pioneerdj

La presentazione a porte chiuse della nuova gamma Edge 20 di Motorola ha offerto l’occasione per fare il punto della situazione sul brand, oltre che per toccare con mano i nuovi flagship e intervistare Antonio La Rosa, head of sales & marketing del branch italiano dell’azienda, al fine di comprendere le strategie e il posizionamento che guideranno l’arrivo dei device sul mercato.

Motorola Edge 20 ha il compito di rinverdire i fasti della serie Edge con una nuova miscela di ingredienti: design curato, hardware ben mirato e posizionamento aggressivo. Se la gamma Edge del 2020 (che abbiamo recensito in questo articolo) spiccava per il display e l’elevato contenuto tecnologico, quella del 2021 somma anche una scelta di prezzo che, volendo usare un termine puramente marketing, potremmo definire “disruptive”.

Per iniziare, gli Edge passano dai due del 2020 (Edge ed Edge+) ai tre del 2021: Edge 20 Pro, Edge 20 ed Edge 20 Lite. I suffissi sono sufficientemente esplicativi per comprendere che sono tre device che si posizionano su target e su prezzi differenti.

Questo perché Motorola con Edge non solo vuole andare a coinvolgere nuove fasce di consumatori, che non abdicano alla cifra tecnologica pur mantenendo sotto controllo gli investimenti, ma anche sfrutta questa nuova famiglia di device per rinnovare la brand proposition. Con gli Edge 20, la storica M alata (che ora afferisce a Lenovo) vara un naming, come detto, rinnovato, una nuova strategia, una scala di prezzi più “democratica” e punta su creare una coerenza di line-up attraverso caratteristiche comuni e distintive per i tre smartphone.

Il tutto in funzione di continuare il percorso di crescita in Europa, che nel giro di un anno ha incrementato del 238% lo shipment nel Vecchio Continente. L’Italia ha offerto un contributo “forte e sostanziale”, secondo le parole di Antonio La Rosa, per raggiungere questo traguardo. Tant’è che, nel nostro Paese, Motorola è cresciuta del 185% nel primo semestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020. Nel frattempo, ha completato la capillarità di presenza sul territorio coprendo il 100% dei canali (open market, reatail e operatore).

Nuovi Motorola Edge 20: tre asset comuni

La famiglia Edge 20 si fonda su tre elementi a fattor comune: un design curato, il display Oled FHD+ (Hdr10+, 10 bit) da 6,7″ e le fotocamere con sensore principale a 108 Mpixel. Ciascun modello declina queste caratteristiche in modo specifico nel segmento in cui va a incasellarsi. Un dato però è oggettivo: gli Edge 20 costano molto meno degli Edge. Il paragone è presto fatto: Edge 20 Pro, il top di gamma, è posizionato a 500 euro in meno rispetto a Edge+ (top di gamma 2020); Edge 20 a 250 euro in meno rispetto a Edge e Edge 20 Lite addirittura a 320 euro in meno rispetto a Edge. La comparazione è fatta sui prezzi di listino al debutto commerciale del prodotto. In più, sono tutti 5G.

I tre nuovi smartphone flagship arriveranno nei negozi tra fine agosto e i primi di settembre sulla scia del motto “Find your edge”. Un gioco di parole per sottolineare sia la composizione a gamma di prodotto della proposizione di Motorola, sia per indicare che ciascuno è invitato a portare al massimo l’esperienza d’utilizzo degli Edge 20. Non a caso, la fase di lancio a settembre sarà costellata da iniziative nei punti vendita e di marketing per creare coinvolgimento intorno a questo concetto del “find you edge”. Coinvolgimento che passerà anche da iniziative social, tra cui una challenge corredata da un contest che sarà svelato nelle prossime settimane.

edge 2021

Nel frattempo, entriamo nel dettaglio delle peculiarità dei tre modelli Edge 20, partendo dal top fino a quello “entry”.

Motorola Edge 20 Pro da 699,90 euro

Il nuovo top di gamma della serie Edge e l’Edge 20 che può contare su un hardware calibrado, anzi “smart”. Il display Oled da 6,7″ è proposto al suo massimo in virtù del pannello con refresh verticale a 144 Hz. Sotto allo schermo trova posto il processore Qualcomm Snapdragon 870, versione migliorata e rinominata dell’eccellente Snapdragon 865 (il top nel 2020 e ancora migliore rispetto all’attuale top Snapdragon 888 per bilanciamento tra consumi e prestazioni). Il SoC è assistito da 12 GB di Ram e 256 GB di storage. Il tutto è alimentato dalla batteria a 4.500 mAh con ricarica rapida da 30 watt ed è affidato ad Android 11 in versione “stock” per massimizzare la reattività dello smartphone.

La fotocamera principale è da 108 Mpixel, con tecnologie Ultra Pixel e 9-in-1 Pixel Binning per ottimizzare la qualità fotografica in tutte le condizioni di luce. Il reparto fotografico del 20 Pro è il più elaborato dei tre perché il sensore principale è posto al centro tra l’obiettivo superiore con periscopio, per supportare lo zoom 5x con Ois (stabilizzatore ottico), e quello inferiore a 16 Mpixel per le foto in ultra wide angle e macro. Questo permette all’app di scatto di spaziare tra i seguenti effetti zoom: 0,5x (ultra wide angle), 1x, 5x (zoom ottico) e 50x (zoom digitale).

Non manca la funzione di audio zoom che è utile soprattutto quando si registrano video per focalizzare la gestione dell’audio sul soggetto inquadrato. Edge 20 Pro supporta la registrazione in 8K Hdr10+.

Edge 20 Pro propone la piattaforma Ready For in modalità wireless, che significa poter usare l’interfaccia simil-pc sui display esterni (quali monitor e Tv) senza necessità di collegamenti cablati. Di fatto è supportata la modalità di trasmissione Miracast ed equivalente. Nulla vieta di usare la porta Usb-C integrata per ricorrere al Ready For cablato tradizionale.

La scocca con spessore di 7,99 mm e peso di 185 grammi dell’Edge 20 Pro sarà proposta nei colori Midnight Blue, Iridescent Cloud e Blue Vegan Leather.

Motorola Edge 20 da 449,90 euro

Eredita dalla versione Pro il touchscreen, che è identico per caratteristiche e qualità. Tuttavia l’Edge 20 si fa apprezzare per lo spessore ridotto (6,99 mm) e la compattezza generale (163 grammi). La sensazione fisica nell’impugnarlo è molto appagante. Non a caso Motorola lo ha definito “il nostro smartphone 5G più sottile”.

Compatto e sottile ma potente: lo smartphone ospita processore Qualcomm Snapdragon 778G (il più recente esponente della serie 7xx) con varianti di memoria di 6+128 GB e 8+256 GB (579,90 euro). La batteria è da 4.000 mAh con ricarica a 30 watt. Non manca Android 11 con interfaccia stock.

La sezione fotocamera poggia sull’altro elemento comune rispetto al 20 Pro, ossia il sensore principale da 108 Mpixel. Scopare il periscopio per fare posto al classico teleobiettivo per lo zoom 3x con Ois (stabilizzatore ottico) e rimane invariato il terzo “occhio” da 16 Mpixel per le foto in ultra wide angle e macro. Nella parte frontale trova posto il sensore per i selfie da 32 Mpixel, mentre la registrazione video è in 4K con supporto Hdr10.

Anche in questo caso, Edge 20 supporta Ready For sia in modalità wireless, sia standard cablata e sarà disponibile nei colori Frosted Gray e Frosted White.

Motorola Edge 20 Lite da 379,90 euro

Per mantenere coerente il family feeling, Motorola ha integrato il sensore fotografico principale a 108 Mpixel (f/1.9), la fotocamera selfie a 32 Mpixel e il display Oled da 6,7″ solo con frequenza verticale di 90 Hz.

L’hardware è affidato al processore MediaTek Dimensity 720 affiancato da 6 e 8 GB (399,99 euro) e 128 GB di storage. La batteria è da 5.000 mAh sempre con ricarica rapida da 30 watt. Immancabile Android 11 in formato stock.

Il comparto fotografico è completato dall’obiettivo ultra grandangolare con macro e dal sensore di profondità per sostenere gli effetti bokeh.

La modalità Ready For proposta è di tipo “desktop”, ossia si interfaccia con Windows per avere in finestra una riproduzione interattiva di ciò che si visualizza sul display dello smartphone. I colori proposti per il Motorola Edge 20 Lite sono Electric Graphite e Lagoon Green.

Galleria fotografica Motorola Edge 20 Pro, 20 e 20 Lite