Samsung
pioneerdj

Secondo i più recenti dati della piattaforma Market Monitor di Counterpoint, le spedizioni globali di smartphone sono diminuite del 7% nel secondo trimestre del 2021 rispetto al medesimo periodo del 2020. Ciò è dovuto principalmente alla congiunturale carenza di componenti, nonché all’attuazione o all’estensione delle restrizioni causate dal Covid-19 in Asia ed Europa. Le spedizioni, tuttavia, sono cresciute del 19% su base annua poiché i tassi di inoculazione sono aumentati in diverse importanti economie, impedendo la necessità di blocchi rigorosi dei canali di vendita come quelli osservati nello stesso trimestre dello scorso anno.

Commentando le classifiche dei brand, il direttore della ricerca Tarun Pathak dice: “Sebbene Samsung abbia mantenuto il primo posto, la sua quota di mercato è diminuita rispetto ai medesimi periodi fiscali del 2020 e del 2019. Le spedizioni sono diminuite a causa della debole domanda stagionale in alcune delle sue regioni chiave come come l’India, l’America centrale e latina e il sud-est asiatico, seguite dall’interruzione della produzione in Vietnam a causa della pandemia. Xiaomi ha avuto il suo miglior trimestre in quanto è stata in grado di aumentare la sua quota di mercato in Cina, Sud-Est asiatico ed Europa. Mentre Apple è scesa al terzo posto, pur avendo ottenuto spedizioni record nel secondo trimestre grazie alla persistente domanda e offerta per la sua serie iPhone 12. Oppo e Vivo hanno mantenuto le loro posizioni tra i primi cinque: mentre Oppo ha continuato ad espandersi nei mercati esteri, Vivo è riuscito a guidare il mercato cinese per il secondo trimestre consecutivo”.

Evidenziando le dinamiche dei ricavi, l’analista di ricerca, Aman Chaudhary, ha osservato: “I ricavi globali delle spedizioni all’ingrosso di smartphone hanno superato la soglia di 96 miliardi di dollari, con un aumento del 25% su base annua, ma in calo del 16% se paragonata ai trimestri precedenti. Ciò avviene in un momento in cui il settore si trovava ad affrontare difficoltà di approvvigionamento. Apple ha registrato una quota record di fatturato (secondo trimestre 2021) del 41% grazie alla forte e continua domanda per la serie iPhone 12, seguita da Samsung, Oppo, Xiaomi e Vivo. Xiaomi ha avuto un buon trimestre anche in termini di entrate, diventando l’unico marchio tra i primi cinque ad aumentare le proprie entrate in modo sequenziale. Ha catturato la sua quota di fatturato più alta di oltre il 9% guidata dalle ottime prestazioni di Redmi Note e della serie Mi 11”.

Commentando le spedizioni record di Xiaomi, l’analista senior Harmeet Singh Walia spiega: “Xiaomi ha traguardato per la prima volta 50 milioni di spedizioni guidate da una combinazione di dispositivi di fascia di prezzo premium e medio-basso. Le eccezionali prestazioni di Xiaomi arrivano nonostante un calo in India dovuto alla diffusione di nuove varianti Covid-19. L’aumento delle spedizioni può essere attribuito alla sua crescita in regioni tra cui Europa, Sud-Est asiatico e America Centrale e Latina, dove ha conquistato la quota di mercato lasciata libera da Samsung e Huawei. Il sud-est asiatico e l’Europa sono stati punti luminosi per Xiaomi poiché la domanda di dispositivi di fascia media è aumentata durante il trimestre”.