NetMarketShare: a fine anno Windows 10 ha sorpassato Windows 7

NetMarketShare a fine anno ha finalmente annunciato il sorpasso di Windows 10 su Windows 7, grazie alle spinta delle vendite natalizie di notebook e desktop.
A fine Dicembre 2018 Windows 10 è salito al 39,22%, contro il 36,90% di Windows 7. Marginali le quote di Windows 8.x al 5,33 e di Windows XP al 4,54%.

netmarketshare-winshare12

Il sorpasso era inevitabile, Windows 7 non è più in vendita da anni ed è persino bloccato sulle ultime generazioni di CPU Intel. Windows 10 è sicuramente la prima motivazione per non acquistare un nuovo pc, ma il mercato di notebook e 2in1 è tornato a numeri di vendite positivi e agli utenti non resta che cercare di sopravvivere con la peggiore versione di Windows mai creata da Microsoft (dopo la serie a 16 bit…).
Insistere su due aggiornamenti annuali obbligatori con reinstallazione completa è una politica demenziale, con in aggiunta un pessimo controllo qualità dei rilasci che praticamente usa gli utenti come beta tester gratuiti. Persino Apple che rilascia gratuitamente una versione di Macos ogni anno è in classifica Netmarketshare con ben 4 versione di sistema operativo, segno che gli utenti ormai non aggiornano più i sistemi se sono stabili.
A chi ha appena acquistato un notebook nuovo non resta altro da fare che disabilitare tutte le opzioni spyware di telemetria possibili e ritardare almeno di qualche mese gli aggiornamenti primaverili e autunnali scaricando apposite utility.
Gli utenti Windows 7 restano sempre un bel numero, sicuramente tutti dotati di un SSD per velocizzare i vecchi pc, in attesa della fine presunta del supporto Microsoft il prossimo gennaio.