta digitale. Oltre ad avere un bell’effetto visivo al momento dello sblocco, in queste settimane di test ha permesso un accesso allo smartphone rapido e preciso, senza incertezze. Da segnalare inoltre lo sblocco tramite Face-ID, anche questo puntuale e privo di incertezze durante i nostri test.

Prestazioni e batteria di Find X2 Neo

Le prestazioni sono affidate allo Snapdragon 765G, un octa core da 2,4 GHz con GPU Adreno 620 che si accompagna a 12 GB di RAM: una dotazione ragguardevole per uno smartphone di fascia media. La memoria interna è da 256 GB, in tecnologia UFS 2.1, ma non espandibile. Per quanto riguarda la connettività, Find X2 Neo vanta una connessione 5G fino a 3,7Gbps.

Neo

In particolare, il software con cui arriva è la ColorOS 7 basata su Android 10. Una nuova versione graficamente apprezzabile e ben studiata, che mette l’utente in grado di trovare rapidamente ciò di cui ha bisogno e che lo guida nell’esplorazione dello smartphone. Dal punto di vista grafico l’interfaccia si presenta pulita e gradevole. Ottima anche la navigazione con i gesti, dove ben si riflette la velocità che permea tutto lo smartphone.

Neo

Comodo il menù laterale personalizzabile che emerge a bordo schermo e che permette di avere sotto mano diverse funzionalità a cui accedere rapidamente, così come la nuova modalità di notifica che accende i bordi dello smartphone. 

C’è poi la possibilità di impostare la Dark Mode che riduce il consumo della batteria del 38%. Tale modalità può essere combinata con la funzione di Protezione Occhi, per garantire una visione sempre confortevole. 

È lo stesso concetto alla base di OPPO Screen Image Engine (OSIE), la tecnologia di ottimizzazione visiva sviluppata dal brand che incrementa la saturazione e il contrasto delle immagini per migliorare l’esperienza visiva durante la visualizzazione di brevi video su app di terze parti.

In generale, l’esperienza di utilizzo dello smartphone è fluida e piacevole. Find X2 Neo gira veloce e solo in rare occasioni ha presentato qualche piccola incertezza – come il blocco del menu delle notifiche. Incertezze che possono essere corrette agevolmente con un aggiornamento software. Al di là di questo, lo smartphone regala una gestione delle attività precisa e una rapidità di esecuzione da top di gamma. 

La batteria da 4025mAh fa il suo dovere, ma ciò che fa davvero la differenza è la scelta che si opera nella frequenza di aggiornamento del display. Per un utilizzo intenso, i 60Hz sono l’opzione migliore per arrivare a fine giornata. 

Fotocamera

La fotocamera posteriore è una quad camera con zoom ibrido 5x. In particolare, si compone di un obiettivo primario da 48MP (OIS) f1.7, un teleobiettivo da 13MP f2.4 zoom 2x, un grandangolo 8MP f2.2 e un obiettivo monocromatico da 2MP. La frontale è invece da 32Mp f2.4.

In generale gli scatti hanno un’ottima resa: sono dettagliati e ben bilanciati nei colori. Un gran lavoro è operato dall’intelligenza artificiale, che riconosce e ottimizza la scena, senza infiammarla di sfumature lontane da quelle recepite dall’occhio umano. Il grandangolo non genera distorsioni che infastidiscono ma perde qualcosa in qualità. La fotocamera frontale è galante sui tratti del volto e applica una buona sfumatura allo sfondo, anche se in condizioni di scarsa luminosità inserisce un po’ troppo rumore sullo sfondo. La modalità notte in condizioni di buio completo stupisce per la qualità del soggetto che riesce a estrarre “dalle tenebre”, mentre con le luci artificiali guadagna qualcosa in rumore.

Interessanti poi le specifiche sulla modalità video, che consente la registrazione a 30fps e a 60fps. Selezionando quest’ultima modalità, non si può più optare per la registrazione in grandangolare. Così come la resa foto, anche quella video è molto piacevole, anche grazie alla stabilizzazione Ultra Steady che riduce i movimenti e regala video fluidi e ben dettagliati.

Conclusioni

A 699 euro, Oppo Find X2 Neo è uno smartphone completo sotto tutti i punti di vista: dalla fluidità nell’utilizzo, all’autonomia. Dall’estetica alla resa fotografica. Lascia qualcosa per strada durante alcuni scatti più sfidanti, è vero, ma nel complesso è uno smartphone che offre un’ottima esperienza a un prezzo più che competitivo.

SBS