Babbel_Logo_app

Babbel ha annunciato il rilancio della sua pluripremiata applicazione: un passo per capitalizzare la crescita negli Stati Uniti e per soddisfare le esigenze della “generazione digitale”.

Grazie a un design sempre più intuitivo e accattivante e al rinnovamento dei contenuti didattici, la nuova app (disponibile per iOS, Android e per il web) offre a ciascun utente un processo di onboarding più intelligente, un percorso di apprendimento personalizzato, un accesso più facile agli argomenti di maggiore interesse e una visualizzazione più chiara dei progressi fatti. In concomitanza con questi cambiamenti, un nuovo studio indipendente, condotto da ricercatori dell’Università di Yale, ha dimostrato che Babbel aiuta milioni di abbonati attivi a parlare in una nuova lingua con successo.

Babbel si è sempre concentrata sulle esigenze di apprendimento dei propri utenti, creando contenuti specifici per ogni combinazione linguistica. Un approfondito progetto di ricerca sugli utenti, condotto a Berlino dal team di 15 persone che si occupa di UX design, ha rivelato il desiderio degli studenti di visualizzare i loro progressi in modo più chiaro, di essere guidati maggiormente all’interno dell’applicazione e di accedere con facilità ai contenuti legati ai loro obiettivi. Il risultato ottenuto da Babbel è un prodotto rinnovato e fresco, accessibile tramite app per mobile e web e frutto della collaborazione tra designer, linguisti, scrittori e ingegneri. Ma vediamo le novità.

Una partenza decisa 

Quando iniziano a usare Babbel, gli utenti che utilizzano la versione web dell’app possono ora scegliere più facilmente il proprio percorso, in base alle loro motivazioni e conoscenze pregresse. I corsi suggeriti variano infatti, a seconda che gli utenti vogliano studiare come hobby, acquisire competenze utili nel mondo del lavoro o trasferirsi all’estero, che vogliano imparare per parlare con amici e familiari, per viaggiare o semplicemente per allenare la mente. Il livello di partenza individuale, poi, può essere selezionato dal singolo utente (dai primi passi al livello indipendente) o determinato tramite un test di posizionamento.   

Contenuti di apprendimento personalizzati

L’obiettivo di partenza è chiaro, gli utenti web e mobile di Babbel ricevono un programma di apprendimento individuale consigliato, adatto al loro livello di competenza e ai loro obiettivi. Se si impara il tedesco per trasferirsi in Germania, ad esempio, un corso sui dialetti tedeschi può aiutare a integrarsi con la gente del luogo. Se invece lo studio costituisce un hobby, le espressioni idiomatiche saranno un modo divertente per comprendere le peculiarità di una nuova lingua. Ora gli utenti possono anche scegliere in modo più chiaro i corsi che li interessano di più, avendo a disposizione 60.000 lezioni, che offrono oltre 10.000 ore di contenuti didattici nelle diverse lingue. I corsi affrontano gli argomenti più vari: dal business alla politica, dal gergo alle abitudini locali. 

Migliore visualizzazione dei progressi fatti 

Babbel sa che la motivazione è un fattore chiave per il successo degli studenti e che questo successo, a sua volta, aiuta a mantenere alta la motivazione. Ecco perché i progressi degli utenti vengono ora indicati più chiaramente all’interno della versione web di Babbel, nella Home e in ogni corso completato. Per la schermata iniziale è stato creato un grafico delle attività della settimana, che mostra il numero di lezioni completate e i contenuti ripassati, un’indicazione visiva di quanto si è avanzato nel completamento del corso che si sta seguendo e un punteggio complessivo, calcolato assegnando punti agli utenti per ogni elemento appreso. Tutto è pensato  per motivare gli utenti a raggiungere i propri obiettivi.   

Una navigazione più semplice 

Ogni schermata di interazione dell’interfaccia di Babbel, sia su mobile che su web, è stata aggiornata. La nuova iconografia, le rappresentazioni grafiche dei progressi, i contenuti che vengono automaticamente nascosti al termine del corso e una navigazione visiva più semplice consentono agli utenti di vedere facilmente l’avanzamento effettuato all’interno del corso e di scegliere i moduli e gli argomenti che vogliono affrontare.  

Parlare senza timori

È importante che gli utenti di Babbel esercitino le proprie capacità di conversazione, perché devono essere pronti per le situazioni che si presentano nella vita reale. Babbel sa che padroneggiare una nuova lingua è difficile, perché non richiede solo conoscenza, ma anche il coraggio di dire le cose ad alta voce. Per questo motivo, l’azienda ha ottimizzato il proprio modo di affrontare le lezioni ed esercitare il vocabolario: si tratta della  funzione di riconoscimento vocale, già disponibile sia su mobile che su web, un sofisticato strumento digitale che cattura le varie sfumature della pronuncia e fa in modo che gli utenti siano in grado di studiare e ripassare parlando con la app, imparando dai propri errori e arrivando così a conversare in breve tempo. 

Aggiornamento dei contenuti dei corsi 

Ad accompagnare il nuovo design ci sono anche contenuti di apprendimento completamente rinnovati, sia su mobile che su web. I corsi Babbel non vengono copiati, tradotti o generati dall’utente, ma sono realizzati specificamente per ogni combinazione linguistica. Ad esempio, un madrelingua italiano che impara lo spagnolo si muove all’interno della app in modo diverso rispetto ad uno che impara il polacco. Con 14 lingue di apprendimento e 8 lingue di visualizzazione, Babbel offre contenuti nuovi in un formato ridotto (ora durano meno di dieci minuti), ideale per la soglia di attenzione odierna. Ogni mese vengono pubblicate nuove lezioni, mantenendo così la app aggiornata e coinvolgendo gli studenti. Gli argomenti trattati sono variegati tanto quanto gli utenti di Babbel: politica, termini commerciali specifici, genere e identità, migrazione e sostenibilità urbana e molto altro.   

Funziona! 

Nel luglio 2019 sono stati resi noti i risultati di uno studio accademico condotto in collaborazione con linguisti dell’Università di Yale. Lo studio “Measuring Babbel’s Efficacy in Developing Oral Proficiency” ha valutato l’efficacia del metodo didattico di Babbel. Negli Stati Uniti, 117 madrelingua inglese hanno imparato lo spagnolo per tre mesi. I risultati ottenuti dimostrano che l’apprendimento con Babbel porta a sviluppare reali capacità di conversazione in una seconda lingua: tutti gli studenti hanno sviluppato competenze orali, che variano da quelle di base alla capacità di affrontare argomenti più impegnativi, come discutere attività e piani futuri nella nuova lingua. Si tratta del terzo studio che dimostra l’efficacia di Babbel per l’apprendimento di una nuova lingua, dopo quelli della City University di New York e dell’Università statale del Michigan.