microsoft
Serafirm

Microsoft ha annunciato una delle acquisizioni più importanti della sua storia, specie se si considera che è nel segmento gaming. L’azienda di Redmond ha raggiunto un accordo per rilevare ZeniMax Media, l’azienda che controlla Bethesda Softworks.

Significa che Microsoft ha ora il controllo di una serie di etichette. Le seguenti: Bethesda Softworks, Bethesda Game Studios, id Software, ZeniMax Online Studios, Arkane, MachineGames, Tango Gameworks, Alpha Dog, and Roundhouse Studios. A cui si aggiungono le seguenti licenze: The Elder Scrolls, Fallout, Wolfenstein, Doom, Dishonored, Prey, Quake, Starfield e tante altre.

In più, la società di Redmond ha ampliato l’organico con l’ingresso di circa 2.300 persone, gli sviluppatori e gli addetti di Bethesda.

Questo scenario suggerisce un imminente terremoto nel mondo del gaming, anche e soprattutto per quanto riguarda la cosiddetta “console war”. Tutti i titoli acquisiti da Microsoft erano principalmente su Playstation e computer. Posto che Windows ha solo da guadagnarci da questa operazione, l’ipotesi è anche che Xbox possa beneficiare in modo determinante dal passaggio di proprietà.

Peraltro il dialogo tra Microsoft e Bethesda si è consolidato negli ultimi 30 e più anni. A iniziare da Doom, che ha fatto la storia in Windows, fino ad arrivare a The Elder Scrolls III: Morrowind, che ha debuttato su Xbox. Nell’ultimo hanno la partnership tra le due società si è sigillata con il forte coinvolgimento del publisher di giochi nelle piattaforme Game Pass per Xbox e pc.

La chiave per comprender come si evolverà il matrimonio tra le due aziende è nelle parole ufficiali di Microsoft: “Bethesda, come noi, crede nella passione di costruire numerose varianti di esperienze creative, esplorando nuove licenze per il gaming e raccontanto storie in modo coraggioso. Il loro lavoro, di certo, continuerà e seguirà un percorso di crescita. Ci impegneremo per dare loro il massimo supporto e le risorse necessarie per incrementare la qualità delle loro produzioni e portarle al maggior numero di utenti in forme sempre nuove”.

Alcuni dati che riassumono lo scenario:

  • Bethesda, autore di celebri franchise acclamati dalla critica come The Elder Scrolls e Fallout, porterà in Xbox un imponente portfolio di giochi, tecnologie e talenti, nonché una comprovata esperienza nella creazione di blockbuster di grande successo.
  • Il settore dei videogiochi rappresenta la forma di intrattenimento più importante e in rapida crescita al mondo, un’industria che si prevede varrà oltre 200 miliardi di dollari nel 2021.
  • I giochi costituiscono la principale fonte di crescita nel mondo dei videogiochi e alimentano i nuovi servizi di cloud-gaming come Xbox Game Pass, che ha raggiunto il nuovo record di oltre 15 milioni di abbonati.
  • Con l’aggiunta di Bethesda, il numero degli studi creativi di Microsoft aumenterà da 15 a 23 e i franchise iconici di Bethesda saranno aggiunti al catalogo di Xbox Game Pass. Microsoft intende portare i prossimi titoli di Bethesda su Xbox Game Pass il giorno stesso del loro lancio su Xbox o PC.