DB Line

WhatsApp ha dedicato un’intera pagina sul sito per pubblicare alcune “precisazioni relative all’informativa di privacy”. Nei giorni scorsi vi abbiamo dato notizia di un messaggio che è comparso all’apertura dell’app e nel quale si indicava che le politiche di gestione dei dati personali e delle chat sarebbero state modificate. Il nostro approfondimento è disponibile in questa pagina: https://igizmo.it/whatsapp-aggiorna-la-privacy-obbligatorio-condividere-dati-con-facebook/. Fatto che ha anche dato vita a un processo di “abbandono” della piattaforma in favore di altre, tra cui Telegram e Signal.

Ebbene, ora è WhatsApp stesso a parlare, in modo chiaro ed esaustivo. La posizione ufficiale dell’azienda è:

In seguito all’aggiornamento della nostra Informativa sulla privacy (di WhatsApp, ndr), abbiamo ricevuto numerose domande alle quali desideriamo rispondere per fare chiarezza ed evitare che continuino a circolare informazioni errate e non veritiere. Ci impegniamo sempre al massimo per far sì che WhatsApp continui ad aiutare la gente a comunicare in modo privato.

È importante precisare che l’aggiornamento dell’informativa NON riguarda in alcun modo la privacy dei messaggi che scambi con amici e familiari. Questo aggiornamento include invece modifiche che riguardano lo scambio, del tutto facoltativo, di messaggi con le aziende che usano WhatsApp e fornisce maggiore trasparenza sulle nostre modalità di raccolta e utilizzo dei dati.

WhatsApp? È sicuro. Ecco perché

La pagina è inoltre corredata da una infografica che spiega in modo semplice immediato perché WhatsApp è sicuro. Ve la proponiamo qui di seguito:

Non solo. La pagina continua con una serie di approfondimenti sulla sicurezza e la privacy della piattaforma di messaggistica. Si legge quanto segue:

Né WhatsApp né Facebook possono leggere i tuoi messaggi privati o ascoltare le tue chiamate: WhatsApp non può ascoltare le tue chiamate né può leggere i messaggi che scambi con familiari, amici o colleghi di lavoro e non può farlo neanche Facebook. Tutto ciò che condividi rimane tra te e le persone con cui comunichi, perché i messaggi personali sono crittografati end-to-end. Questa misura di sicurezza non verrà mai indebolita e, all’interno di ciascuna chat, è presente un’etichetta in cui ribadiamo il nostro impegno. Scopri di più sulla sicurezza di WhatsApp in questa pagina.

Non teniamo traccia delle persone che chiami o a cui invii messaggi: mentre i gestori di telefonia e gli operatori solitamente conservano queste informazioni, noi riteniamo che la registrazione di questi dati per due miliardi di utenti costituisca un rischio sia per la privacy che per la sicurezza, ed è proprio questo il motivo per cui non lo facciamo.

Né WhatsApp né Facebook possono vedere la posizione da te condivisa: quando condividi la posizione con qualcuno su WhatsApp, la tua posizione è protetta dalla crittografia end-to-end, il che significa che nessuno può vederla ad eccezione delle persone con cui l’hai condivisa.

WhatsApp non condivide i tuoi contatti con Facebook: con il tuo consenso, accediamo solo ai numeri di telefono della tua rubrica per rendere la messaggistica più veloce e affidabile, ma non condividiamo le tue liste di contatti con le altre applicazioni offerte da Facebook.

I gruppi rimangono privati: utilizziamo l’iscrizione alle chat di gruppo per consentire lo scambio di messaggi e per proteggere il nostro servizio da spam ed evitare usi impropri. Non condividiamo questi dati con Facebook a scopi pubblicitari. Queste chat private sono protette dalla crittografia end-to-end, pertanto WhatsApp non può vederne il contenuto.

Puoi attivare i messaggi effimeri: per maggiore privacy, puoi scegliere di attivare i messaggi effimeri. Quando questa impostazione è attiva, i messaggi non saranno più visibili nelle chat dopo l’invio. Scopri di più in questo articolo del Centro assistenza.

Puoi scaricare i tuoi dati: puoi scaricare e vedere le informazioni sul tuo account in nostro possesso direttamente dall’applicazione. Per saperne di più, consulta questo articolo del Centro assistenza.

Il lato business di WhatsApp (e Facebook)

La relazione tra WhatsApp e Facebook diventa una “collaborazione” quando si passa nell’ambito business. In virtù del fatto che ogni giorno “milioni di persone in tutto il mondo comunicano in modo sicuro con aziende di ogni dimensione su WhatsApp. Se scegli di messaggiare un’attività, vogliamo che la comunicazione tra voi avvenga in modo semplice e veloce. Indicheremo sempre in modo chiaro all’interno di WhatsApp se stai comunicando con un’attività che utilizza queste funzioni”.

Sulla scia di questa posizione, WhatsApp indica come è gestita la privacy:

Servizi di hosting di Facebook: la messaggistica con le aziende è diversa dalla messaggistica tra privati. Alcune aziende di grandi dimensioni necessitano di servizi di hosting per gestire la comunicazione. Ecco perché forniamo alle aziende la possibilità di usare i servizi di hosting sicuri di Facebook per gestire le chat WhatsApp con i clienti, rispondere alle domande e inviare informazioni utili, come ad esempio le ricevute d’acquisto. Tuttavia, se comunichi con un’azienda telefonicamente, tramite email o WhatsApp, l’azienda può vedere le tue conversazioni e potrebbe utilizzare queste informazioni per finalità di marketing, che potrebbero comprendere anche le inserzioni su Facebook. Contrassegniamo chiaramente le conversazioni con le aziende che scelgono di utilizzare i servizi di hosting di Facebook per assicurarci che tu abbia questa informazione.

Nuove funzioni commerciali: sempre più persone desiderano avere la possibilità di fare acquisti online. Con le funzioni commerciali brandizzate di Facebook, come Facebook Shops, alcune attività mostrano i loro prodotti all’interno di WhatsApp in modo che gli utenti possano vedere quali prodotti sono disponibili per l’acquisto. Se scegli di interagire con Shops, la tua attività di shopping può essere utilizzata per personalizzare la tua esperienza su Facebook Shops e le inserzioni che vedi su Facebook e Instagram. Le funzioni di questo tipo sono facoltative. Quando le utilizzi, all’interno dell’applicazione ti informiamo su come vengono condivisi i tuoi dati con Facebook.

Trovare nuove aziende: sulle inserzioni che vedi su Facebook, potrebbe esserci un pulsante per inviare un messaggio all’attività tramite WhatsApp. Se hai installato WhatsApp sul telefono, avrai la possibilità di inviare un messaggio all’attività. Il modo in cui interagisci con queste inserzioni può aiutare Facebook a personalizzare le inserzioni che vedrai in futuro.