Abbiamo scoperto i nuovi prodotti che Tcl Communication presenta al Mobile World Congress 2019 e, soprattutto, abbiamo visto dal vivo e funzionante lo smartphone con display flessibile che non arriverà prima del 2020.

In una spettacolare location nel centro di Barcellona, dal nome Artchimboldi, il colosso cinese ha allestito una anteprima succulenta sulle novità di prodotti attuali e future, dando una visione prospettica di dove si sta dirigendo a livello tecnologico e strategico. Sono sostanzialmente due gli assi su cui Tcl Communication si sta muovendo: produzione in casa di display (il componente cruciale dei dispositivi mobili e, quindi, le fabbriche proprietarie conferiscono efficienza e velocità sul time to market); segmentazione di brand.

Flavio Ferrario, Country Manager di Tcl Communication Italia, ha spiegato con dovizia di particolari entrambi questi aspetti, concentrandosi soprattutto sul perché gli smartphone con display flessibile saranno davvero il futuro della mobile technology ma non possono ancora essere il presente. Lasciamo alle sue parole, raccolte nella video intervista in questa pagina, il compito di illustrare questi aspetti.

Flessibile dal vivo

In questa sede vi proponiamo le foto dello smartphone con display flessibile su cui Tcl Communication si sta concentrando. Come si può notare dalle immagini qui di seguito, i concept (peraltro funzionanti con Android 9 installato) sfruttano la possibilità di piegarsi in senso orizzontale e verticale. Quindi si chiudono a libro, e si trasformano in una sorta di mini tablet, oppure a conchiglia, facendo eco a un design clamshell molto apprezzato dagli utenti.

L’idea non è solo di mostrare il futuro ma anche di concretizzare l’importanza di avere investito oltre 25 miliardi di dollari nella costruzione di una fabbrica dedicata alla produzione dei display. La stessa fabbrica che consente, come si vede nelle immagini, di realizzare anche touchscreen con il foro e privi di notch.

Entrando nel dettaglio questi esemplari sono stati realizzati con il supporto di Csot, la fabbrica di pannelli by Tcl dove sono anche stampati i display per Tv, questi dispositivi mobili pieghevoli utilizzano dei display Amoled flessibili creati su misura. Con l’aggiunta della tecnologia proprietaria DragonHinge si crea il meccanismo ideale che permette agli schermi di piegarsi e chiudersi, per poter soddisfare diverse necessità di utilizzo.

Spiega Shane Lee, General Manager, Global Product Center di TCL Communication: “Siamo in grado di mostrare al mondo abbiamo sviluppato il meccanismo di apertura e chiusura, problematica fondamentale da risolvere per supportare questi nuovi formati pieghevoli. Ora, dunque, abbiamo una soluzione hardware da cui partire per la progettazione e costruzione dei nuovi dispositivi, che ci permetterà così di affrontare la realizzazione di un software che sia in grado di offrire un’esperienza davvero unica, come questa nuova tecnologia permette, e di creare un più ampio ecosistema connesso mentre ci prepariamo a lanciare il nostro primo dispositivo pieghevole l’anno prossimo”.

BlackBerry in red

Altro elemento cardine della strategia di Tcl Communication è la segmentazione di brand. Storicamente si è parlato di Alcatel, nell’ultimo anno si è sommata BlackBerry e Palm (in Italia i frutti si vedranno nei prossimi mesi), mentre nel futuro si intravede già l’arrivo anche di Tcl posizionato nella fascia alta del mercato.

BlackBerry rimane il prodotto elitario e al Mwc 2019 è stato presentato un modello esclusivo con la scocca in alluminio color rosso fuoco. Si tratta di una variante speciale del BlackBerry Key 2 chiamata Red Edition che sfoggia anche 6 GB di Ram, a sostengo della Cpu Qualcomm Snapdragon 660 GB, e 128 GB di storage, raddoppiati rispetto all’edizione standard. Nella confezione trova posto anche l’auricolare in rosso, mentre l’interfaccia sempre affidata ad Android 8.1 ha un’estetica ancora più semplificata per riprendere le linee standard del sistema operativo di Google.

Si noti bene nella foto che il Key 2 Red Edition è ben diverso dalla versione Atomic dello stesso telefono (a destra), perché in questa nuova edizione tutta la scocca in alluminio è stata trattata per prendere la tonalità rossa dominante.

I nuovi prodotti di Alcatel

Infine, il brand Alcatel mantiene la sua caratteristica di perfetto bilanciamento tra prezzo e prestazioni. E in questo contesto sono tanti i prodotti presentati a Barcellona.

Alcatel 3

Dotato del pannello Super Full View Display con Notch 19.5:9 HD+ da 5,9 pollici e un rapporto schermo/corpo dell’88%, Alcatel 3 offre un’esperienza d’uso eccellente nella visualizzazione di foto, streaming di contenuti, giochi o navigazione sul Web. Il device è alimentato da un chipset octa-core Qualcomm Snapdragon e integra 4 GB di Ram + 64 GB di storage (per i dispositivi mono Sim) o 3 GB + 32 GB per i modelli dual Sim. Inoltre, Alcatel 3 è alimentato da una batteria da 3.500mAh che fornisce la giusta durata della ricarica per coprire tutto il giorno.

Alcatel 3 è corredato da un reparto imaging che si affida alla doppia fotocamera da 16 MP (interpolati) + 5MP con effetto bokeh e una fotocamera frontale da 13 MP (interpolati). Grazie alla modalità ritratto e alla possibilità di gestire la messa a fuoco anche dopo lo scatto con la funzione di refocus automatica. Inoltre, le fotocamere si affidano ad algoritmi di intelligenza artificiale (IA) con Imaging Scene Detection che identifica in modo intelligente fino a 21 diversi scenari in tempo reale e fornisce le migliori impostazioni per ottenere immagini perfette come contrasto, saturazione, luminosità, nitidezza e risoluzione. È inoltre supportato Google Lens per il riconoscimento degli oggetti e dei luoghi inquadrati.

Alcatel 3 consente anche di creare divertenti emoji AR. In ultimo, anche la privacy è importante: il Face Key di Alcatel offre sicurezza e accesso immediato al device con una scansione del viso mentre il sensore di impronte digitali sul retro garantisce un ulteriore livello di protezione e funziona anche come launcher delle applicazioni con un semplice tocco.

Alcatel 3 sarà disponibile dal secondo trimestre a partire da 179,00 euro (3 + 32GB) e da 229,00 euro (4 + 64GB) nei colori Gradient Black Blue e Gradient Blue Purple.

Alcatel 3L

Alcatel 3L vanta un Super Full View Display HD+ con Notch da 5,9 pollici e un rapporto schermo/corpo dell’88% per un’esperienza visiva migliore e più coinvolgente. Il device è progettato con il vetro anteriore sagomato 2.5D che valorizza il design del dispositivo. Alcatel 3L è dotato di un chipset quad-core Qualcomm Snapdragon e una batteria da 3.500mAh di lunga durata, insieme offrono prestazioni di alto livello e rendono l’esperienza d’uso migliore.

il reparto fotografico è affidato a un doppio sensore posteriore da 16 MP (interpolati) + 5 MP e una fotocamera frontale da 13 MP (interpolati), dotate di IA per il rilevamento dei diversi soggetti, effetto Bokeh, Auto Focus e Google Lens per migliorare ulteriormente l’esperienza fotografica. Inoltre, lo smartphone è animato da Android 8.1 Oreo preinstallato (aggiornabile ad Android 9.0 Pie nel secondo trimestre 2019).

Alcatel 3L sarà anche disponibile in Q2 al prezzo consigliato di 149,90 euro nei colori Anthracite Black e Metallic Blue.

Alcatel 1S

Alcatel 1S è un device che assicura una perfetta dal prezzo accessibile che racchiude funzionalità e software di alta qualità. Lo smartphone offre un’esperienza d’uso fluida grazie ad Android 9.0 Pie, processore octa-core, Full View Display 18:9 HD+ da 5,5 pollici, 3 GB di Ram, 32 GB di memoria integrata con espansione microSD e una batteria da 3.060 mAh perfetta per rimanere in movimento tutto il giorno.

Alcatel 1S è dotato di una doppia fotocamera posteriore da 16 MP (interpolati)+ 2 MP con effetto bokeh e IA, per immagini straordinarie, e un design elegante e confortevole grazie al vetro anteriore 2.5D. Il sensore di impronte digitali posteriore incorporato e il software di riconoscimento facciale Face Key offrono protezione e praticità.

Alcatel Serie 1 sarà disponibile dal secondo trimestre 2019 a partire da partire 109,90 euro nei colori Metallic Black, Blue, Rose e Gold.

Alcatel 3T 10

I due altoparlanti frontali, lo schermo HD da 10 pollici e la batteria da 4.080 mAh sono gli elementi perfetti per tuffarsi in un mondo di intrattenimento cinematografico insieme ad Alcatel 3T 10. Il tablet è animato da Android 9 Pie e integra Google Assistant. Inoltre, grazie al riconoscimento vocale affidato al chiip Dsp arriva a gestire i comandi fino a tre metri di distanza. Questo significa che si può gestire il dispositivo anche affidandosi solo ai comandi vocali.

Ancor di più se si considera che Alcatel 3T 10 è dotato dell’accessorio Audio Station (acquistabile in bundle) che, collegandolo al tablet, migliora e amplifica la qualità del suono offrendo fino a sette ore di riproduzione non stop delle proprie canzoni preferite. Audio Station viene fornito con una porta ausiliaria da 3,5 mm, Micro-USB e lettore di schede microSD in modo da poter riprodurre l’audio da qualsiasi lettore multimediale esterno. Inoltre, questa docking station trasforma a tutti gli effetti il tablet in uno smart display con Google Assistant.

Alcatel 3T 10 sarà disponibile entro la fine dell’anno a partire da 179,00 euro, mentre il pacchetto di Alcatel 3T 10 con Audio Station a partire da 229,00 euro.