unieuro iliad
emporia

Iliad è entrata nel CdA di Unieuro portando da nove a undici i membri. Un evento già anticipato in occasione dell’inaugurazione della nuova sede centrale di Unieuro, a palazzo Hercolani, da parte dell’amministratore delegato Giancarlo Nicosanti Monterastelli nella nostra intervista: “Nell’incontro che abbiamo avuto proprio a palazzo Hercolani con Xavier Niel, fondatore di Iliad, abbiamo avuto la conferma che l’investimento attuato nel capitale sociale è anche frutto della virtuosa collaborazione già instaurata sul canale tra le due società. Hanno dunque individuato in noi un’azienda su cui investire a lungo termine in quanto ritengo che sia stato percepito il fatto che siamo l’unico attore nel mercato italiano del retail della consumer electronics che può continuare a crescere e svilupparsi. Ci lega anche una comunanza di valori e interessi. Abbiamo avuto conferme che il mestiere di Niel è diverso dal nostro e non ha alcuna volontà di fare il nostro lavoro. Ma, anzi, l’intento di Iliad consiste nell’accompagnare Unieuro come primo azionista nella società e vediamo in questo il segno di riconoscimento di quanto abbiamo fatto finora e delle basi che stiamo gettando per il futuro. Lo ritengo un grande onore. Concludo dicendo che, come annunciato Iliad nel suo comunicato al mercato in occasione del superamento della soglia prevista dalla legge per l’acquisizione di quote societarie di aziende quotate, è valida l’intenzione di Niel di chiedere alla prossima assemblea l’integrazione della posizione nel Consiglio di Amministrazione“.

Ebbene, in occasione dell’assemblea degli azionisti di Unieuro, che è avvenuta in data 17 giugno 2021, è stato approvato il bilancio 2020/21 chiusosi con ricavi consolidati in crescita del 9,8% a 2,7 miliardi e un utile netto adjusted di 66,9 milioni, in progresso del 58,8%. Inoltre ha deliberato la distribuzione di un dividendo unitario di 2,60 euro che si confronta con gli 1,07 euro dell’ultima cedola pagata nel giugno 2019. Il dividendo verrà posto in pagamento il 23 giugno 2021, con data di stacco il 21 giugno, in un’unica soluzione.

La parte clou che riguarda Iliad è lasciata in fondo nella nota ufficiale di Unieuro: “L’assemblea ha tra l’altro rideterminato da nove a undici il numero dei componenti del CdA e approvato la nomina di Benedetto Levi e Giuseppe Nisticò quali nuovi amministratori della società”.

Questo è avvenuto in accordo con la richiesta inviata in data 24 maggio 2021 a Unieuro S.p.A., che aveva comunicato di avere ricevuto, congiuntamente dai soci Iliad S.A. e Iliad Holding S.p.A., l’istanza di integrazione dell’ordine del giorno di parte ordinaria dell’Assemblea degli azionisti. I soci avevano richiesto, ai sensi dell’art. 126-bis, comma 1, primo periodo del d.lgs. n. 58/1998, l’inserimento del seguente nuovo punto all’ordine del giorno: “Nomina di n. 2 (due) Amministratori, previa rideterminazione da n. 9 (nove) a n. 11 (undici) del numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione. Deliberazioni inerenti e conseguenti”.

In particolare, Iliad S.A. e Iliad Holding S.p.A. hanno sottoposto all’approvazione dell’Assemblea la seguente proposta di deliberazione:

  • rideterminare il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società, incrementandolo da 9 (nove) a 11 (undici);
  • nominare i signori Benedetto Levi e Giuseppe Nisticò quali nuovi amministratori della Società, che resteranno in carica sino alla scadenza del mandato dell’attuale Consiglio di Amministrazione, e dunque fino all’approvazione del bilancio al 28 febbraio 2022.