Con un display da 10,1 pollici in formato 16:10, un elegante corpo realizzato in metallo e uno slot per schede nanoSim, il tablet Microtech e•tab pro si rivolge ai professionisti che necessitano di un portatile dalle buone capacità di calcolo, ma dall’ingrombro estremamente ridotto. La kickstand a scomparsa, ossia la base che estratta funge da supporto, e i due accessori dedicati di cui consigliamo l’acquisto, ovvero la tastiera fisica e•keyboard, in similpelle, e la penna stilo attiva e•note, trasformano infatti il tablet di Microtech in un portatile ultra-compatto.

Insieme alla tastiera e-keyboard e alla penna attiva e-note, il tablet Microtech e•tab pro si trasforma in un efficiente notebook ultraslim al quale è possibile collegare un secondo monitor sfruttando l’uscita microHDMI.

Non solo, l’uscita micro HDMI e l’adattatore video in dotazione consentono il collegamento di un secondo monitor. Il passaggio da tablet puro a notebook ultraslim quindi a PC desktop è presto fatto. Appurata la versatilità d’uso del prodotto, si constata anche la buona qualità costruttiva.

Costruzione curata

Il tablet, costruito in metallo e vetro, restituisce infatti una sensazione di robustezza già al primo contatto, mentre la tastiera rivestita in similpelle vanta un sensore di impronte digitali e tasti a isola confortevoli, adeguati anche a lunghe sessioni di lavoro. Merito anche del touchpad abbastanza preciso che, oltre a consentire gesture a uno o più dita, supporta le specifiche Microsoft Precision Touchpad.
La penna attiva e•note, alimentata da una pila AAAA da 1,5 V, è sensibile alla pressione su 4.096 livelli, il che significa poterla usare sia per prendere velocemente appunti, quando per esempio si partecipa a una riunione di lavoro, sia per realizzare disegni accurati, allo stesso modo in cui si farebbe con una vera matita e un foglio di carta.

Lo slot per schede microSD con capacità massima di 128 GB permette di ampliare la memoria interna. Sopra lo slot, si osserva l’uscita mini-jack per cuffie e auricolari.
La penna attiva e•note con tecnologia hoovering e sensibile a 4.096 livelli di pressione. Comodo il fermo integrato nella tastiera e•keyboard in similpelle, che ne facilita la conservazione e il trasporto.

Grafica e utilizzo in stile Office

Abbiamo usato il tablet Microtech e•tab pro per delle realizzazioni grafiche e artistiche su Paint 3D e i risultati sono stati più che soddisfacenti. Il sistema è basato su Microsoft Windows 10 Home (a 64 bit). Ricorrendo ai menu grafici, si passa dalla versione tablet alla desktop in pochi attimi, rendendo idoneo il dispositivo sia all’uso mobile, sia a quello da scrivania. La suite Microsoft Office non è inclusa, benché siano presenti i link ai vari applicativi che ne facilitano l’acquisto. Se non volete mettere in conto un ulteriore esborso, potete ricorrere a una suite da ufficio gratuita come la diffusa LibreOffice. Riuscirete comunque a sfruttare il tablet per quelle che sono le sue potenzialità.

Sulla parte destra del tablet, al di sotto del connettore dell’alimentazione, si trovano la presa microHDMI, una porta USB 3.0 e una porta USB Type-C per il collegamento a dispositivi di ultima generazione.

Cosa c’è dentro

Le caratteristiche tecniche sono quelle tipiche di un tablet dalle buone performance nei vari ambiti d’uso (quanto basta per porlo in diretta concorrenza con i modelli base di Microsoft Surface): CPU Intel Celeron N4000 da 1,10 GHz, 4 GB di memoria RAM, scheda grafica integrata Intel UHD Graphics 600, display LCD con risoluzione di 1.920×1.200 pixel touchscreen. Il comparto grafico (nome in codice Gemini Lake) convince per i bassi consumi ed è equipaggiato con 12 unità di esecuzione (EU) operanti alla frequenza massima di 650 MHz. Supporta fino tre monitor, la risoluzione 4K e utilizza la tecnologia costruttiva a 14 nm. Non è progettato per offrire prestazioni di alto livello con i videogiochi, ma assicura un’ottima qualità di visualizzazione e un ampio range di regolazioni nell’uso professionale e grafico.
La versatilità del Microtech e•tab pro è confermata dalla presenza di diversi connettori e slot sui lati sinistro e destro.

Sul retro del tablet si osserva l’obiettivo della fotocamera posteriore da 5 megapixel. Quella posta sul frontale, perfetta per le videochiamate, ha invece risoluzione di 2 megapixel. La kickstand metallica, a estrazione e inclinazione variabile, permette invece di posizionare il tablet sul tavolo come se fosse un monitor.

Versatilità garantita

Sul lato sinistro si osserva, accanto alla presa delle cuffie nel classico formato mini-jack, lo slot per le schede microSD, da utilizzare per ampliare la memoria interna al tablet (64 GB a stato solido nella versione giunta nella nostra redazione). È consentito l’uso di microSD di capacità massima di 128 GB.
Sul lato destro invece, immediatamente sotto il connettore di alimentazione, si trovano l’uscita HDMI in versione micro (l’adattatore da microHDMI a HDMI è contenuto nella confezione), una porta USB 3.0 e una porta USB Type-C. Sul lato superiore si osserva invece la fessura in cui alloggiare la nanoSIM LTE per navigare in Internet anche lontani da un access point Wi-Fi. Il tablet è tuttavia disponibile anche in versione non LTE. Sul fronte dalla connettività, al modulo Bluetooth 4.0 è abbinato uno Wi-Fi che rispetta gli standard IEEE 802.11 a/b/g/n/ac. Per finire, l’autonomia è garantita da una doppia batteria agli ioni di litio da 3.000 mAh ciascuna (per un totale di 6.000 mAh).

Il lettore di impronte digitali permette un più rapido accesso a Windows (la velocità è 3 volte superiore a quella con cui normalmente si digita una password).

Conclusioni

Il tablet e•tab pro dell’azienda italiana Microtech si rivolge soprattutto all’utenza business-professionale. Ancor di più se abbinato ai due accessori dedicati – la tastiera e•keyboard, con lettore di impronte digitali, e la penna attiva a 4.096 livelli di pressione e•pen – che lo trasformano in un notebook ultraslim da 10,1 pollici da portare praticamente ovunque, per lavoro ma anche per piacere. La possibilità di dotarlo di scheda nanoSIM consente infatti la navigazione in Internet ovunque ci si trovi, mentre la penna, oltre a sostituire il mouse, si presta a realizzazioni grafiche e artistiche di qualsiasi livello, da quello ludico a quelle professionale.