Se vi aspettavate novità sostanziali, come quelle viste con il 7T rispetto al 7, anche sugli OnePlus Pro ve lo diciamo subito: non ce ne sono a livello hardware. O, meglio, ci sono ma solo nella versione esclusiva OnePlus 7T Pro McLaren che punta tutto sull’esclusività. Il vero protagonista dell’innovazione nella categoria premium dell’azienda cinese controllata da BBK Electronics è rappresentato dal software. OxygenOS 10 è basato su Android 10, che rende la gamma 7T la prima ad arrivare sul mercato con la più recente release del sistema operativo di Google.

Il nuovo Os assicura prestazioni elevate, generose possibilità di personalizzazioni, assenza di app e complessità inutili e reattività. Parlando dei 7T Pro e dell’edizione McLaren, Pete Lau, Ceo e Fondatore di OnePlus, spiega che “combinano le più recenti innovazioni con le nostre caratteristiche distintive, come il Fluid Display a 90 Hz e una configurazione a tripla fotocamera per un’esperienza rapida e fluida di livello superiore. Abbiamo anche collaborato nuovamente con McLaren per sfidare gli standard di uno smartphone premium”. L’annuncio più atteso però è di Carl Pei, Ceo di OnePlus: “Tutti gli smartphone fino al OnePlus 5 saranno aggiornati a OxygenOS 10”.

OnePlus 7T Pro 

A maggio OnePlus aveva annunciato il modello 7 Pro, primo a proiettare il brand nella fascia premium del mercato con innovazioni quali la fotocamera anteriore con meccanismo di popup. Ne abbiamo parlato ampiamente in questa recensione. Il OnePlus 7T Pro è pressoché identico a livello estetico rispetto al suo predecessore, salvo una disposizione diversa del flash e del sistema autofocus posteriore (ora sono inglobati nel modulo imaging). Così è rimasto lo splendido display Fluid a 90 Hz, totalmente privo di notch e quindi capace di mettere a disposizione tutta la superficie corrispondente alla diagonale da 6,67″. Il 7 Pro è stato un grande balzo in avanti per l’azienda. A conquistare la scena è stato proprio il pannello dall’elevata frequenza di refresh che rende le immagini, sopratutto quelle in movimento, più fluide e non affette da artefatti o comportamenti anomali, come l’effetto scia o latenze. Il vantaggio più evidente si ottiene nella riproduzione multimediale e nel gaming. Ma è davvero sorprendente scoprire come anche lo scrolling delle pagine Web sia più omogeneo e preciso.

Lo schermo Amoled ha risoluzione di 3.120×1.440 pixel, equivalente a 516 pixel per pollice. Ed è protetto dal pannello Corning Gorilla Glass 5 leggermente curvo ai bordi. Identico al 7 Pro.

La prima grande novità è ospitata nella parte posteriore, con le tre fotocamere che ora inglobano flash e sensore per l’autofocus. Lo schema ottico è identico a quello del 7 Pro:

  • principale affidata al Sony Imx 586 da 48 Mpixel f/1.6, stabilizzato otticamente, autofocus ibrido;
  • secondario teleobiettivo da 8 Mpixel (78 mm), f/2.4 e zoom ottico 3x, digitale 10x;
  • terzo supergrandangolare a 117° da 16 Mpixel, f/2.2;
  • fotocamera per i selfie su meccanismo motorizzato a popup con sensore da 16 Mpixel, f/2.0, 25 mm.

A cambiare in accordo con la OxygenOs 10 è il software UltraShot, ulteriormente ottimizzato per catturare ancora meglio foto in controluce, ritratti e in condizioni di scarsa illuminazione ambientale. C’è poi la nuova modalità Macro che permette di scattare anche in modalità ravvicinata. Nella registrazione video, OnePlus 7T Pro ha un sistema ibrido di stabilizzazione ottica che combina le tecnologie OIS ed EIS.

Le novità del 7T Pro

La vera novità del 7T Pro è rappresentata dal processore Qualcomm Snapdragon 855 Plus, che assicura prestazioni superiori rispetto alla versione standard. OnePlus ha previsto il supporto per la tecnologia UFS 3.0 al fine di massimizzare le performance di gestione della memoria. A differenza del modello 7 Pro, la versione T è proposta nella sola edizione con 8+256 di memoria a 759 euro.

Non manca però la tecnologia di ricarica rapida Warp Charge 30T, che è circa il 23% più veloce rispetto a Warp Charge 30, pari a una carica del 68% in soli 30 minuti.  Inoltre, è in grado di mantenere stabile la temperatura del telefono, quando si carica ad alta velocità e persino durante l’uso.

OnePlus 7T Pro McLaren Edition

A fine 2018 OnePlus aveva debuttato con la prima edizione luxury: OnePlus 6T McLaren Edition. Ora la partnership all’insegna dell’eccellenza si rinnova con OnePlus 7T Pro McLaren Edition. “Questo dispositivo in Edizione Limitata celebra l’incessante ricerca dell’eccellenza di entrambi i marchi, offrendo agli utenti la migliore smartphone experience possibile”, spiega Lau.

“Dopo il successo del lancio dello scorso anno ‘Salute to Speed’ siamo entusiasti di lanciare ancora una volta un dispositivo McLaren in Edizione Limitata con il nostro partner OnePlus. Siamo due marchi sfidanti la cui ricerca continua dell’innovazione raggiunge il suo apice con la nuova OnePlus 7T Pro McLaren Edition. OnePlus 7T Pro McLaren Edition celebra la passione condivisa dei nostri marchi per il design, l’artigianato e l’innovazione e non vediamo l’ora di vedere come sarà accolto dagli appassionati di tecnologia e dai fan di McLaren in tutto il mondo”. Mike Flewitt, Amministratore Delegato, McLaren Automotive.

OnePlus 7T Pro McLaren Edition sfoggia la caratteristica colorazione arancione papaya, tipica delle fuoriserie di McLaren e sfoggiata anche da McLaren Racing Formula 1 nel Campionato del Mondo. L’attenzione ai dettagli è un elemento guida di questa versione speciale, anche in virtù della cover in Alcantara.

Ma la personalizzazione McLaren va oltre e non si limita agli inserti posteriore in arancione e alla lavorazione “automobilistica” nei pressi del modulo imaging. Il vero apporto dello storico brand britannico si fonde nell’interfaccia con animazioni esclusive, temi e sfondi. La schermata di blocco è caratterizzata da un orologio minimalista, ispirato dalla strumentazione del cruscotto McLaren. Per le notifiche, i bordi curvi del display si illuminano delicatamente con un bagliore arancione papaya. Inoltre, le icone su misura, disponibili solo su OnePlus 7T Pro McLaren Edition, completano l’esperienza complessiva McLaren.

Il McLaren Edition sublima la 7T Pro: 256 GB di storage UFS 3.0 e 12 GB di Ram LPDDR44 sono abbinati al Qualcomm Snapdragon piattaforma mobile 855 Plus. Nei nostri primi test con Antutu 7 questa configurazione ha permesso di ottenere quasi 400mila punti.

OxygenOS 10.0

Gli smartphone della serie OnePlus 7T sono dotati anche di OxygenOS 10.0 che permette di avere Android 10 già installato. Le caratteristiche distintive, oltre all’interfaccia minimal e reattiva, sono:

  • Horizon light: la parte laterale curva del display del 7T Pro si illumina di quattro colori;
  • personalizzazione: le nuove impostazioni di personalizzazione sono ora integrata in un unico pannello dove modificare sfondi, stili di orologio e icone;
  • passaggio tra le app: da ora si potrà passare da un’app all’altra durante la visione di un video in modalità orizzontale senza dover tornare alla modalità verticale.

Prezzi e disponibilità

In Italia, la serie OnePlus 7T è disponibile sul sito di OnePlus, in Mediaworld e su Amazon con questi prezzi:

  • OnePlus 7T sarà disponibile dal 17 ottobre 2019 al prezzo di 599 euro per la versione con 8+128 GB; 
  • OnePlus 7T Pro sarà disponibile dal 17 ottobre al prezzo di 759 euro nella configurazione 8+256 GB;
  • OnePlus 7T Pro McLaren Edition sarà disponibile dal 5 novembre al prezzo di 859 euro con 12 GB Ram e  256 GB di storage.