In forma anche in quarantena con Honor MagicWatch 2
WhiteShark

In questi giorni di quarantena avere al polso uno smartwatch giovane e fresco come Honor MagicWatch 2 si è rivelato un toccasana per trascorrere le giornate confinate nelle mura domestiche con un tocco di leggerezza in più, con uno sguardo attento alla salute e allo stato fisico.

Lo smartwatch è in commercio da febbraio ed è stato aggiornato a marzo alla versione del firmware 1.0.3.38.

Caratteristiche tecniche di Honor MagicWatch 2

Partiamo dalle informazioni più generali. Lo smartwatch di Honor arriva in due versioni:

  • 42 millimetri (schermo AMOLED da 1,2″ con 390 x 390 pixel)
  • 46 millimetri (schermo AMOLED da 1,39″ con 454 x 454 pixel).

Ci teniamo subito a sfatare un mito: la versione da 46mm non è unicamente appannaggio del pubblico maschile. Chi vi scrive ha un polso davvero sottile e ama il contrasto con accessori imponenti, dunque la versione da 46mm, indossata, regala un effetto che incontra il nostro gusto.

Continuando dunque a descrivere il “fratello maggiore”, quello che abbiamo in prova, sottolineiamo che viene animato da un chip Kirin A1 che si accompagna a una batteria da 455mAh che garantisce, secondo i test da noi effettuati, tra i 5 e i 6 giorni di carica per uso intenso, e i 10 giorni per uso blando.

Nello specifico, utilizzando Honor MagicWatch 2 per 3 allenamenti settimanali, con display Always On e impostato a luminosità 3, qualche chiamata, lettura di notifiche e modalità non disturbare ogni notte si arriva tranquillamente a 10 giorni di autonomia.

Lo smartwatch vanta poi di 4 GB di memoria interna, due dei quali possono accogliere la musica che si preferisce ascoltare, che può poi essere fruita sia attraverso le cuffie Bluetooth che lo speaker integrato, lasciando quindi da parte lo smartphone. Per chi è curioso di provarlo in acqua, MagicWatch 2 resiste fino a 5 atmosfere, dunque può diventare anche il compagno ideale delle vasche in piscina.

Il Design di Honor MagicWatch 2

Honor non ha fatto voli pindarici per studiare il design del suo ultimo smartwatch. MagicWatch 2 ha infatti una classica forma circolare che non si discosta da un orologio classico, arricchita poi dai due pulsanti fisici che permettono di interagire con il device, oltre al touch del display. Il risultato, alleggerito dallo spessore ridotto del quadrante e dal peso di 40g, è di compattezza ed eleganza. Al polso lo smartwatch non sfigura, anzi, né appesantisce l’aspetto complessivo. A questo concorre anche il materiale: acciaio aerospaziale inossidabile 361L, che impreziosisce il tutto.

Soffermando l’attenzione sui tasti fisici, disposti sul lato destro, si può notare che il superiore ha un contorno rosso, che non si riscontra nell’inferiore. Il primo è il tasto di accensione e, durante la navigazione, viene premuto per tornare da una schermata a quella precedente. Il secondo, posto sotto al primo, è il tasto di selezione che offre anche un’opportunità di personalizzazione: si può scegliere di toccarlo per far aprire un’applicazione o una funzionalità tra quelle presenti.

Fiore all’occhiello è sicuramente il display: l’Amoled fa il suo dovere in tutte le condizioni di luminosità e garantisce colori vivaci e brillanti, che strizzano sicuramente l’occhio a un target giovane e che a un device chiede anche di “farsi notare”. Come detto in apertura, noi lo utilizziamo con luminosità 3, che ci pare più che sufficiente sia come resa colore che come leggibilità, ma si può portare anche a un livello superiore. Il touch è inoltre preciso e reattivo, e consente di controllare lo smartwatch con velocità e sicurezza.

Il display, lo abbiamo accennato, è dotato di funzione Always On, che ci permette cioè di visualizzare il quadrante ruotando il polso per guardare lo smartwatch.

Uno sguardo all’interno: le funzionalità

Honor MagicWatch 2 monitora ovviamente battito cardiaco, consumo calorico e tiene conto dei passi effettuati, come ogni smartwatch. Il monitoraggio del battito cardiaco non si discosta dai risultati restituiti da altri dispositivi, così come il consumo calorico. Talvolta ci è invece sembrato che il conteggio dei passi fosse leggermente “generoso” nei nostri confronti, il che può comunque essere un bene per l’autostima.

La frequenza cardiaca può essere monitorata in modo Intelligente – adeguando la frequenza delle misurazioni allo stato di attività – oppure in Tempo Reale, che fornisce maggiori dettagli e, ovviamente, ha un impatto più importante sulla batteria. In caso di frequenza elevata o troppo bassa a riposo, lo smartwatch provvederà a emettere un avviso.

Honor MagicWatch 2

Oltre alle funzionalità base, lo smartwatch permette di monitorare i livelli di stress nell’arco della giornata (calcolato in base alle oscillazioni della frequenza cardiaca), prendere visione del meteo, riprodurre la musica e tenere traccia dell’andamento del sonno durante la notte.

La funzionalità legata al sonno è una delle preferite di chi vi scrive, e che in tempo di quarantena, dove il ritmo circadiano è in qualche modo mutato a causa del diverso dispendio di energie che richiede la giornata, può essere un valido supporto per aiutarci a tenere monitorata la situazione e, in caso di variazioni eccessive, mettere in campo azioni strategiche per riguadagnare un buon sonno. In generale, questa funzionalità controlla qualità del sonno e respirazione, individuando 6 tipi di problemi del sonno legati agli schemi di riposo dell’utente e fornisce suggerimenti di miglioramento.

Sempre dallo smartwatch, è possibile effettuare chiamate grazie all’accesso ai contatti e al registro chiamate (o a rispondere a quelle in entrata). L’esperienza è affidata a uno speaker e a un microfono, che garantiscono una buona resa – anche sotto la doccia.

Precise le notifiche: tempestive e che si fanno sentire. Possono riguardare davvero di tutto: dalle classiche email e whatsapp, all’ultima uscita su Netflix, all’imminente consegna su Amazon, all’interazione con ASOS e Glovo e molto altro. Unica pecca nell’esperienza in questo senso è che l’interazione con le notifiche è limitata. Per cancellarne una occorre aprirla, oppure devono essere cancellate in blocco cliccando su “Rimuovi” alla fine dell’elenco. Per quanto concerne il contenuto, esso può solo essere letto e, le email, informano solo su mittente e oggetto.

Ovviamente, non manca neanche la funzione che ricorda di non incappare nella pigrizia, importante come non mai in questo periodo di attività ridotta: lo smartwatch infatti esorta ad alzarsi e “fare un giro” ogni volta che l’inattività supera l’ora.

Focus sul fitness

Lo abbiamo detto in apertura ma ormai si è detto ovunque e in ogni salsa: la situazione che stiamo vivendo ci pone dei limiti. Ma, più di questo, forse in questa sede vale la pena soffermarsi sul fatto che è l’occasione per ripensare anche il nostro approccio all’attività fisica.

Honor MagicWatch 2

In questo, Honor MagicWatch 2 ha un vasto range di attività: 13 tipi di corsa, con differenza anche tra corsa al chiuso e all’aperto, passeggiata interna ed esterna, bicicletta all’aperto o cyclette, nuoto al chiuso o all’aperto, alpinismo, escursione, corsa cross-country, triathlon, ellittica, vogatore o una funzione per l’attività generica.

Ecco, ci rendiamo conto che molte di queste attività, quasi tutte al dire il vero sono solo un bellissimo ricordo e un agognato miraggio. Allora come può aiutarci MagicWatch 2 in piena quarantena da Covid-19? Allenando la nostra costanza.

Chi vi scrive, per esempio, non è mai stata così costante nell’attività fisica come in questo periodo, con allenamenti anche più volte al giorno. A supportare questo slancio verso il fitness sono stati anche i diversi programmi resi disponibili da palestre, personal trainer e organizzazioni varie. In molti casi, si tratta anche di vere e proprie challenge (spesso su Instagram), che garantiscono risultati in poche settimane se accompagnate da costanza e dedizione.

Honor MagicWatch 2

E in questo lo smartwatch di Honor si è rivelato un fedele amico. Monitorando ogni seduta di allenamento, ogni piccolo o grande miglioramento nella forma e nella performance, permette di capire se la costanza sta effettivamente dando i suoi frutti, se il programma di allenamento cui ci stiamo affidando sta davvero producendo i risultati sperati. Inoltre, consente di essere onesti con se stessi e avere ben chiara la propria attività, analizzando dove le performance possono migliorare e dove invece si sta già esprimendo un buon livello.

Un lavoro quotidiano, in simbiosi, che mai come ora rende ragione e restituisce la misura dell’utilità di avere uno smartwatch al proprio polso. Uno strumento che, da un lato scaccia la pigrizia, dall’altro offre una fotografia dettagliata non solo del nostro allenamento, ma dell’intero stato della nostra salute, che in questo momento occorre attenzionare e preservare con particolare cura.

Prezzo

Honor MagicWatch 2 è disponibile al prezzo di 179,00 € su Amazon.

buddyphone