emporia

Nel giorno in cui Ikea ha ospitato il Festival Globale, pensato per celebrare la vita in casa in tutte le sue sfaccettature (il 16 settembre), il brand ha anche presentato una gamma di mobili e accessori dedicati espressamente al gaming. Un passo importante per l’azienda, che decreta così questa attività come parte integrante non solo di uno spazio domestico, ma anche come trend estetico e funzionale nella realizzazione di complementi d’arredo e vere e proprie gamme di prodotto.

Non è un caso che Ilaria Valtolina, Business Leader Children’s Range and Workspaces presso Ikea, ha presentato le collezioni gaming e ha precisato che per il brand di mobili si tratta di “ampliare la gamma dell’offerta entrando in un nuovo comparto di mercato. Un comparto di mercato fatto di estetica e funzionalità ben precise, che ha dunque richiesto di strutturare diverse collezioni che potessero catturare l’attenzione dei vari utenti. Gamer, certo, ma anche utenti appassionati. Ciascuno con una propria identità e con precise esigenze, che si trovano riflesse in questi modelli gaming. Non solo, ogni prodotto è stato pensato per offrire il massimo comfort, la migliore resistenza e una serie di soluzioni che mettessero al centro l’ergonomia e le necessità dei consumatori”.

Le parole di Ilaria Valtolina in occasione della conferenza stampa di presentazione trovano conferma nei prodotti esposti all’evento. Che saranno in vendita in tutti i negozi Ikea a partire da ottobre 2021.

Nella sostanza stiamo parlando di un nuovo assortimento di scrivanie, sedie e accessori da gaming sviluppato da Ikea. Alcuni di questi modelli sono stati pensati in collaborazione con Republic of Gamers (ROG), che ha potuto mettere un logo di riconoscimento. Interessante il parallelismo tra il gaming e Ikea, perché i veri appassionati di giochi (come chi vi scrive) si costruiscono da soli le “build” cercando le componenti del pc, sostituendole, migliorandole, manipolandole per cercare sempre le migliori performance. Lo stesso che avviene con i mobili Ikea, che condividono il medesimo approccio “fai da te” nel montaggio e nell’espansione del tempo sia dei mobili base sia dell’arredamento nel suo insieme.

Allo stesso modo, gli appassionati di giochi potranno facilmente creare una postazione personalizzata che, oltre a integrarsi con l’arredamento della casa, li aiuterà a migliorare le proprie performance di gioco. Spiega Ikea: “Ispirati dalla visione di creare una vita quotidiana migliore per la maggioranza delle persone, abbiamo deciso di progettare un’offerta specifica per questi appassionati”.

Sei gamme di prodotto per oltre 30 modelli

Non che Ikea negli anni si sia fatta mancare le sperimentazioni, si vedano gli speaker realizzati con Sonos oppure le lampadine smart, ma il gaming è un’area ancora in esplorazione. Esplorazione, aggiungiamo noi, estremamente approfondita. Da una parte perché si è fatta consigliare, almeno in parte e su una gamma di prodotti, da un brand specializzato, ossia Republic of Gamers (ROG) di Asus. Valorizzando il feedback, Ikea ha creato un’offerta che, come si legge nel comunicato dell’azienda di mobili, “mira a democratizzare l’esperienza del gaming dando vita a prodotti e soluzioni rilevanti, funzionali, di buon design e dal prezzo accessibile, grazie ai quali ogni gamer potrà facilmente creare la propria postazione ideale”.

Dice Ewa Rychert, Global Business Leader del comparto Workspace per Ikea of Sweden: “Si può fare molto per democratizzare il gaming, ne siamo convinti. Questo è il primo passo. Lanciamo dei prodotti e delle soluzioni complete che uniscono alta qualità e prezzo accessibile, e speriamo riflettano i gusti e le personalità dei nostri clienti”.

Ebbene il primo passo è già piuttosto corposo. Il nuovo assortimento gaming di Ikea è rivolto, per ora, solo ai gamer su pc e comprende sei linee di prodotti: Uppspel, Lånespelare, Matchspel, Gruppspel, Utespelare e Huvudspelare.

Sei linee di prodotto su cui si dipanano in totale più di 30 prodotti, fra mobili e accessori: scrivanie e sedie da gaming, una cassettiera, un porta tazze, un tendifilo per mouse, un cuscino per il collo, una lampada ad anello e molto altro. Le scrivanie e le sedie sono divise in varie fasce di prezzo per accontentare diversi gruppi target.

La collaborazione tra Ikea e Asus ROG si limita alla gamma Uppspel. Le altre serie sono state sviluppate da Ikea sulla base dei dati acquisiti nell’ambito della partnership e con l’intento di creare un’offerta ampia e diversificata, in grado di rispondere alle esigenze dei gamer in termini di funzione, design e prezzo.

“Sappiamo bene quali sono le esigenze, le sfide e le aspettative dei gamer e vogliamo progettare soluzioni che creino esperienze straordinariamente coinvolgenti,” afferma Johnny Chan, designer di Republic of Gamers.

Uno stimolo per il trade specializzato

A conti fatti, la mossa di Ikea non solo infonde maturità e un ruolo non più di secondo piano al gaming in casa, ma permette anche di intercettare una domanda di mobili, accessori e componenti finora soddisfatta in modo molto parziale e in contesti nei quali ci sarebbe voluta un po’ più di forza nel credere alle potenzialità di questo mercato. Ora Ikea rischia di concentrare le attenzioni degli utenti, anche e soprattutto perché il brand è sinonimo di soluzioni flessibili, di adeguata qualità e dal prezzo interessante. Allora che questa scelta strategica dell’azienda sia da stimolo per i canali specializzati, anche solo per capire che i consumatori hanno un’elevata propensione verso questo genere di prodotti. Se non per giocare, quantomeno per arredare le proprie stanze con uno stile molto personale e alla moda.