Motorola One Vision: fluidità e concretezza a meno di 300 euro
Cellularline

Non è un device appena uscito ma un buon telefono di fascia media che oggi si porta a casa con offerte sotto i 250 euro, caratteristica che rende Motorola One Vision uno smartphone da non perdere di vista.

A disposizione per la recensione, abbiamo avuto la colorazione in Sapphire Blue, con l’unica dotazione con RAM da 4GB e memoria da 128GB, per ora ancora con sistema operativo Android 9.

Design e display di Motorola One Vision

Iniziamo dalla nota più evidente: Motorola One Vision sfrutta un aspetto di forma 21:9. Una scelta che, a prima vista, può risultare in qualche modo “stonata” rispetto all’offerta del mercato. Eppure, utilizzandolo, se ne apprezzano velocemente le virtù ergonomiche, tanto da iniziare a reputarlo un ottimo compagno di vita per tutte quelle occasioni che richiedono di essere veloci e prodottivi in mobilità.

I bordi sono arrotondati e questo, insieme a una specifica lavorazione del vetro Corning Gorilla – tra l’altro idrorepellente -, permette di utilizzarlo con una mano sola in modo sicuro, preciso e senza impacci di sorta.

Le dimensioni sono contenute: 160,1 x 71,2 x 8,7 mm per 180 grammi. Caratteristiche che vanno ad avvalorare l’ergonomia come punto di forza di questo device.

A sinistra troviamo il vano ibrido per dual SIM e microSD, a destra i tasti del volume e di accensione/spegnimento. In basso, oltre allo speaker audio e al microfono, c’è l’USB-C mentre sopra segnaliamo la sempre più sporadica – ma molto gradita – presenza di un jack audio da 3,5mm.

La resa generale dello smartphone è quella di un device robusto e solido, ben equilibrato, costruito con buoni materiali che graziano il tatto. Anche la colorazione a disposizione risulta gradevole: più chiara alle estremità del device e con il colore che si va ad intensificare al centro dello stesso e che cangia a seconda della luce.

Il display è un CinemaVision 21:9 da 6,3 pollici Full HD+, 1080*2520 ppi, che occupa l’intera superficie disponibile, da un bordo all’altro. Il pannello è un LCD, ma fa il suo dovere: i colori sono ben calibrati e la profondità dei neri è apprezzabile. Così come la visibilità sotto il sole: occorre impostare la luminosità quasi al massimo per avere una una lettura agevolata, anche se il contrasto si regola automaticamente è un’operazione che abbiamo fatto più volte, ma è uno sforzo che si può fare senza problemi.

Nell’angolo in alto a sinistra trova posto il notch che alloggia la fotocamera anteriore. Le dimensioni sono superiori rispetto a tutti i modelli avuti in prova e infatti intorno alla fotocamera si scorge distintamente una “cornice” scura che sottrae spazio al display.

Posteriormente, come anticipato, il device è curvo e protetto da un vetro Corning Gorilla e presenta le due fotocamere alloggiate in una cornice sporgente. Una scelta che rende il device oscillante se posto su superficie piana privo di cover.

Sempre posteriormente abbiamo il sensore per lo sblocco tramite impronta digitale. Ottimo il posizionamento, facilmente raggiungibile, e anche la velocità di sblocco: durante i test non ci ha mai scontentato, risultando precisa e rapida.

Nota a parte per il tasto di controllo delle gestures che, dopo un primo impatto spiazzante, si conferma un prezioso alleato nella gestione dello smartphone.

Utili anche le Moto Actions, che consentono di accedere alla fotocamera ruotando due volte lo smartphone come fosse una maniglia (nello stesso modo, a fotocamera aperta, si passa dalla posteriore alla frontale), accendere la torcia muovendo due volte One Vision come se fosse um martello e acquisire una schermata toccando lo schermo con tre dita.

La fotocamera secondo Motorola

La fotocamera posteriore è una dual camera composta da una lente con sensore da 48MP e apertura focale f/1.7, affiancato da un sensore secondario da 5 MP adibito al rilevamento della profondità. Presenti inoltre stabilizzazione ottica e autofocus.

Il sensore principale combina quattro pixel in un solo grande pixel da 1,6 µm, permettendo di scattare bene anche con luminosità scarsa, andando a potenziarla e riducendo il disturbo dell’immagine. In questo caso, la stabilizzazione ottica dell’immagine lavora bene e regala buoni scatti anche in notturna, restituendo immagini dettagliate, poco rumorose e brillanti.

L’app per fotocamera risulta semplice e intuitiva. La modalità manuale lascia un ottimo controllo all’utente, che può divertirsi a giocare con gli ISO, il tempo di scatto e la messa a fuoco manuale.

In Auto HDR la fotocamera scatta in modalità predefinita, a 12MP. Anche in questo caso gli scatti sono buoni e poco rumorosi, ma non entusiasmano come nella resa notturna.

La fotocamera anteriore, quella alloggiata nel dotch, è da 25 MP e apertura focale f/2.0. Anche in questo caso la resa è soddisfacente sia in modalità automatica che manuale. In supporto alla creatività dell’utente, la possibilità di applicare filtri ed effetti durante lo scatto.

Per quanto riguarda i video, Motorola One Vision registra video fino al 4K a 30 fps (a 1080p registra invece a a 30fps o a 60fps). In ogni caso, dispone di stabilizzazione ottica. A quella digitale si accede invece solo in modalità 1080p. Anche la qualità dei video non delude senza entusiasmare: i colori e i dettagli risultano ben bilanciati, e la stabilizzazione crea un effetto finale soddisfacente.

Prestazioni e autonomia

Sotto la scocca, Motorola One Vision è alimentato da un processore Exynos 9609, un octa-core con quattro core A73 a 2.2 GHz e quattro A53 che toccano i 1.6GHz. Il processore, la dotazione stock di Android e il lavoro di ottimizzazione operato da Motorola restituiscono un telefono fluido, privo di lag e rallentamenti di sorta, sia per quanto riguarda lo scroll di pagine pesanti, il lancio di app o il multitasking con schermo diviso. Qui la RAM fa bene il suo dovere, e le dimensioni dello schermo vengono in aiuto regalando una buona esperienza d’uso.

La batteria da 3500mAh e l’ottimizzazione di cui sopra consentono di arrivare a sera senza troppe problematiche, garantendo un’autonomia in linea con le tendenze di mercato.

Prezzo e disponibilità

Il sito di Motorola conduce direttamente all’acquisto su Amazon, dove il prezzo della casa produttrice è di 299 euro. Online ci sono altre offerte a disposizione al di sotto di questa cifra, che lo rendono un’idea di smartphone (o di smartphone di supporto) da tenere in considerazione.

Lg-K-Series