esports
BIG IMS21

Gli Esports rappresentano una delle tendenze più in voga in assoluto, che ha portato il mondo del gaming alla ribalta. Oggi se ne parla spesso, e non potrebbe essere diversamente.

Si tratta di vere e proprie competizioni elettroniche sportive, le quali vedono team di professionisti scontrarsi all’interno di un’arena digitali. Sono numerosi i giochi che diventano grandi protagonisti degli Esports. Basti pensare ai più famosi FPS (i cosiddetti sparatutto in prima persona) come Call of Duty, o a grandi novità del calibro di Fortnite.

La crescita esponenziale di questi sport elettronici è resa evidente dai dati di settore, insieme alla prospettiva di entrare nelle Olimpiadi.

Goldman Sachs: il report sul settore degli Esports

Come abbiamo visto questi sono tempi d’oro per il settore degli Esports. Lo testimoniano i dati del rapporto pubblicato da Goldman Sachs, secondo il quale il valore attuale del settore supera i 650 milioni di dollari.

Inoltre questo valore già molto alto è destinato a crescere in modo vorticoso negli anni a venire: la stessa Goldman Sachs, non a caso, parla di un fatturato di circa 3 miliardi di euro da raggiungere entro il 2022. Le prospettive future di questo comparto sono dunque enormi, ed esse si muovono di pari passo con il boom dei giocatori professionisti.

Infatti, sempre secondo Goldman Sachs, al momento si contano circa 2,2 miliardi di appassionati di videogiochi. Il 5% di questa ampia fetta di popolazione si dedica professionalmente agli Esports.

Infine va sottolineata la rapida scalata del fatturato di questo settore. Si calcola che il 14% dei ricavi provenga dai diritti televisivi e degli altri media, mentre la fetta più ampia (circa il 38%) proviene invece dagli sponsor e dalle partnership. Basti pensare all’accordo con Twitch, la piattaforma che ha investito 90 milioni di dollari per la trasmissione della Overwatch League.

Esports in Italia: un fenomeno in grande crescita

Gli Esports rappresentano un fenomeno in grande crescita non solo a livello globale, ma anche a livello nazionale. L’Italia, difatti, non è di certo rimasta a guardare da spettatrice il mondo degli sport elettronici.

Il boom di questo settore viene infatti confermato dalla crescita dei team di Serie A italiani: anche le squadre di calcio nostrane hanno cominciato a investire negli Esports, a cominciare dalla Sampdoria e dalla Roma. Altri team che hanno scelto di puntare sugli sport elettronici sono stati il Parma, l’Empoli e il Cagliari.

Un altro elemento che testimonia la scalata degli Esports è la quantità di nuovi giochi sempre più mainstream. Si parla di capolavori adrenalinici come Fortnite, un gioco che coinvolge sempre più persone, al punto che persino grosse software house come la EA hanno scelto di elogiare pubblicamente questo videogame, cosa che non capita molto spesso, nel concorrenziale universo dei videogiochi.

Il mondo degli Esports è dunque destinato ad un successo enorme, tale da garantire un fatturato da capogiro entro il 2022.