matteo frattino
Razor

Nel rapporto annuale di Electrolux (disponibile in questa pagina https://www.electroluxgroup.com/en/annual-reports-27641/) emerge chiaramente l’impatto della pandemia da Covid-19 “sull’intera comunità mondiale, compresi i consumatori e i business”. In questo scenario, nel 2020 l’azienda ha migliorato le performance finanziarie grazie a un’offerta di prodotto attrattiva e a un’agile operatività. È il punto di partenza sotteso della video intervista con Matteo Frattino, direttore marketing Electrolux Appliances, nel quale non ci siamo limitati a esplorare il “dietro le quinte” dell’azienda ma abbiamo voluto conoscere come un brand così strutturato a livello internazionale sia, nella realtà dei fatti, gestito con un’impronta imprenditoriale nel nostro Paese.

Ed è un po’ questo il segreto dell’agilità e della versatilità con cui il brand sta reagendo a un 2020 che ha obbligato il mercato a reinventarsi, spesso con cadenza settimanale. La flessibilità è un esercizio necessario per affrontare il business oggi, soprattutto perché il contesto (tra consumatori, fornitori e canale) è diventato così cangiante e mutevole da obbligare a ragionare sia a livello strategico sia a livello tattico nell’ordine del breve periodo.

Con in più le infinite variabili generate da un consumatore che è cambiato, che sta cambiando e che continua a ridefinire il proprio comportamento. Ne sia esempio l’improvvisa attenzione delle persone verso la sostenibilità (tanto che è il tema dominante del nuovo numero 01/2021 di Touch Journal, il mensile cartaceo trade della nostra casa editrice Nelson Srl), diventata determinante nella customer journey. Abbiamo affrontato la questione con Frattino, sia dal punto di vista marketing sia da quello relativo alla percezione dei consumatori. Con una precisazione da parte del direttore marketing: “Electrolux ha più di 100 anni di storia e la sostenibilità è sempre stata un requisito fondamentale dell’attività aziendale”.

Con il manager di Electrolux Appliances abbiamo poi voluto comprendere come le etichette energetiche impatteranno sul consumatore, quale è il ruolo dell’innovazione nei white goods e come si comunica ai consumatori, in che modo il brand AEG si sta sviluppando in Italia e soprattutto quali sono le attese per il 2021.