The Document Foundation annuncia LibreOffice 5.4.4, il quarto aggiornamento al più popolare concorrente di Microsoft Office, immediatamente disponibile per Windows, macOS e Linux.

Documenti più semplici per una migliore interoperabilità

Ispirati dalla frase di Leonardo da Vinci “la semplicità è il massimo della sofisticazione”, gli sviluppatori LibreOffice hanno concentrato la propria attenzione sulla semplicità dei file come culmine della sofisticazione per l’interoperabilità tra i documenti. Questo rende i file ODF e OOXML generati dalla suite libera per ufficio più robusti e più facili da scambiare con gli altri utenti rispetto agli stessi documenti generati da altre suite, e in particolare da Microsoft Office.
Grazie agli sforzi degli sviluppatori, la descrizione in linguaggio XML di un nuovo documento scritto da LibreOffice è più piccola del 50% nel caso di un file ODF (ODT) e intorno al 90% nel caso di un file OOXML (DOCX), in rapporto allo stesso documento generato dalla suite proprietaria più diffusa sul mercato.
LibreOffice 5.4.4 è stato migliorato anche nelle aree che non sono visibili agli utenti, grazie al lavoro di centinaia di volontari. Questo si traduce in una suite per ufficio più facile da sviluppare, gestire e modificare, ed è particolarmente importante per l’uso in azienda.

Installazione a livello aziendale

LibreOffice 5.4.4 rappresenta l’espressione più avanzata – in termini di funzionalità e di innovazione – delle suite open source per la produttività individuale, e in quanto tale è indirizzato agli appassionati di tecnologia e agli utenti più avanzati e competenti (power user). Per l’installazione nelle aziende, soprattutto in quelle di medie e grandi dimensioni, TDF continua a fornire la famiglia 5.3 – più matura – da poco aggiornata a LibreOffice 5.3.7.
LibreOffice 5.4.4 è immediatamente disponibile su http://www.libreoffice.org/download/.