Razor

Nei giorni scorsi vi abbiamo dato notizia di una importante novità per DJI in Italia: la distribuzione è ora affidata a Nital. Quest’ultima, che proprio nel 2021 compie il trentennale, si occuperà di gestire il brand leader nei droni sui vari canali, ossia retailer negozi specializzati e ambito B2B. Spiega Marco Rovere, a capo delle PR in Nital Spa: “Portare la distribuzione di DJI in Nital è stata la naturale prosecuzione di un rapporto che si è consolidato negli anni attraverso Fowa, a cui era ed è tutt’ora affidata la presenza del brand leader nei droni per uso civile nel canale specializzato dei fotografi”.

L’obiettivo dichiarato è rafforzare la presenza di DJI nel mercato italiano : “Nital vanta rapporti di fiducia e collaborazione con tutte le insegne italiane specializzate in elettronica di consumo e questo è il viatico per dare più slancio e importanza a questo canale nel segmento dei droni. Di più, in questa prima fase ci stiamo concentrando nel prendere in mano le redini di questo business e comprendere le strategie da applicare, soprattutto per quanto riguarda il trade marketing e l’esposizione nei punti vendita. Miriamo a valorizzare il ruolo dei punti vendita e creare un indotto più solido che permetta di attrarre un maggior numero di consumatori e appassionati. I droni e i dispositivi legati all’imaging completeranno in modo sinergico la proposta di brand fotografici di Nital. Mentre Fowa potrà ulteriormente rafforzare e rilanciare la presenza di questi prodotti all’interno dei negozi specializzati in fotografia. La possibilità di accedere in modo coerente ad entrambi i tipi di canale ci permetterà di intercettare una più ampia pletora di professionisti e appassionati. Il tutto sostenuto dalle attività che attiveremo tanto per la formazione degli addetti quanto per migliorare la cultura di prodotto agli occhi dei consumatori”, spiega Rovere.

Per il gruppo Fowa-Nital non è solo un ulteriore ampliamento dell’offerta di prodotto dedicata ai consumatori ma è anche l’occasione per entrare in un segmento nuovo: quello professionale dei droni. Conferma Rovere: “La nostra partnership con DJI è basata sulla fiducia reciproca e sulla volontà di cogliere nuove opportunità di mercato. In questo concetto rientra anche l’importante segmento professionale, ossia quello composto da chi usa i droni in ambiti lavorativi ad alta specializzazione. Su questi abbiamo focus e programmi ben definiti”. E quando chiediamo a Rovere se DJI è il brand della svolta 2021 di Nital, la risposta è più che eloquente: “È la nostra aspettativa”