Razor

Colpite dalla pandemia Covid-19, le spedizioni globali di smartwatch nel quarto trimestre del 2020 hanno visto una leggera diminuzione su base annua e ciò ha generato un andamento su base annua tendenzialmente flat. Questo è quanto emerge dal Global Smartphone Shipments Tracker di Counterpoint Research. Sì, perché l’incremento del 2020 rispetto al 2019 pari all’1,5% è sostanzialmente assorbito da un rafforzamento del dominio di Apple. La società di Cupertino ha guadagnato 6 punti percentuali in soli 12 mesi, portandosi al 40% dello share di unità spedite nel corso dello scorso anno e facendo spostare il mercato nel suo insieme verso il segmento premium.

Apple Watch Series 6 e SE sono stati i protagonisti della crescita del brand della Mela morsicata, pesando per oltre 12,9 milioni di unità e rappresentando il 40% della quota di mercato nel quarto trimestre del 2020. Samsung ha aumentato la sua quota dell’1% su base annua, grazie alle vendite dello smartwatch Galaxy Watch 3.

Huawei ha contribuito a guidare la crescita del mercato complessivo degli smartwatch con spedizioni che sono cresciute del 26% su base annua; questo nonostante le sanzioni statunitensi. Si è comportata bene anche Honor: spedizioni raddoppiate anche se scorporata da Huawei. I segni positivi a doppia cifra sono abbinati anche ai brand Amazfit e Xiaomi.

Smartwatch sempre più di fascia alta

Nel corso del 2020 si è verificato un progressivo e significativo spostamento del mercato verso smartwatch più costosi. I modelli premium recano i loghi di Apple, Samsung e Garmin. Spiega Sujeong Lim, analista di Counterpoint: “Le dinamiche delle fasce di prezzo durante il quarto trimestre del 2020 indicano che i prezzi di vendita medi sono in aumento. Il segmento più grande del 2019 (tra 101 e 200 dollari) si è ridotto del 7%, mentre i comparti premium (oltre 300 dollari) sono cresciuti dell’8%. Ciò anche come conseguenza dell’impatto di Apple, che nella fascia alta vanta una quota di mercato dominante di oltre il 70%”.

Lim ha concluso: “Il mercato degli smartwatch è guidato da tre marchi premium: Apple, Samsung e Huawei. Riteniamo che i prezzi medi continueranno a crescere nei prossimi due o tre anni poiché i modelli di punta di queste aziende continuano a dominare le vendite. D’altra parte, il successo dell’Apple Watch SE probabilmente spronerà altri brand come Samsung ad ampliare le lineup con varianti simili, contribuendo a massificare il mercato. In un periodo di tre o quattro anni si rafforzeranno anche brand come Oppo e realme, i quali sono destinati a guadagnare quote di mercato intensificando la concorrenza generale ma abbassando i prezzi”.