Guida
pioneerdj

I dati pubblicati da Iliad in Italia sono di pregio. L’azienda “chiude il primo semestre 2021 con 600.000 nuovi utenti, realizzando un fatturato pari a 383 milioni di euro e registrando così una crescita del 22,9% rispetto al medesimo periodo nel 2020”.

Sempre stando ai dati ufficiali forniti dal gestore, “dopo appena tre anni di attività, Iliad è a quota 7,8 milioni di utenti mobili in Italia, per una quota di mercato pari al 10%, grazie alla trasparenza e alla qualità dei suoi servizi. Per la prima volta dal lancio, iliad presenta un EBITDAaL semestrale positivo per 6 milioni di euro, raggiungendo l’obiettivo di break-even a soli tre anni dal suo lancio sul mercato”.

Dunque, stando al più recente rapporto Agcom la penetrazione effettiva a marzo 2021 (ultimo dato disponibile nel momento in cui si scrive) nelle Sim “human”, ossia quelle effettivamente usate dagli utenti privati e professionali, Iliad ha una quota pari al 9,7%. Del tutto in linea con il dato ufficiale fornito dall’azienda.

Quanto al concetto di EBITDAaL, è bene precisare che si tratta del reddito operativo (perdita) prima di avere calcolato le imposte, escludendo gli ammortamenti ed escludendo l’utile (perdita) sulle vendite e gli abbandoni di immobili, impianti e macchinari; la sigla finale “al” identifica anche che nel conteggio sono stati esclusi gli impatti sull’operatività da proventi (o perdite) per la contabilizzazione delle rimanenze. Questo per dire che il dato effettivo di bilancio potrebbe discostarsi da quello pubblicato a uso finanziario ma dovrebbe rimanere, senza grandi problemi, in territorio positivo dato il punto di partenza di 6 milion di euro. Il break-even sarà facilmente tale anche dopo avere applicato i dati non calcolati.

Non solo, Iliad prevede investimenti nel semestre pari a 200 milioni di euro e lo sviluppo della rete radio mobile continua con il raggiungimento di 7.800 siti attivi, in linea con l’obiettivo di circa 8.500 siti attivi entro la fine dell’anno in corso.

A corredo di tutto ciò, citiamo la news dal Gruppo iliad di un progetto da parte del fondatore Xavier Niel di riacquisto degli azionisti minoritari e l’intenzione di uscire dalla Borsa con un’offerta pubblica semplificata, con l’obiettivo di accelerare la crescita del Gruppo e supportare con maggiore indipendenza la propria strategia di sviluppo nel lungo termine. Qui è disponibile il comunicato ufficiale del Gruppo Iliad in cui si dettaglia l’operazione.

Xavier Niel, azionista di riferimento di iliad, ha dichiarato: “Ho fondato iliad nel 1999 e sono molto orgoglioso di quanto il Gruppo è cresciuto e il valore che ha creato per tutti i suoi azionisti. Iliad sta entrando in una nuova fase del suo sviluppo, che richiede cambiamenti rapidi e grandi investimenti che saranno più facili da intraprendere come società non quotata. La nostra ambizione per Iliad è di accelerare la sua crescita per renderlo un principale operatore di telecomunicazioni in Europa”.