Lg
Note 20 banner big

Quest’anno più che mai, l’attenzione per l’igiene è alta: ecco perché Lg Electronics ha stilato una breve guida per la manutenzione e la pulizia dei condizionatori, così da assicurarsi non solo che il dispositivo sia più efficiente e duri più a lungo, ma che l’aria che respiriamo resti più salubre possibile.

Pulizia dei filtri del condizionatore

Questo procedimento è fondamentale per la manutenzione del condizionatore, prima di tutto per una questione igienica: nei filtri vengono infatti catturati polvere, sporco e agenti inquinanti che, senza una corretta manutenzione, potrebbero facilmente diffondersi nell’ambiente.

Per questo, i condizionatori Lg sono dotati della funzione Auto Cleaning, che attiva un ciclo di 30 minuti di asciugatura dello scambiatore per prevenire la formazione di batteri e muffe. Grazie anche all’azione dello Ionizzatore, che purifica l’aria che passa attraverso il climatizzatore e neutralizza odori e sostanze nocive che circondano l’unità, i climatizzatori Lg garantiscono un funzionamento ottimale e un’aria fresca e pulita.

Pulire i filtri dei condizionatori Lg è molto semplice: basta smontarli sganciandoli con delicatezza dalla parte superiore dell’unità, senza bisogno di utilizzare attrezzi o cacciaviti, lavarli con acqua tiepida e lasciarli asciugare lontano da fonti di calore dirette. Inoltre, le funzioni di gestione avanzata della app Lg ThinQ permettono di visualizzare quando effettuare la pulizia, in funzione del tempo di utilizzo del climatizzatore.

Pulizia dell’unità esterna

Quando il climatizzatore non è in funzione, è sufficiente servirsi di un normale aspirapolvere per rimuovere residui e polvere sullo scambiatore di calore, posto nella parte posteriore dell’unità. Un trucco per essere più precisi e andare in profondità è quello di utilizzare un pennello con setole morbide con cui sarà possibile effettuare una pulizia molto più precisa e minuziosa.

La frequenza da rispettare per queste misure di pulizia varia in base alla frequenza di utilizzo e alle condizioni dell’ambiente in cui le unità sono installate. Avendo cura di eseguire una corretta manutenzione, il condizionatore rimarrà efficiente molto più a lungo, garantendo un maggiore risparmio e un’aria più salutare all’interno degli ambienti climatizzati. Di norma quindi, secondo Lg è consigliabile eseguire queste operazioni almeno una volta l’anno. 

A chi desidera oltre al fresco anche un’aria più pura, Lg propone Lg Dualcool Atmosfera, il climatizzatore con purificatore integrato che rimuove le micro-particelle inquinanti (note anche come particolato o PM) presenti nell’aria, attraverso un processo composto da tre fasi, impiegando il sensore PM 1.0, il Diffusore di ioni e il Filtro magnetico. Il sensore PM 1.0, posto sul lato dell’unità interna, rileva le più sottili particelle di polvere (oltre ad altri particolati nocivi in sospensione nell’aria) e, quando necessario, avvia il sistema di purificazione; il diffusore di ioni emette in ambiente oltre 5 milioni di ioni negativi, che si attaccano alle particelle di polvere microscopiche; infine, tramite attrazione elettrostatica, tali particelle vengono attirate dal sistema di filtrazione magnetico HAF (High Air Flow), caricato positivamente, che le trattiene, emettendo in ambiente aria sana e pulita. 

Grazie a 4 diversi colori e a semplici indicatori numerici, lo Smart Display mostra in tempo reale la qualità dell’aria interna, fornendo informazioni essenziali in maniera immediata, evidenziando le condizioni attuali e i progressi dell’operazione di purificazione dell’aria. 

Con i climatizzatori Lg è possibile unire l’efficienza della climatizzazione e della purificazione dell’aria con la massima praticità di utilizzo e gestione: grazie al Wi-Fi integrato e all’app Lg ThinQ è molto semplice accedere al climatizzatore in qualsiasi momento e, grazie alla compatibilità con Google Assistant, anche comandarne l’accensione con la propria voce.