Huawei, save the date: il 19 settembre sarà svelata la nuova serie Mate 30

Con quasi un mese di anticipo rispetto al 2018, Huawei annuncia a sorpresa sul proprio profilo twitter che presenterà la nuova serie Mate 30 il prossimo 19 settembre a Monaco di Baviera.

Come ha riportato Reuters, la Casa cinese è determinata a lanciare i nuovi prodotti anche senza il supporto di Google. In questo caso però i Mate dovranno essere commercializzati solo in Cina. Per vederli sulla scena internazionale dovremmo invece attendere il rilascio ufficiale di Harmony OS, di cui vi abbiamo parlato qui, anche su smartphone.

Cosa ha raccontato Reuters

Un portavoce di Google ha dichiarato a Reuters che il ban degli USA impedisce che Mate 30 sia venduto con app e servizi Google in licenza. La sospensione temporanea che l’amministrazione ha annunciato la scorsa settimana non si applica infatti ai nuovi prodotti.

Dunque, se la sospensione ha valore puramente retroattivo e se l’inclinazione dei rapporti tra Huawei, Google e gli Stati Uniti non muterà, non ne potranno beneficiare i nuovi prodotti, tra cui rientra anche il nuovo Mate X che dovrebbe fare la sua comparsa a settembre.

Ovviamente, i riflettori sono puntati anche sul Sistema Operativo: mancando la licenza concessa da Google, Huawei si troverebbe nella posizione di dover utilizzare una build AOSP. Come vi abbiamo già raccontato, Huawei sta sviluppando strategie alternative, come Harmony OS e una partnership russa, ma sono sistemi che non vedremo sugli smartphone Huawei nell’immediato.

Cosa sappiamo finora di Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro

Prima di tutto, sappiamo che avrà un processore Kirin 990, che si candida a essere uno tra i più performanti. Non ci sono invece notizie sul design, che potrebbe essere svelato in avvicinamento al 19 settembre.

Quel che sappiamo per certo arriva direttamente da Huawei: Kirin 990 sarà il primo 7nm+ di TSMC, soluzione che garantisce una potenza di calcolo teorica maggiore grazie al 20% in più di transistor.

Avrà il supporto al 5G – versione che comunque dovrebbe uscire verso dicembre – e, in particolare, sarà Standalone – la connessione alle reti 5G arriverà direttamente, senza dover passare dal 4G.

Dovremo attenderci diversi modelli, ma le specifiche che circolano finora – quindi in attesa di conferma ufficiale – parlano di display da 6.7″, frequenza di aggiornamento a 90Hz, BOE AMOLED, sotto al quale troverebbe alloggio il lettore di impronte, ricarica a 55W, batteria da 4500mAh, una RAM fino a 12GB e uno storage interno fino a 1TB. Per quanto riguarda il comparto fotografico, dovremmo trovare un sensore da 40MP con apertura focale variabile da f/1.6 a f/1.4, un altro sensore da 40MP con apertura focale f/1.7, lente grandangolare da 120 gradi, una camera da 8MP con zoom ottico fino a 5X e il sensore TOF.