Social Instagram
Paladone

Le piattaforme social come Instagram stanno lavorando per creare un approccio efficace e codificato ai contenuti di autolesionismo, facendo divieto di postare immagini sensibili come quelle di taglio. Una mossa che fa da contraltare a quella di TikTok, che nel 2020 ha introdotto politiche contro la pubblicità di quelle app dedicate al digiuno, integratori volti alla perdita di peso e in generale a tutti quegli adv che promuovo “un’immagine negativa del corpo”.

Molto si può ancora fare per scongiurare pratiche di autolesionismo e proteggere gli utenti. Facebook ha annunciato che Instagram mostrerà agli utenti che cercano determinati contenuti, collegamenti a risorse che affrontano problemi di disturbi alimentari, un po’ come già accade per quei contenuti che parlano del covid-19. TikTok sta inoltre implementando nuove funzionalità per incoraggiare l’inclusione e l’accettazione di sé in collaborazione con la National Eating Disorders Association (NEDA).

Le nuove funzionalità di Instagram si basano su misure esistenti come sfocare quelle fotografie che possono innescare un’immagine corporea negativa e reindirizzare gli utenti a risorse che promuovono l’accettazione del corpo. Provando a cercare #EDRecovery (recupero da disturbi alimentari) o condividendo contenuti pertinenti, compariranno collegamenti a risorse che mirano a guidare l’utente nello sviluppo dell’autostima. Anche questi consigli e suggerimenti sono stati creati in collaborazione con NEDA e verranno visualizzati prima che Instagram mostri i risultati della ricerca per la specifica query.

Instagram mostrerà inoltre in paesi specifici le informazioni di contatto delle organizzazioni che si occupano dei disturbi alimentari. Questi includono Beat nel Regno Unito, National Eating Disorder Information Center in Canada e Butterfly Foundation in Australia. Nelle prossime settimane l’utente potrà inviare messaggi o parlare con un amico direttamente da queste risorse se si trova in un momento difficile e ha bisogno di aiuto.

Instagram sta anche sollecitando feedback da esperti di tutto il mondo per capire come affrontare i problemi emergenti legati ai disturbi alimentari. Questi nuovi sforzi fanno parte della celebrazione di Instagram della terza settimana nazionale di sensibilizzazione sui disturbi alimentari negli Stati Uniti.

Da parte sua, TikTok presenterà un rapido accesso alla linea telefonica di NEDA a partire da questa settimana per informazioni sul trattamento e sul supporto quando l’utente cerca frasi relative a disturbi alimentari come #edrecovery e #proana. La piattaforma mostrerà anche suggerimenti per verificare la presenza di post che potrebbero potenzialmente portare all’autolesionismo, nonché come concentrarsi sui propri attributi positivi e offrire aiuto a qualcuno che si occupa di disturbi alimentari.

Durante il resto dell’anno, TikTok fornirà annunci di servizio pubblico (PSA) che mirano ad aiutare le persone con disturbi alimentari a riprendersi da questa condizione in collaborazione con NEDA. Il servizio promette di continuare a perfezionare la propria politica riguardo quei contenuti che esaltano i disturbi alimentari e di migliorare il modo in cui rileva i contenuti dannosi.